Carta di parati

Carta da parati: tipologie

Esistono vari tipi di carta da parati adatti a rinnovare la casa, ognuno con le sue caratteristiche e specifiche tecniche. Conoscerli aiuterà nella scelta di quello più indicato alla nostra casa, al risultato che vogliamo ottenere e al budget che abbiamo a disposizione. Un primo tipo è la carta da parati di carta o tessuto non tessuto (TNT). Si tratta di un doppio strato di carta o carta misto cellulosa, trattata in modo adeguato e stampata con vari colori o forme. È vantaggiosa sul piano economico, di facile installazione e buona tenuta. Se invece amiamo avere per la nostra parete un rivestimento che presenti fantasie in rilievo, rilevabili al tatto e visibili ad occhio nudo, dovremo scegliere una carta da parati vinilica. Per ambienti raffinati ed eleganti è meglio optare per una carta da parati satinata per assicurarci una brillantezza unica. Esistono infine i bordi decorativi nel caso in cui si preferisca dare solo un tocco decorativo alla parete senza ricoprirla nella sua interezza.
Tappezzeria vinilica

Hanmero - Carta da parati damascata/goffrata, colore: argento/grigio 10*0.53m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Bordi decorativi e carte da parati: cosa scegliere

Esempio bordo decorativo Il bordo decorativo si presenta come una striscia continua di carta riportante una fantasia stampata atta a decorare solo parti di parete. Le alternative sono: decorare la parte alta della parete a circa 5 cm dall'angolo con il soffitto per tutto il perimetro della stanza; la parte bassa della parete in sostituzione dello zoccolo; in verticale per delimitare rientranze, nicchie o forme particolari del muro. Ideali per stanze piccole o per mettere in evidenza zone di ambienti molto ampi, sono una soluzione versatile, a basso costo e di facile applicazione. Anche per i bordi decorativi troviamo un'ampia gamma di materiali e innumerevoli fantasie. Sono un'ottima soluzione per dare un tocco di stile. Ecco invece alcuni consigli utili sulla scelta della tappezzeria: se la parete ospiterà numerosi quadri optiamo per un colore chiaro in modo da non creare confusione; se la stanza è piccola le tonalità devono essere chiare mentre per zone ampie si possono utilizzare colori forti e fantasie importanti; se il soffitto è basso si può utilizzare la tappezzeria a mezza altezza per donare più slancio alle pareti.

  • Esempio di rivestimento pareti La scelta di adottare un rivestimento pareti nella propria casa è una soluzione di tendenza che si sta diffondendo sempre più nel settore dell’interior design. Sono disponibili numerose versioni, basa...
  • Parete in calce rasata La tecnica di rasatura dell’intonaco con l'impiego della calce rasata è un sistema di finitura che si utilizza al posto della tinteggiatura, soprattutto nel caso in cui si volesse dare un tocco di ele...
  • Operazione spugnatura pareti Quando si decide di rimettere a nuovo una stanza, è possibile prendere in considerazione la possibilità di darle un tocco speciale attraverso la spugnatura pareti. Indicata per ogni ambiente della cas...
  • Carta da parati anni settanta Molto in voga durante gli anni settanta-ottanta per la decorazione delle pareti di camere da letto e salotti, la carta da parati ha subito nel corso degli anni una drastica svalutazione, in quanto ven...

3D Brick Impermeabile Wall Sticker Mattone Decalcomania Carta Da Parati Auto pannelli Adesivi Sticker da Parete Murali Decorazione Soggiorno Decorazione Murale Background Wall Decals - 70 * 31cm (Bianco)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,99€


Carta di parati: Come si applica

Carta parati La prima fase della messa in opera è la preparazione della parete, che deve essere liscia e priva di asperità. Si consiglia quindi una rapida carteggiatura generale per eliminare anche i più piccoli rilievi. Facoltativo rimane l'uso di un fissativo, utile per colmare piccoli fori e porosità della parete e per evitare che l'adesivo impregni la parete. Si procede dunque alla preparazione dell'adesivo da parati a base di cellulosa. Le varie strisce di carta da parati vanno tagliate di circa 3-8 cm più lunghe per ogni lato dell'altezza della parete onde evitare mancanze. Attenzione a far combaciare perfettamente i disegni nel caso di carte da parati con stampe. Stendete ora la colla sulla parte posteriore della carta in modo uniforme e lasciate riposare qualche minuto in modo che si impregni. Per posizionare il primo telo è bene tracciare una linea verticale sulla parete aiutandosi con l'utilizzo di un filo a piombo. Una volta posizionato il primo nel modo corretto i successivi ne seguiranno l'andamento. Usate la spazzola da tappezziere per far aderire perfettamente la carta e per segnare con decisione il limite parete - soffitto. Per eliminare il rifilo, ovvero l'eccedenza, utilizzate un cutter.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO