Compensato

Cos'è il legno compensato e come si ottiene

Il legno compensato è un semilavorato, ideato verso la fine dell'800 negli Stati Uniti d'America. Per la sua straordinaria resistenza in tutte le direzioni (a dispetto del legno naturale di gran lunga più instabile), viene largamente impiegato in diversi settori: dall'edilizia alla realizzazione di mobili e complementi d'arredo, nonché per imbarcazioni. A differenza del legno massiccio non si rigonfia, non si spacca, consente la progettazione di superfici curve e molto leggere. In commercio esistono diverse tipologie di compensato, ottenute tutte da strati sottilissimi di legno incollati tra loro mediante resistenti colle ad acqua, in modo tale che le fibre non si sovrappongano ma si incrocino tra loro. Il senso si alterna, orientandolo a 90°. In questa maniera, il pannello compensa il naturale movimento del legno, presentando la stessa resistenza alla trazione in tutte le direzioni. Il manufatto non si imbarca nè si deforma in alcun modo.
Pannelli di legno compensato

Creative Deco 10 x A4 Compensato Panello Legno Grezzo Fogli | 300 x 210 x 3 mm | Bricolage Tavola Betulla Baltico | Perfetto per Pirografia, Taglio Laser, CNC Router, Modellare, Traforato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,95€


Numero di strati per realizzare un pannello in compensato

Dimensioni e spessori del compensato Un pannello in compensato si realizza mediante più strati di legno sovrapposti, adagiati l'uno sull'altro e trattenuti da potenti colle ad acqua. In genere, vengono utilizzati fogli in numero dispari per fare in modo che le venature delle due facce esterne abbiano sempre la stessa direzione. La quantità (minimo 3 strati) viene definita in base allo spessore del pannello. Per la produzione di questo laminato si utilizzano diverse essenze tra cui l'abete, la betulla, il pioppo ed il faggio. Il compensato nobilitato, invece, viene realizzato con strati superficiali di legno pregiato come il rovere oppure il noce, mentre i fogli interni sono di legno comune. Il compensato si classifica in base alla qualità dei fogli e del collante impiegato. A tal proposito, si distinguono il multistrato, il compensato marino, quello fenolico, da interni e da esterni.

  • Lastre di legno compensato Il legno compensato è il prodotto finale risultante dall'unione di più strati di lastre di legno, più o meno sottili, che formano un materiale composito, con specifiche peculiarità. E' compreso nella ...
  • Tetto a cassettoni di legno sabbiato La sabbiatura è un intervento che può essere adottato su superfici diverse, ma soprattutto su quelle di legno, in quanto permette di ottenere risultati eccezionali. Consente di far tornare all'origina...
  • casetta in legno per bambini Le casette in legno sono davvero insostituibili per arredare il giardino. Sceglile per il tuo outdoor e gli donerai un'atmosfera non solo incredibilmente rustica, ma addirittura magica e fiabesca. Sar...
  • Una casetta per gli attrezzi Cosa sono le casette in legno e a cosa servono? Bisogna, innanzitutto, precisare che ne esistono di diverse tipologie, anche se quelle più comuni sono le casette in legno prefabbricate che vengono uti...

20 pezzi in legno di balsa compensato piastra Balsa tavole per il fai da te Casa nave aereo ( 100 mm X 100 mm x 1 mm )

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,09€


Tipologie di pannelli in compensato disponibili in commercio

Pannelli di compensato multistrato Il compensato viene prodotto in diversi continenti, per cui vengono impiegate varie tipologie di essenze. Di conseguenza, cambia la qualità del materiale e la destinazione d'uso. In commercio è possibile reperire pannelli di diverso spessore e dimensioni. In genere, il compensato standard è spesso 50 mm circa; le grandezze (larghezza ed altezza) variano dai 120x150 cm ai 212x312 cm. I pannelli da meno di 4-5 mm di spessore, vengono impiegati in falegnameria per creare cassettiere, librerie, fondi di cassetti, armadi e molto altro ancora. Invece, quelli con spessore superiore alla media vengono in gergo definiti multistrato e si impiegano per usi particolari. Il compensato assume una nomenclatura differente in base agli strati ed alla colla di assemblaggio. Viene impiegato in diversi settori dalla nautica, per la costruzione di imbarcazioni, all'edilizia. Particolarmente apprezzato dai professionisti del mobile, il compensato è la materia prima per artigiani ed amanti del fai da te.


Differenze tra compensato per interni e compensato per esterni

Legno compensato per interni Il compensato da interni viene realizzato con strati dalle essenze comuni, come l'abete ed il pioppo, mentre le due facce esterne con del legno di qualità superiore. I fogli vengono saldamente incollati tra loro con un adesivo a base di urea-formaldeide. I pannelli vengono in genere impiegati per l'arredamento interno di uffici ed abitazioni, prediligendo ambienti asciutti ed assolutamente privi di umidità. Sono ideali per mobili oppure parti interne di armadi. Il compensato per esterni, invece, fa fronte alla parziale o completa esposizione agli agenti atmosferici. Per un'esposizione totale all'umidità viene impiegata la colla fenolica ed un legno dalle essenze meno pregiate e meno costose. Per cucine e mobiletti del bagno, con una discreta umidità, si predilige invece la colla a base di urea-formaldeide melaminica.


Differenze tra compensato marino e quello nobilitato

I pannelli in compensato marino sono realizzati con materiali di alta qualità, senza buchi o vuoti. I fogli esterni sono in legno nobile e pregiato come l'iroko, il mogano, l'okumé. Vengono saldamente uniti con colle fenoliche, particolarmente resistenti all'acqua ed all'umidità. Questa tipologia di compensato è utilizzata specialmente dall'industria navale, anche se i pannelli risultano ideali per l'esterno o la costruzione di complementi d'arredo da interno. Molto costosi, sono anche molto durevoli. Il compensato nobilitato si costituisce da strati di legno tagliati di quarto o di piatto. Le essenze reperibili in commercio vanno dall'economica tanganica al pregiato noce nazionale o semi-pregiati come il faggio, il rovere, il mogano, la quercia, il ciliegio oppure il pino. La faccia esterna viene realizzata in piallaccio della stessa essenza oppure di qualità leggermente inferiore.


Compensato: Quanto costano e dove trovarli

Pannello compensto I pannelli in compensato comune non hanno costi eccessivi. Si trovano facilmente nei negozi specializzati in articoli per la ristrutturazione e l'edilizia, in punti vendita per il bricolage ed il fai da te come Leroy Merlin e Castorama oppure online su Bricolegno. Mediamente, il prezzo oscilla dai 5€/mq ai 25€/mq, ma ovviamente dipende dalla tipologia acquistata e dallo spessore che varia dai 5 ai 30 mm. Il compensato a 3 strati è sicuramente più economico del multistrato al quale bisogna aggiungere la spesa per i materiali pregiati di cui si compone. Per i compensati particolari si registra un prezzo maggiore, come nel caso di quello marino il cui costo può variare dai 10 ai 30 euro al mq. In questo caso, lo spessore preso in considerazione va da 1 ai 3 cm. Quest'ultimo è tuttavia indispensabile per rivestire ambienti come il bagno oppure la cucina con una discreta, se non importante, umidità. Il compensato comune, infatti, potrebbe facilmente danneggiarsi in breve tempo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO