Stufe a gas

Stufe a gas: caratteristiche

Le stufe a gas rappresentano la soluzione ideale da adottare quando si vive in una zona che non è raggiunta dal metano e si ha bisogno di riscaldare la propria abitazione. Esistono diverse tipologie e modelli che cambiano per potenza e risparmio sui consumi, ma in genere, queste stufe a gas si presentano con una forma rettangolare, con la parte anteriore dov'è visibile l'effetto di combustione ma la bombola è coperta e non a vista. Il gas utilizzato è, in genere, propano o butano e passa dalla bombola all'alimentatore dove avviene la combustione, tramite un rubinetto che protegge per motivi di sicurezza questo percorso. Inoltre, sono presenti anche diversi sistemi di regolazione della potenza e della forza del calore generato, in modo da poter personalizzare in base alle proprie esigenze l'intensità del calore generato, tenendo allo stesso tempo sotto controllo i costi dei consumi energetici.
Esempio di stufa a gas moderna

Stufe gas Niklas infrarossi Nova Turbo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 98€


Le varie tipologie di stufe a gas

Stufa a pannello catalitico Generalmente, le stufe a gas si dividono in modelli a pannello infrarossi o con pannello catalitico. Le due versioni differiscono principalmente per la grandezza della superficie radiante, ossia quella interessata alla combustione che genera il calore. Il primo tipo, a pannello infrarossi, ha una struttura con tre pannelli in ceramica e tre livelli di regolazione di potenza. In base alle specifiche esigenze, i pannelli possono essere accesi contemporaneamente o uno per volta. Le stufe a gas con pannello catalitico, invece, montano una superficie di riscaldamento più grande, ma con una potenza di calore sviluppato bassa, anch'essa regolabile su tre livelli. Entrambe le stufe prevedono la presenza di una valvola di sicurezza per il gas, che impedisce la sua fuoriuscita quando viene spenta la fiamma e l'analizzatore di ambiente, che misura la quantità di anidride carbonica liberata.

  • Cucina a legna dalle linee rustiche Le cucine a legna, o termocucine, presentano molteplici vantaggi poiché servono a cucinare i cibi, sui fuochi o nel forno, a riscaldare casa e a produrre acqua calda sanitaria come delle vere e propri...
  • Stufa a legna in ghisa Le stufe a legna possono essere abbinate a un impianto di riscaldamento tradizionale oppure utilizzate come unica fonte di calore per tutta la casa.Per un corretto funzionamento è necessario che la st...
  • Elegante caminetto Il camino è stato il primo sistema installato all'interno di un'abitazione, quale ne fosse la tipologia, per riscaldare l'ambiente e, spesso, anche per cucinare. Ancora oggi, specialmente nelle case d...
  • Termosifoni a colonna cromati Il sistema di riscaldamento tradizionale si basa su un moto di convezione, in questa maniera distribuisce il calore direttamente dalla fonte ai caloriferi impiantati in casa. Il meccanismo è molto sem...

Bartolini IB203IT Stufa a Gas, Rosso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 86,76€
(Risparmi 29,64€)


Stufa a gas termoventilata

Stufa a gas termoventilata Esiste un'altra tipologia di stufa a gas molto pratica e comoda per riscaldare il proprio ambiente ed è la stufa a gas termoventilata. Il funzionamento di base è analogo a quello delle normali stufe a gas ma questa, in aggiunta, è dotata di due ventole nascoste da una griglia che hanno il compito di liberare calore uniformemente nell'ambiente e indirizzarlo, in aggiunta, nella zona della stanza che presenta minore temperatura. Anche qui, i pannelli possono essere scelti infrarossi o catalitici. Essi vengono alimentati con elettricità ma la ventilazione è continua e non dipende dalla corrente impiegata per gli alimentatori. Questa stufa rappresenta la soluzione ideale in ambienti molto ampi, dove il normale modello a gas non arriverebbe a coprire la richiesta di calore, spazi che necessitano di una maggiore potenza e una distribuzione attenta, mirata e rapida del riscaldamento.


Stufe a gas: controindicazioni

La manutenzione è necessaria Le principali perplessità nell'acquisto di una stufa a gas, riguardano il sistema di sicurezza di cui è dotata. La paura è sempre quella di una possibile perdita che potrebbe arrecare conseguenze estremamente pericolose per gli abitanti della casa e di chi li circonda. Alcuni modelli prevedono un funzionamento basato solo sull'elettricità, risolvendo il problema alla radice. Tuttavia, i sistemi di sicurezza che si attivano in presenza di possibili crepe nel tubo di collegamento della bombola con la stufa o la presenza di un foro nelle tubature interne, sono certificati e composti da meccanismi all'avanguardia. Per garantire la massima sicurezza, in genere si consiglia di comprare delle stufe che funzionino a propano che è più facilmente reperibile rispetto al butano. Inoltre, per garantire la massima sicurezza, è necessario rispettare le condizioni di manutenzione ordinaria della stufa, con controlli annuali e interventi manutentivi dell'intera struttura.


Stufa a gas: costi

Le stufe a gas sono apparecchi che consentono una scelta alternativa anche a livello economico per chi non ha la presenza della canna fumaria in casa. A prezzi contenuti, permettono di assicurare il giusto grado di riscaldamento all'ambiente. Economicamente, il prezzo viene stabilito dalla potenza erogata dalla stufa, per cui quelle con voltaggio maggiore, presenteranno un prezzo più alto. In genere il costo, in base al modello e alla marca, può variare dai 90 euro fino ad oltre i 600 euro.

Il prezzo finale è determinato dalla tipologia, forma e struttura della stufa scelta, se devono essere fatti lavori di adattamento all'ambiente e se la stessa deve essere posizionata in modo indipendente nella stanza o fissata all'interno del muro. In genere, le stufe a gas possono riscaldare qualsiasi ambiente, basta che esso sia ventilato per non compromettere il giusto grado di ossigenazione.


Stufe a gas dove posizionarle

Le stufe a gas moderne, essendo dotate dei più tecnologici e certificati sistemi di sicurezza, sono adattabili praticamente a qualsiasi ambiente ne abbia bisogno, l'importante è che sia presente una fonte di ventilazione. Se il luogo di installazione è un appartamento condominiale, è necessario avere l'autorizzazione dell'assemblea condominiale, anche se l'appartamento è situato in un centro storico.

Ogni ambiente della casa è adatto ad ospitare la stufa a gas, anche se si sconsiglia il suo utilizzo in bagno perché il consumo è molto maggiore. Sarebbe meglio optare, in questo ambiente, per una piccola stufa elettrica.

Se la casa è di dimensioni molto ridotte, la stufa a gas può essere inserita tramite lavori di muratura direttamente al soffitto o nella parete, anche in legno, previo acquisto di un kit apposito di protezione della parete.

Esistono anche kit accessori per il collegamento in serie di più stufe a gas in uno stesso ambiente.




COMMENTI SULL' ARTICOLO