Isolamento acustico pareti

Isolamento acustico pareti

La necessità di controllare il livello di inquinamento acustico di un ambiente domestico consegue da alcuni dei più frequenti inconvenienti causati, in linea di massima, da problemi di incongruenze di orari e coabitazioni come nel caso dei condominii. Cominciamo col dire che esistono diversi tipi di intervento, specifici per il tipo di necessità le quali si dividono generalmente in lavori dall'esterno per l'interno, dall'interno per l'esterno o dall'interno per l'interno. Nei primi due casi si parla di isolamento acustico pareti, ovvero la necessità di bloccare il suono tra una parete e l'altra, mentre nella terza ipotesi si effettua un'opera di adattamento acustico, che consiste nel modificare la composizione e la forma della stanza e nello scegliere i materiali più adatti per ottenere l'effetto desiderato al fine di creare dei punti di ascolto ottimale.
Un sistema di isolamento acustico

Premium Materiale per isolamento acustico con potere fono-isolante e funzione Bass Stop, in MLV, per pareti e fondo di pavimenti, 3 m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 55,01€


Com'è strutturata una parete isolata acusticamente

Un esempio di isolamento acustico La maggior parte degli studi di registrazione, camere anecoiche o in generale ambienti che ospitano situazioni acustiche particolari vengono collocati spesso e volentieri in piani interrati o cantine che di per sé hanno un'ottimo coefficiente di assorbimento; meglio ancora se le pareti sono realizzate in tufo essendo un tipo di roccia porosa, ma resistente e quindi particolarmente indicata per interventi di questo tipo. La scelta più comune è il classico rivestimento per pareti con pannelli di gommapiuma, ottimi per l'isolamento acustico, ma non molto efficaci per l'insonorizzazione. È vero che ne esistono molti modelli con diverse modalità di applicazione e utilizzo, ma un completo isolamento acustico pareti prevede l'applicazione di più materiali che ostacolano progressivamente la vibrazione, alternando un materiale poroso ad uno più compatto per evitare che il suono metta in vibrazione il materiale stesso.

  • Barriera di isolamento per assorbire i suoni Oggi giorno la lana di roccia sta diventando uno dei materiali più diffusi in commercio, utilizzabile sia per semplici progetti fai da te che per interventi su ampi spazi industriali. La lana di rocci...
  • Finestre nelle case Quando si progetta la propria casa la scelta degli infissi è fondamentale per ottenere un buon isolamento termico e acustico degli ambienti dell'immobile. Tra le soluzioni più moderne, tecnologicament...
  • Pannelli fonoassorbenti applicati I pannelli fonoassorbenti per interni sono l'ideale per realizzare l'isolamento acustico di una stanza o di tutto l'edificio. In commercio si trovano tanti moduli diversi, che impiegano vari materiali...
  • Sottotetto coibentare La coibentazione consiste nell'isolare termicamente ed acusticamente una porzione o più di una struttura: grazie ai materiali disponibili oggi sul mercato non ci sono più scuse per rimandare la ristru...

Laminato per pavimenti e pareti ideale per l'isolamento acustico, da 10 m, con potere fono-isolante e funzione Bass Stop, in MLV

Prezzo: in offerta su Amazon a: 157,51€


Come isolare acusticamente una parete

Isolamento acustico di una parete di casa Il principio generale dell'attenuazione è quello di creare degli ostacoli per l'onda sonora al fine di evitare la dispersione della stessa nell'ambiente da trattare. Incontrare una parete piatta e liscia comporta per la singola frequenza una riflessione, cioè la ribattuta di un suono che riprende il suo percorso, ma nella direzione opposta (allo stesso modo di una luce riflessa in uno specchio); mentre invece essa tenderà ad essere assorbita da materiali quali la classica gommapiuma, il sughero, la lana di roccia o qualsiasi materiale poroso nei quali sono presenti piccole camere d'aria in cui il suono rimane come "intrappolato" perdendo la sua energia. Per un risultato efficiente si potrebbe optare per una stratificazione della parete con varie superfici di diversa composizione (ad esempio: legno, sughero, gommapiuma) o addirittura pensare a una doppia parete di cartongesso, tra le quali verrà inserito uno spesso strato di lana di roccia.


Applicazioni ed esempi

Ambiente isolato acusticamente Sfruttando il principio di diffusione delle onde sonore è possibile, oltre a creare ambienti perfettamente isolati, anche condizionare e convogliare il suono in un unico punto di ascolto, come nel caso delle sale che utilizzano il sistema LEDE (Live End Dead End) che garantisce in linea generale un alto coefficiente di assorbimento grazie al trattamento delle pareti e in più garantiscono il miglior suono in un punto situato a circa due terzi della lunghezza dell'ambiente, grazie a speciali pannelli diffusori posti in fondo alla stanza, tra la parete e il soffitto. Va ricordato, infine, che per isolare completamente un ambiente dai rumori esterni e contemporaneamente impedire ai suoni del suddetto ambiente di diffondersi all'esterno di una stanza non basta imbottire le pareti di gommapiuma, ma occorre intervenire anche sul pavimento e sul soffitto, creando rispettivamente una pavimentazione rialzata che poggi su un materiale elastico come la gomma o il silicone, in modo da non trasmettere alcuna vibrazione, e realizzando una controsoffittatura anch'essa con lo stesso trattamento delle pareti, così da ottenere come risultato finale una sorta di "stanza nella stanza"




COMMENTI SULL' ARTICOLO