Stufe a metano

Cosa sono le stufe a metano e come funzionano

Il funzionamento delle stufe a metano più moderne si basa sulla tecnologia catalitica. Ciò vuol dire che questi strumenti dispongono di un particolare sistema di catalizzatori utili a filtrare i gas combusti convertendoli in vapore acqueo e anidride carbonica. Per questo sono stufe facili da installare e, in alcuni casi, non avendo bisogno di canna fumaria, possono essere collocate ovunque. Sono provviste di celle in ceramica con forma a nido d'ape rivestite di palladio, rodio o platino che, oltre a filtrare i fumi di combustione, permettono di trasformare chimicamente le molecole di metano aumentandone la resa termica. Il processo di riscaldamento delle stufe a metano è dato da tre mattoncini ad infrarossi che possono essere accesi simultaneamente o separatamente, a seconda della temperatura che si vuole ottenere. Complessivamente, una stufa di media grandezza può raggiungere la potenza di 4200 watt. Attraverso una manopola è possibile regolare la quantità di metano che alimenta il bruciatore e, quindi, regolare la fiamma. Non necessitano di bombola del gas.
stufa a metano moderna

Stufa A Gas Metano Blue-Flame Struttura In Lamiera A Verniciatura Epossidica Antigraffio. Con Accensione Piezo Elettrica, Dispositivo Con Doppia Sicurezza 'Stop Gas' Con Analizzatore Di Atmosfera, Che Interviene Spegnendo La Stufa Quando La Percentuale Di

Prezzo: in offerta su Amazon a: 84,1€


Tutti i vantaggi della stufa a metano

modello di stufa a metano Le stufe a metano presentano non pochi vantaggi: al di là dell'elevata resa termica, nella versione moderna non necessitano di canna fumaria, non hanno tubi di scarico esterni e possono essere posizionate in qualunque stanza. Non presentano rischi, in quanto dotate di una valvola di sicurezza che provoca lo spegnimento automatico della stufa in caso di assenza di fiamma pilota e sono facili da installare giacché basta collegarle alla rete di distribuzione del gas attraverso un tubo di metallo. Dato che l'accensione avviene con il piezoelettrico, possono essere utilizzate anche quando la corrente elettrica viene improvvisamente a mancare. Non avendo bisogno di bombole del gas, hanno piccole dimensioni e quindi non ingombrano. Infine, le stufe a metano sono ecologiche ed economiche. Il catalizzatore che ne permette il funzionamento trasforma il monossido di carbonio in piccole quantità di vapore e anidride carbonica e il loro costo è più basso di quello delle stufe a legna o a pellet.

  • Stufa a legna in ghisa Le stufe a legna possono essere abbinate a un impianto di riscaldamento tradizionale oppure utilizzate come unica fonte di calore per tutta la casa.Per un corretto funzionamento è necessario che la st...
  • Esempio di stufa a gas moderna Le stufe a gas rappresentano la soluzione ideale da adottare quando si vive in una zona che non è raggiunta dal metano e si ha bisogno di riscaldare la propria abitazione. Esistono diverse tipologie e...
  • Termosifoni a colonna cromati Il sistema di riscaldamento tradizionale si basa su un moto di convezione, in questa maniera distribuisce il calore direttamente dalla fonte ai caloriferi impiantati in casa. Il meccanismo è molto sem...
  • Moderna stufa in maiolica a legna Le stufe a legna in maiolica vengono dette anche stufe ad accumulo e vengono realizzate in materiale refrattario rivestito di maiolica. Queste stufe riscaldano l'aria per irraggiamento in maniera unif...

Stufa A Gas Metano Infrarossi Ventilata Struttura In Lamiera Verniciata. Dotata Di Accensione Piezo Elettrica E Dispositivo Di Sicurezza Con Autospegnimento Contro La Presenza Di Anidride Carbonica. Con Interruttore Luminoso E Predisposizione Per Fissaggi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 122,95€


Alcuni svantaggi

stufa a metano Ogni oggetto ha i suoi pregi e i suoi difetti e le stufe a metano non sfuggono a questa legge universale. Ad ogni modo sono solo piccoli problemi che potrebbe avere qualsivoglia stufa. Le possibili problematiche sono sostanzialmente due e risolverle è davvero molto semplice. Partiamo dalla più frequente: la potenza della fiamma. Nel caso in cui la quantità di metano non sia sufficiente, la fiamma potrebbe affievolirsi o spegnersi del tutto. Al contrario, se il gas viene erogato in eccesso, la fiamma risulterà troppo alta. In entrambe i casi basta modificare le spie pilota che regolano la velocità di erogazione del combustibile. Sarà necessario individuare i tubi in alluminio all'interno della stufa e girare le viti (in senso orario o antiorario rispettivamente per abbassare o aumentare la potenza della fiamma). Altro piccolo inconveniente che può presentarsi è relativo alle grate metalliche poste in corrispondenza dei bruciatori. Il lungo periodo di utilizzo può procurare delle ostruzioni dovute all'accumulo di polveri e residui. In tal caso basterà rimuovere la grata e pulirla con l'ausilio di un apposito detergente.


Stufe a metano: Costi e manutenzione

Stufa a metano prezzo Il metano ha un costo di 0,093 euro ogni 10 kwh. Risulta più economico del gasolio e del GPL e presenta un ottimo rapporto qualità-prezzo. Il costo delle stufe varia da caso a caso, a seconda della grandezza, del modello e della potenza che il dispositivo è in grado di raggiungere. Il valore medio sul mercato si aggira tra i 100 e i 300 euro per i modelli più sofisticati e, pertanto, una stufa a metano è sicuramente più economica di altre alimentate da combustibili ecologici. Oltre all'acquisto, però, è sicuramente importante la manutenzione, necessaria a far sì che il prodotto duri nel tempo. Prima di procedere all'acquisto, è opportuno verificare che la portata della stufa sia idonea alla metratura della vostra casa e che riporti il marchio CE. La stufa deve essere regolarmente pulita dopo ogni uso. Una volta che il dispositivo si sarà raffreddato, basterà rimuovere le griglie e, dopo averle immerse in acqua calda, strofinarle con un panno imbevuto di detergente specifico. Inoltre, è necessario far eseguire un controllo della stufa ogni due anni da un tecnico specializzato. Ricordate di mantenere sempre ben ventilato l'ambiente di utilizzo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO