Pavimenti esterni

Perchè sono importanti i pavimenti esterni

I pavimenti esterni sono fondamentali per dare un certo decoro estetico allo spazio outdoor, renderlo sicuro e calpestabile. Le pavimentazioni possono adottare diversi materiali a seconda della destinazione d'uso degli ambienti. In genere si utilizzano le piastrelle o mattonelle in ceramica oppure gres porcellanato perché sono molto versatili e possono anche imitare altri materiali. I pavimenti esterni possono essere installati in giardino, sul terrazzo, nel patio, sul balcone oppure nella veranda. Quest'ultima rappresenta uno spazio antistante il giardino o si configura come un terrazzo parzialmente coperto. Invece il balcone è il prolungamento esterno di un piano rialzato e viene delimitato da un'apposita ringhiera di protezione più o meno elaborata e decorativa. Molto spesso si decide di realizzare una soluzione armonica per colore e materiale tra ambienti interni ed esterni, ma si può anche puntare su un piacevole effetto contrasto.
Esempio di pavimenti esterni

LE Faro Faretto LED Proiettore per Esterno 10W 800lm 3000K Impermeabile Bianco caldo Pari a faro alogeno da 100W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 22€)


Che cosa sono le pavimentazioni per giardini

Piastrelle per pavimenti esterni Le pavimentazioni per giardino sono una tipologia particolare di pavimenti esterni e sono utili sia nel caso di un ampio spazio verde che di uno di dimensioni ridotte. Ad esempio rendono più agevole lo spostarsi da un punto all'altro del giardino risultando al tempo stesso pratiche, funzionali e particolarmente gradevoli dal punto di vista estetico. Inoltre sono utili per collegare l'ingresso di casa al cancello evitando di dover calpestare l’erba. Nel caso di giardini di piccole dimensioni si opta per piccoli viali, mentre in spazi esterni piuttosto ampi è possibile inserire viali asfaltati, magari collegati ad appositi spazi per il parcheggio sul retro della casa. Inoltre i pavimenti esterni per il giardino sono praticamente indispensabili per realizzare uno spazio outdoor attrezzato e destinato ad accogliere un'area relax oppure una cucina all'aperto.

  • Rivestimento ardesia parete Il rivestimento in ardesia ha un colore molto scuro che va dal nero al grigio chiaro. Si tratta di una pietra molto compatta che può essere lavorata con molta facilità. Infatti nel settore dell’arreda...
  • Un bel pavimento sovrapponibile in legno I pavimenti sovrapponibili sono una valida alternativa al rifacimento integrale o parziale della pavimentazione esistente, in quanto consentono di rinnovare un ambiente senza dover procedere a fastidi...
  • Rivestimenti pietra I rivestimenti in pietra per esterni donano a tutta la casa una grande eleganza, conferendogli un aspetto naturale proprio di altri tempi. I rivestimenti in pietra hanno una funzionalità e una versati...
  • Pezzi porfido Riguardo ai pavimenti in porfido per esterni prezzi, è possibile dire che sono variabili in base alla lavorazione che ha subito la pietra, più piccoli sono i pezzi di porfido che si vogliono acquistar...

D-Line Canalina passacavi resistente da pavimento, 788.030UK

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,14€


Come scegliere i materiali per i pavimenti esterni

Pavimento in piastrelle di cemento La scelta dei materiali da usare per realizzare i pavimenti esterni per la propria abitazione dipende da un gran numero di fattori: uno dei principali aspetti da considerare è la destinazione d'uso di questi ambienti. Infatti si tratta di un elemento fondamentale per determinare la portata al carico e la resistenza che devono avere le superfici. La soluzione migliore rappresenta sempre una combinazione perfetta di estetica e praticità. Uno dei materiali più apprezzati sia dal punto di vista estetico che da quello funzionale è il legno massello, trattato in modo da resistere all'azione degli agenti atmosferici e dell'umidità. Si tratta di un materiale naturale che si inserisce perfettamente nel contesto e permette all'occhio di spaziare liberamente. Dura a lungo nel corso nel tempo e risulta molto decorativo. Lo stesso vale per le pietre naturali: in particolare si utilizza il porfido perché resistente, economico e disponibile in diverse varietà. In alternativa si punta sulle piastrelle in gres porcellanato.


Come fare la messa in posa delle pavimentazioni

Pavimento esterno in terracotta La posa in opera dei pavimenti esterni prevede diverse fasi, la più importante consiste nello studio del piano di base che deve sorreggere le superfici. Infatti, per assicurare la buona tenuta della pavimentazione e la sua sicurezza, è necessario che sia compatto, perfettamente livellato, asciutto e privo di lesioni. Solo in questo modo si evita di compromettere la stabilità del pavimento. A volte si applica uno strato di malta per livellare le irregolarità del fondo. Una volta preparato il piano da lavoro si realizza un massetto livellato per evitare che lo strato di allettamento sia in pendenza. Di solito questo è composto di sabbia, anche nel caso di pavimenti esterni in pietra. Soltanto nel caso di grandi superfici lo strato di allettamento è composto da una miscela di sabbia e cemento. In ogni caso è bene studiarne il posizionamento con attenzione per evitare il ristagno di acqua che mini la stabilità dello strato principale.


Quali errori bisogna evitare nella posa

Quando si effettua la posa in opera dei pavimenti esterni bisogna evitare con attenzione di commettere alcuni errori che possano compromettere l'estetica, la stabilità e la durabilità delle superfici. Innanzitutto non si deve scegliere un materiale a caso, ma fare una corretta valutazione dei vantaggi e degli svantaggi di ogni soluzione in rapporto alla destinazione d'uso. In secondo luogo è necessario mettere in atto alcuni piccoli ma utili accorgimenti, ad esempio evitare di effettuare la posa in opera su di un terreno argilloso, umido oppure caratterizzato da infiltrazioni. Si tratta di una locazione inadatta perché il risultato finale non è stabile e non dura a lungo. La scelta migliore consiste in un terreno compatto, ghiaioso oppure anche roccioso. Inoltre quando si studia la pendenza e il livellamento bisogna procedere fin dal fondo e non aspettare di posare lo strato di allettamento.


Pavimenti esterni: Soluzioni in cemento

Pavimento cemento Alcune soluzioni molto pratiche per i pavimenti esterni si basano sull'utilizzo del cemento oppure della pietra. Si tratta di materiali molto apprezzati perché garantiscono una buona personalizzazione delle superfici. In alternativa è possibile optare per pavimentazioni in cemento e sassi. In questo caso si stende sul fondo uno strato di ghiaione e successivamente uno di sabbia di spessore notevole. A questo punto si può effettuare la messa in posa delle lastre di cemento. In alternativa le superfici possono essere in acciottolato e quindi si incastrano con attenzione e cura i ciottoli nella sabbia per creare una pavimentazione stabile. Queste soluzioni sono ideali per creare viali per il transito pedonale nel giardino: si tratta di superfici molto funzionali e davvero belle dal punto di vista estetico. La stessa procedura si segue per i pavimenti esterni in lastre di pietra, tuttavia in questo caso bisogna usare la malta o altri leganti per stabilizzare perfettamente gli elementi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO