Terreno sabbioso

Le caratteristiche del terreno sabbioso

Il terreno sabbioso ha numerosi pregi ma altrettanti difetti. Questo tipo di terreno, composto per lo più da sabbia mista a terriccio, è leggero e particolarmente ossigenato grazie alla presenza di granelli (fini o grossolani), che favoriscono la circolazione dell'aria. Si lavora facilmente e risulta particolarmente indicato per operazioni di giardinaggio. Il terreno sabbioso, per contro, ha il difetto di non trattenere a sufficienza l'acqua e di essere povero di sostanze nutritive come i minerali. Va quindi innaffiato spesso ed arricchito, periodicamente, con concimi e sostanze organiche. In estate, il sole ed il vento, tendono a farlo seccare precocemente, rendendo necessarie annaffiature più frequenti. È dunque fondamentale scegliere coltivazioni e piante adatte a questo tipo di terreno.
Terreno sabbioso

3-in-1 Tester del Suolo Meter di Umidità del Suolo Luce PH Test Kit Giardinaggio Cura delle Piante Pianta Paesaggistica Prato Cura in Casa e Fuori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 11€)


Gli impieghi del terreno sabbioso

Rinvaso terreno Il terreno sabbioso è particolarmente indicato per la coltivazione delle piante grasse o succulente, grazie alla caratteristica poco consistente e decisamente povera (sia di acqua che nutritivi) del suolo. Per quanto riguarda invece i fiori, il terreno sabbioso è ideale per la coltivazione di bulbi come tulipani, zafferano e gigli. La consistenza leggera ed areata del suolo consente, infatti, un adeguato processo di radicazione dei bulbi, garantendo una rigogliosa fioritura. L'impiego del terreno sabbioso è indicato soprattutto per la coltivazione di ortaggi e di vigneti. Nell'orto lo si impiega prevalentemente per coltivare tuberi come le patate, le carote e le barbabietole. Nella coltivazione della vite, infine, questo terreno favorisce una produzione di vini dal sapore robusto e corposo.

  • Tetto a cassettoni di legno sabbiato La sabbiatura è un intervento che può essere adottato su superfici diverse, ma soprattutto su quelle di legno, in quanto permette di ottenere risultati eccezionali. Consente di far tornare all'origina...
  • esempio di sabbiatura Per costruire una sabbiatrice fai da te è necessario sapere che l'aria del compressore arriva alla bombola con la sabbia; da qui la sabbia verrà sottoposta al secondo flusso d'aria per mescolarsi e po...
  • vetro sabbiato per doccia Il vetro è costituito da diossido di silicio, e la sua composizione è solida, o meglio si tratta di un liquido sottoraffreddato. Mediante la sabbiatura, è possibile rendere il vetro ruvido al tatto. È...
  • Cumulo sabbia fiume La sabbia di fiume è un materiale inerte: questo significa che non reagisce chimicamente in presenza di altre sostanze. Si trova con facilità nelle aree fluviali in quanto è generata continuamente dal...

Neudorff betonit – Integratore per terreno sabbioso, 10 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,35€


Terreno sabbioso: Come riconoscerlo

Terreno sabbioso Come riconoscere un terreno sabbioso ? Il miglior modo per capirlo è sentire la sua consistenza con le mani. Se risulta soffice e leggero al tatto, particolarmente granuloso e secco si tratta di terreno sabbioso. Essendo sostanzialmente povero, è consigliato abbinare il suo utilizzo alla tecnica della pacciamatura (strato di materiale organico posto a protezione delle radici). Il terreno sabbioso può essere impiegato per i rinvasi delle piante, ad esempio per quelle grasse. Se non si dispone di questo terreno è possibile realizzarlo da soli con alcuni accorgimenti. La composizione dovrà essere per il 60% di sabbia e per il 40% di terriccio universale. Per quest'ultimo è preferibile utilizzarne uno che contenga anche terreno argilloso, per compensare lo scarso drenaggio della sabbia.



COMMENTI SULL' ARTICOLO