Coltivazione piante grasse

Le piante grasse

Quando si parla di piante grasse, o succulente, si intendono quelle specie vegetali che si sono adattate in modo efficace alle condizioni siccitose dei territori di cui sono originarie. Le varietà di piante grasse sono davvero tante: si va da quelle di dimensioni molto piccole, a quelle decisamente grandi, dalle spinose a quelle ricoperte di soffice peluria, a crescita lenta oppure veloce. In generale, le piante grasse amano posizioni soleggiate o almeno luminose, ma ci sono diverse specie che vivono bene a mezz'ombra. Uno dei primi fattori di cui tener conto cominciando la coltivazione piante grasse è lo spazio disponibile. Se è poco, ci si potrà rivolgere a varietà piccole, che crescono lentamente, ma sono incantevoli nelle loro forme particolari e nella bellezza dei fiori che producono. Altra caratteristica determinante per la scelta è la posizione. Se soleggiata, ci si può rivolgere soprattutto alle cactacee che, con le loro spine, sono capaci di far fronte alla carenza di acqua ed alla calura dei giorni d'estate. Ancora, si può optare per piante grasse dal portamento eretto oppure ricadenti, adatte per vasi sospesi.
Piante grasse finestra

PIANTE GRASSE VERE RARE 20 PIANTE PICCOLE 5,5 VASO COLTIVAZIONE SENZA SPINE SUCCULENTE MINI SET PRODUZIONE VIGGIANO CACTUS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,9€


Coltivazione piante grasse

Fiore opuntia Tante varietà diverse di piante grasse hanno esigenze peculiari, ma alcuni accorgimenti sono validi per tutte le specie e garantiscono una coltivazione piante grasse serena e ricca di risultati soddisfacenti. La prima regola per avere succulente sane e senza marciumi è quella di curare con molta attenzione il drenaggio del vaso, anche se si tratta di un piccolo vasetto. Lo strato drenate deve essere ben efficiente ed evitare che l'acqua possa accumularsi sul fondo. Anche eventuali sottovasi vanno svuotati dopo una decina di minuti dall'innaffiatura, se ancora contengono acqua residua. Le piante grasse non vanno potate, ma eliminare periodicamente foglie secche o rovinate e fiori appassiti serve ad evitare che umidità e, di conseguenza, malattie fungine possano attaccare la pianta. Infine, se si desidera avere più esemplari delle proprie piante, è bene ricordare che la moltiplicazione delle succulente è spesso davvero facile. In molti casi basta prendere un pezzetto della pianta madre, farlo asciugare per qualche ora e poi metterlo in un nuovo vaso per ottenere nuovi esemplari. Per molte succulente basta fare una talea di foglia, mentre per altre vanno semplicemente divisi i cespi.

  • Piante grasse in appartamento Le esigenze delle piante grasse sono soprattutto quelle di avere una buona luminosità, col sole diretto, ma anche a mezz'ombra, e di avere annaffiature moderate ma non del tutto assenti, soprattutto n...
  • Piante grasse rare Le piante grasse rare possono essere definite tali per varie ragioni. Esistono specie che non hanno una forte capacità riproduttiva, può anche essere che i pochi esemplari siano presenti in luoghi dal...
  • Cactus del deserto in Messico I cactus o Cactacee sono una famiglia botanica di piante originarie dalle Americhe e appartenenti al più ampio gruppo delle succulente, comunemente note come piante grasse. Essendosi dovute adattare a...

TERRICCIO PER LA COLTIVAZIONE DELLE PIANTE GRASSE CONFEZIONE DA 7 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,5€


Piante per ogni esigenza

Vaso specie La coltivazione piante grasse viene spesso intrapresa per abbellire davanzali esposti al sole o giardini rocciosi. Nel primo caso si utilizzano soprattutto piccole cactacee come l' Haworthia, o cactus zebra, dalla crescita lenta e molto facile da coltivare. Le diverse varietà di Crassulaceae, dalle foglie succulente, o di Echinopsis, dall'aspetto tondeggiante o allungato sono tutte piante che regalano colorate fioriture in primavera ed estate, ma anche in autunno. Per un giardino roccioso, la coltivazione piante grasse può comprendere esemplari più imponenti come quelli appartenenti alle Agavaceae o alle Aloaceae, da mettere sullo sfondo, mentre succulente più piccole e dalla fioritura più frequente sono da sistemare in primo piano. Le piante grasse resistono alla siccità, ma se si vuole godere della loro bellezza non vanno trascurate a lungo; il giusto apporto idrico, da effettuare quando il terreno è asciutto, consente di farle crescere e fiorire in modo molto piacevole. Anche regolari concimazioni con fertilizzante apposito, da fornire nel periodo vegetativo ad intervalli di circa tre settimane, aiuta ad avere piante sane. La natura fornisce piante grasse per ogni esigenza.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO