Tassello chimico

Quando e in che modo usare un tassello chimico

Curare o ristrutturare l'arredamento di una casa è un lavoro stimolante e creativo che da qualche anno è semplificato dal fiorire di mobilifici low-cost e grandi negozi dedicati al materiale utile al fai da te. Non sempre, tuttavia, risulta semplice scegliere gli strumenti giusti per arredare o ristrutturare casa in modo che la sistemazione dei mobili o degli accessori sia, oltre che esteticamente gradevole, anche sicura per gli adulti e soprattutto per i bambini. Questo vale soprattutto nel caso in cui alcuni mobili o elettrodomestici pesanti devono essere ancorati alle pareti. La scelta del tassello giusto a seconda del muro che deve sorreggere pesi di sovente notevoli non è sempre così scontata. Il tassello chimico è una soluzione sicura e relativamente semplice da utilizzare in questi casi.
Alcune tipologie di tassello

ANCORANTE CHIMICO FISCHER 93179 T-BOND

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,98€
(Risparmi 0,01€)


Come scegliere il giusto tassello chimico

Funzionamento del tassello chimico Il tassello chimico esteriormente non assomiglia ai tasselli meccanici che siamo abituati ad usare per ancorare alle pareti le mensole. Infatti si tratta normalmente di una resina e di un collante che una volta miscelati all'interno del foro fatto col trapano aderiscono alla parete indurendosi velocemente e permettendo una tenuta forte e duratura delle viti. A differenza dei tasselli tradizionali non è, pertanto, l'espansione meccanica a trattenere le viti, quanto l'adesione e, in parte, l'espansione chimica. In commercio è possibile reperire numerosi tipologie di tassello chimico con grandi variazioni di caratteristiche, tipologia e prezzo. In generale, tuttavia, la filosofia che sta dietro all'idea di tassello chimico rimane la medesima: due sostanze, generalmente una resina e un collante, che una volta mescolate induriscono rapidamente.

  • esempio viti cartongesso Le viti per cartongesso sono strumenti fondamentali all’interno delle nostre case. Utili per appendere oggetti alle pareti, grazie all’ausilio dei tasselli, le viti per cartongesso sono strumenti non ...
  • Tassello ad espansione I primi tasselli ad espansione sono da attribuire ad Arthur Fisher, perfezionatore di quei tasselli ad S che suo padre aveva progettato nella metà del secolo scorso. Attualmente i tasselli Fischer son...
  • Tassello nylon I tasselli Fischer sono il frutto, in primo luogo, dell'innovazione. Qualità e tecnologia sono i componenti, ma la quintessenza che dà loro origine è l'innovazione. Sono stati la voglia di sperimentar...
  • Tassello su mattone pieno L'azienda Fischer deve il suo nome all'imprenditore tedesco Artur Fischer è la persona che ha inventato e brevettato numerose scoperte al mondo. La sua invenzione nel 1958 che lo fece diventare import...

Tassello chimico Fisher FIS V 410C ml 410 [FISCHER]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,65€


Tasselli chimici

Preparazione del tassello chimico Conoscere cosa c'è dietro le pareti su cui decidiamo di appendere un mobile o un elettrodomestico è fondamentale per scegliere il sistema e la procedura di ancoraggio più adatte per la sicurezza. Il tassello chimico normalmente consiste in una fialetta contenente i due composti che esplode una volta inserita la vite o in una bomboletta che contiene le due sostanze separate. Nel caso abbiate scelto di utilizzare un tassello chimico in un muro pieno è necessario, dopo aver praticato normalmente il foro con il trapano, riempire il foro per metà con le sostanze di cui è composto il tassello, infilare la barretta filettata e attendere l'indurimento della miscela, pulendo immediatamente eventuali fuoriuscite. Per i muri a mattoni forati va inserito un tassello a calza o a rete prima dell'erogazione.


Tassello chimico: Tempi e modalità di asciugatura

Sezione di tassello chimico I vantaggi portati dall'utilizzo del tassello chimico sono notevoli riguardo alla tenuta e alla durata, ma anche rispetto alle deformazioni che spesso i tradizionali tasselli meccanici possono subire nel tempo o in situazioni di particolare tensione.Tuttavia rispetto a questi ultimi i tasselli chimici necessitano di un periodo di asciugatura prima di poter reggere il mobile o l'elettrodomestico che sono destinati a sostenere. Bisogna conoscere bene questi tempi per evitare di rovinare il lavoro, visto che essi variano notevolmente a seconda della temperatura dell'ambiente in cui vengono utilizzati. Normalmente le confezioni riportano in maniera scrupolosa queste informazioni che consigliamo di leggere sempre attentamente. In ogni caso si va da un minimo di poco più di un'ora di attesa a un massimo di cinque o sei ore.



COMMENTI SULL' ARTICOLO