Calce rasata

La tecnica di finitura con la calce rasata

La tecnica di rasatura dell’intonaco con l'impiego della calce rasata è un sistema di finitura che si utilizza al posto della tinteggiatura, soprattutto nel caso in cui si volesse dare un tocco di eleganza agli ambienti di casa. La calce in questo caso è composta da grassello e da altri materiali di origine vegetale e minerale che le conferiscono un’ottima traspirabilità, limitando la formazione di muffe e batteri. La tecnica della calce rasata era molto diffusa già nel passato. I più bei palazzi veneziani presentano infatti ancora oggi i muri decorati con questo tipo di rasatura, effettuata tramite l’utilizzo del grassello che veniva diluito e molte volte anche pigmentato. L’impasto ottenuto era quindi applicato sui muri in numerosi strati, se ne contavano anche sette, tramite un frattazzo. Pertanto la calce rasata è tra i più vecchi materiali edilizi che esistano in commercio e viene ancora oggi molto utilizzata, per via dei risultati estetici di grande impatto che conferisce alle pareti di casa. Sono molti coloro che ricorrono a questa tipologia decorativa con il "fai da te", poiché con la calce rasata è possibile ravvivare le pareti in modo pratico, veloce ed economico.
Parete in calce rasata

Cartello "INIZIO AREA CANTIERE" cm. 60x90

Prezzo: in offerta su Amazon a: 48€


Pareti in calce rasata: effetti e colorazioni

Lavorazione della calce con frattazzo Con la calce rasata le facciate interne ed esterne della casa acquisiscono un effetto puntinato che viene realizzato con l’utilizzo della spatola. Questa tipologia decorativa si adatta bene all'intonacatura dei muri esterni e interni, quali le pareti del salotto, delle camere da letto ad anche dei bagni, nonostante siano degli ambienti umidi. La calce rasata è infatti traspirante all’umidità, poiché si caratterizza per la presenza di pori che la rendono permeabile al passaggio del vapore acqueo. Inoltre, l’alcanilità della calce di base, le conferisce una spiccata capacità anti-batterica. Il grassello di calce può essere di colore bianco o pigmentato, e con questa tecnica di finitura si possono ottenere delle punteggiature e delle striature con effetti diversi e in tante varianti di colori. Più in generale, se si fa uso del grassello bianco su una parete intonacata dello stesso colore, si ottiene un effetto simile al guscio dell’uovo di struzzo. Utilizzando invece quello pigmentato, la calce rimane scura mentre l’intonaco risalterà in chiaro. Infine, nel caso in cui si volessero ottenere delle colorazioni non troppo forti, bisognerà arricchire il prodotto con le terre naturali.

  • Intonaco termico L'intonaco termico è un prodotto edile dalla composizione particolare usato per rifinire sia le pareti esterne che quelle interne di un immobile per realizzare una soluzione isolante. In questo modo s...
  • Esempio di muro rustico Un muro rustico è un ottimo elemento per caratterizzare la propria casa in stile rustico: adottato insieme a elementi in cotto, ad arredi in legno dalle linee essenziali e ai colori caldi, contribuisc...
  • Stesura intonaco per esterno L'intonaco per esterno può essere di tipo tradizionale oppure premiscelato già pronto da utilizzare. Quello tradizionale garantisce sempre un'eccellente traspirabilità delle pareti mentre quello reper...
  • Sfondellamento dei solai Lo sfondellamento dei solai si verifica quando si ha il distacco e quindi la caduta in tempi brevi della parte inferiore dell'intonaco o delle pignatte dei locali. Si tratta in entrambi i casi di comp...

SEGNALE STRADALE CARTELLO CANTIERE VELOCITà 10 KM. D 60

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,39€


Calce rasata: Come applicare il grassello di calce

grassello di calce Questo tipo di materiale edilizio può essere applicato principalmente su supporti con intonaci realizzati a base di calce. Nel caso in cui questi presentassero delle imperfezioni, quali ammaloramenti, macchie di muffa ed irregolarità, si consiglia l’asportazione e il rifacimento dei muri con nuovi intonaci, sempre a base di calce.

Il rasato di grassello di calce tuttavia può essere applicato anche su pareti di cemento, gesso ed altro tipo di rivestimento, purché siano consistenti e stagionati. Per questo motivo, per la rifinitura con la calce rasata, prima dell’applicazione del grassello si rende necessaria la preparazione della superficie di supporto, che non deve essere né troppo umida né troppo assorbente, per consentire l’ottimo ancoraggio del prodotto. Per ottenere la parete a calce rasata, il grassello, dopo essere stato steso normalmente in due mani, viene immediatamente schiacciato con il profilo di un frattone o frattazzo in acciaio.

E’ bene tenere presente che l’effetto spatolato dipende molto dalla mano di chi esegue l'opera di finitura, per cui si tratta sempre di lavorazioni uniche nel loro genere e parecchio personalizzate.



COMMENTI SULL' ARTICOLO