Controparete in cartongesso

Perché realizzare una controparete in cartongesso

Una controparete in cartongesso è una finta parete che costruiamo distanziata da una parete esistente per diversi motivi. La principale differenza tra una controparete e un isolamento con una lastra coibentata in aderenza è che la controparete, come già menzionato viene distanziata dalla parete stessa. I motivi che ci portano a volere realizzare una controparete in cartongesso sono molti e principalmente sono la necessità di un isolamento: può esistere un problema di umidità, dall'esterno o dall'interno (condensa), un problema di isolamento termico oppure un problema di isolamento acustico. In tutti questi casi dovremo inserire nell'intercapedine che andremo a creare diversi materiali per risolvere detti problemi: per l'umidità una barriera vapore e dell'isolante, per l'isolamento termico isolanti come lane di vetro, di roccia, polistirene o poliuretani e per i problemi acustici membrane fono-impedenti che diminuiscano il rumore.
Realizzazione controparete

FUTUR PRINT® - PORTAFARETTO QUADRATO DA INCASSO IN GESSO CON INTERNO STONDATO PER FARETTI GU10 e GU5.3 CON MOLLA TRASPARENTE BLOCCA FARETTO + PORTALAMPADA GU10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,5€


Consigli pratici sulla realizzazione di una controparete in cartongesso

Contropareti stuccate Per realizzare una controparete in cartongesso come già detto dobbiamo far sì che questa sia distanziata dalla parete esistente, altrimenti non è una controparete ma un isolamento con lastra coibentata. Per distanziarla dovremo necessariamente costruire una struttura metallica con profili in lamiera zincata da cartongesso. Le strutture utilizzate per realizzare una controparete sono le medesime dei controsoffitti: Profili 50x27 con guide del 30 mm oppure profili 50x15 con guide da 16 mm. Le prime sono più resistenti, le seconde permettono di risparmiare spazio. Una volta tassellata la guida a pavimento e a soffitto inseriremo i montanti tagliati alla giusta lunghezza e distanziandoli di 60 cm l'uno dall'altro (le lastre in cartongesso sono sempre larghe 120 cm). Ogni montante dovrà essere staffato in uno o due punti alla parete esistente per diminuirne la flessione. Lo staffaggio avviene con squadrette pre-sagomate o con ritagli di guide opportunamente sagomati. Una volta completata la struttura inseriremo l'isolante e avviteremo le lastre. Seguono stuccatura e imbiancatura.

  • Pareti in cartongesso Il fai da te cartongesso si presta particolarmente bene a creare pareti di rapida costruzione, pratiche ed economiche, facilissime da montare anche per chi non è esperto in lavori di muratura.Tra i va...
  • L'ambiente su misura per te Il primo consiglio di questa guida su come montare il cartongesso è di, una volta acquistati i pannelli, assicurarsi di avere tutti gli strumenti di lavoro: - Taglierino - Martello o trapano per il ca...
  • Realizzazione controparete Esistono vari tipi di contropareti in cartongesso. Vi sono quelle costruite da lastre di gesso rivestito che vengono applicate ad una struttura metallica indipendente: queste possono essere utilizzate...

FUTUR PRINT® - Porta faretto da incasso in gesso verniciabile art.88 tondo con luce a 45 gradi, faretto a scomparsa per lampadine gu10 gu5.3 mr16, anello blocca faretto in plastica trasparente più portalampada gu10 inclusi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Controparete in cartongesso: Scopi funzionali o estetici

Design soggiorno La controparete in cartongesso oltre che per scopi di isolamento, per la sua natura di essere cava all'interno, trova molte applicazioni in realizzazione pratiche o per pure finalità estetiche. Ad esempio se vogliamo montare dei sanitari sospesi nel bagno gli impianti dovranno essere spostati dal pavimento alla parete. Si dovrà creare una controparete dove andranno inseriti i tubi, gli scarichi e i supporti metallici, correttamente fissati, ai quali andranno montati i sanitari sospesi. In questo caso è necessario rinforzare la struttura del cartongesso e fissarla opportunamente alla parete per mezzo di squadrette per permettere al supporto sanitario, ad essa fissata, di non flettere o cedere in futuro. Allo stesso modo possiamo realizzare contropareti in qualsiasi punto della casa come in soggiorno dove in una controparete possiamo far passare i cavi del televisore, dell'antenna, del satellite e dell'impianto audio. Possiamo creare nicchie per ospitare la TV, lo stereo o le casse. Possiamo giocare con mensole e nicchie per poter sfruttare al meglio lo spazio della parete facendola sembrare un'opera in muratura. Oppure modellare la controparete per appagare soltanto la vista.



COMMENTI SULL' ARTICOLO