Fotovoltaico conviene

Il fotovoltaico conviene a tutti

Il fotovoltaico conviene e si evolve continuamente, perché la direzione del mercato è orientata verso le energie rinnovabili non inquinanti, considerando lo stato del pianeta invaso da rifiuti, gas tossici e polveri sottili. I ricercatori stanno lavorando incessantemente per progettare impianti sempre più economici e funzionali, e tra gli ultimi ritrovati della scienza ci sono gli impianti fotovoltaici con accumulo, diversi da quelli che hanno l'obiettivo di vendere alle società elettriche l'energia eccedente. Questo tipo di impianto si chiama scambio sul posto e si differenzia da quello ad accumulo perché in quest'ultimo caso l'energia che non serve subito viene accumulata da una batteria. Con questo sistema durante il giorno si fa il pieno di energia che verrà poi usata la notte quando ce n'è bisogno. Fino a qualche tempo fa l'unica possibilità era rivendere l'energia elettrica eccedente alle compagnie, mentre adesso le batterie permettono di accumularla e usarla successivamente. Questo tipo di impianto è uguale agli altri, con in più delle batterie per accumulo che possono essere montate anche successivamente all'installazione dei pannelli solari.
Funzionamento impianto fotovoltaico

Serbatoio di accumulo SEAFLO .75L SEAFLO .75L Accumulator Tank

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,51€


Energia rinnovabile che non finirà mai

Casa con pannelli solari L'energia pulita è il trend degli ultimi anni e sarà sempre in crescita, perché il rispetto dell'ambiente è obbligatorio quanto il risparmio, considerando la crisi economica e i prezzi proibitivi delle fonti di energia elettrica. Queste fonti si esauriranno prima o poi, producono moltissimo inquinamento e hanno un prezzo in crescita costante perché diminuiscono progressivamente. L’energia solare è ecologica e non potrà mai esaurirsi, per cui puntando sul sole i vantaggi del fotovoltaico sono assicurati per sempre. La tecnologia ad accumulo ha fatto la sua comparsa sul mercato da pochi anni ed è destinata a crescere, al punto che in alcune zone che le nuove abitazioni hanno già incorporato un impianto fotovoltaico sul tetto. Il costo dell'installazione di un impianto fotovoltaico ad accumulo sta diminuendo, una volta era molto alto ma ultimamente i prezzi sono calati grazie alla diminuzione di quelli delle batterie per l'accumulo, che sono il componente più costoso. Si sono fatte largo nel mercato moltissime aziende che hanno puntato sul fotovoltaico e di conseguenza i prezzi sono calati, i prodotti in commercio sono aumentati e le tecnologie sono migliorate.

  • Energia solare La salute della Terra è seriamente minacciata dall’’inquinamento ambientale determinato dallo sfruttamento di risorse energetiche fossili non sostenibili e non rinnovabili come il petrolio. Per produr...
  • Architettura di pannelli solari I pannelli solari ibridi sono una reale alternativa tecnologica finalizzata alla produzione di energia pulita e riciclabile. Questa particolare tecnologia è da intendersi una via di mezzo tra fotovolt...
  • Pannelli solari Negli ultimi anni stanno avendo una diffusione sempre maggiore per via del risparmio che consentono di assicurare: sono i pannelli solari. Si tratta di impianti che vengono installati su larghi spazi ...
  • Energia solare rinnovabile Decidere di utilizzare l'energia rinnovabile solare è una scelta intelligente non solo perché si tratta di una fonte di energia pulita e non esauribile - e dunque non inquinante - ma è anche molto eco...

Globo 3386-6 - Lampada a energia solare da giardino/esterni, 6 LED, IP44

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,78€
(Risparmi 8,24€)


Quanto si risparmia con i pannelli solari

Pannelli solari sul tetto Il risparmio con un impianto fotovoltaico ad accumulo è superiore rispetto a quello dello scambio sul posto, ma si può notare solo successivamente, perché i costi di installazione sono superiori. Le batterie costano care e vanno sostituite almeno ogni sei o sette anni, alla stessa maniera dell’inverter che va periodicamente cambiato. Il costo delle batterie è previsto in netto calo e, facendo i dovuti calcoli, nel giro di 15 anni si può accumulare un risparmio di diverse decine di migliaia di euro. Oltre al grande risparmio sulla bolletta, il fotovoltaico conviene anche perché gli incentivi statali sono stati prorogati ulteriormente anche per tutto il 2016. Le detrazioni fiscali per le energie rinnovabili ammontano al 50% per interventi di installazione o ristrutturazione di impianti per uso residenziale. I prezzi di vendita degli impianti stanno calando ogni anno e contemporaneamente la tecnologia migliora, aumentando l'efficienza energetica dei pannelli solari. Il momento per acquistare un impianto fotovoltaico è ottimo, grazie agli incentivi statali e l’enorme concorrenza che si è creata tra le ditte di installatori che si sono affermate sul mercato.


Fotovoltaico conviene: Energia solare e tradizionale

Casa isolata autosufficiente Con un investimento modesto si possono trovare in commercio prodotti altamente innovativi ed anche i pezzi di ricambio hanno costi accessibili a tutti. Il problema dell'energia solare è la mancanza del sole, ma le nuove tecnologie degli impianti di accumulazione permettono di avere sempre energia da parte da usare nei momenti in cui non si può accumulare. Il surplus di quella prodotta durante il giorno dal sole si può sfruttare la notte o durante le giornate di pioggia. Una famiglia media può essere perfettamente autosufficiente quasi tutto l'anno, integrando la normale rete elettrica con i pannelli fotovoltaici: anche quando dovesse mancare la corrente tradizionale ci sarà sempre la batteria piena di energia solare che funzionerà sopperendo a quella mancante. Alcune abitazioni molto isolate che non sono allacciate alla rete elettrica hanno una maggiore convenienza ad installare un impianto fotovoltaico piuttosto che allacciarsi alla corrente. La diffusione di questo tipo di energia è stata leggermente intralciata dalla normativa poco chiara, ma le aziende di impianti ecosostenibili hanno richiesto al governo leggi che regolamentino il settore.



COMMENTI SULL' ARTICOLO