La certificato di idoneità alloggiativa

Il certificato di idoneità alloggiativa

Il certificato di idoneità alloggiativa è un documento in cui si valuta la capienza di un'abitazione, per quanto riguarda il numero di persone che vi possono alloggiare. Le leggi vigenti in Italia infatti precisano le dimensioni minime di ogni ambiente di una casa, insieme con lo spazio, in metri quadrati, necessario ad ogni abitante. In particolare secondo la legge ogni persona in un'abitazione deve avere a disposizione almeno 14 metri quadrati di spazio, che diminuiscono a 10 nel caso in cui nella stessa casa vivano più di 4 persone. Nella legge vengono precisate anche alcune questioni tecniche, tra cui la necessità di avere finestre apribili nelle stanze da letto e in cucina. Per poter ottenere il certificato di idoneità alloggiativa un'abitazione deve essere munita degli impianti sanitari minimi, quindi deve essere presente almeno un bagno, con acqua corrente, e l'intera abitazione deve avere un impianto di riscaldamento, di qualsiasi genere.
Abitazione

Progettazione costruzioni impianti. Vol. 1A-1B. Con quaderno. Per gli Ist. tecnici per geometri. Con e-book. Con espansione online

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,53€
(Risparmi 0,87€)


Come richiedere il certificato di idoneità alloggiativa

Ristrutturazione Il certificato di idoneità alloggiativa può essere richiesto da qualsiasi cittadino residente all'interno di un comune; tale certificato deve riferirsi ad un immobile posto nel comune stesso, in cui il richiedente ha residenza. Per poter richiedere questo certificato è necessario recarsi presso gli uffici tecnici del comune, dove sono disponibili i moduli per la richiesta. Molti comuni pubblicano tali moduli anche in rete, cosa che rende più facili le operazioni di compilazione. Questo tipo di certificato deve essere considerato un attestato, quindi non è soggetto a scadenza. Nel caso in cui il cittadino residente applichi modifiche alla sua abitazione, dovrà recarsi in comune per richiedere un nuovo certificato. Tale necessità diviene reale quando le modifiche sono sostanziali, come ad esempio l'abbattimento di un muro, la chiusura di un patio o di un terrazzo, la costruzione di un nuovo bagno.

  • Quadro inserito in un contesto moderno I quadri e le stampe da appendere nella propria abitazione devono andare incontro al proprio gusto personale e, al contempo, devono armonizzarsi con gli altri complementi d'arredo già presenti in loco...
  • Abitazione immobiliare Il diritto di abitazione è un diritto reale che consente il godimento di un bene immobile adibito ad uso abitativo. Si tratta di un valore che compete non solo al titolare dell'immobile che viene defi...
  • Cos'è la casa domotica La casa domotica nasce, etimologicamente, dall'unione di due parole specifiche: domus, ossia casa in lingua latina, e robotica, una disciplina che studia tutte quelle tecnologie utili ad ottimizzare e...
  • conformità abitazione urbanistica Secondo la normativa vigente, la costruzione di ogni nuovo fabbricato obbliga alla deposizione, nel comune in cui verrà aperto il cantiere edile, di un progetto tecnico-descrittivo preparato da un pro...

Green Cell® 500W/1000W Onda Pura Inverter Invertitore di Tensione DC 12V AC 230V per Camper Auto Convertitore di Potenza, Trasformatore sinusoidale Pura per Auto Porta USB per Batteria Auto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,95€


La certificato di idoneità alloggiativa: Quando richiederlo

Casa modello Il certificato di idoneità alloggiativa è obbligatorio per i cittadini extracomunitari che intendono fermarsi a lungo all'interno del territorio di un comune italiano. In particolare il possesso di tale certificato serve in alcuni casi particolari: per ottenere il contratto di soggiorno con il datore di lavoro; per qualsiasi tipo di ricongiungimento familiare; per richiedere la carta di soggiorno per la moglie o il marito e per i figli; per avere il permesso di ospitare un lavoratore straniero. Si tratta quindi di un tipo di attestazione di fondamentale importanza per il cittadino extracomunitario, che è obbligato ad ottenere tale documento, pena l'impossibilità di lavorare in Italia, ma anche di richiedere il ricongiungimento familiare secondo le vigenti leggi. Per un cittadino extracomunitario che intende vivere in Italia è di fondamentale importanza quindi poter dimostrare di vivere in una casa salubre e di dimensioni adeguate al soggiorno suo e della sua famiglia. Le regole cui deve sottostare l'abitazione sono, dal 2009, le stesse su tutto il territorio italiano, contrariamente a quanto avveniva prima, quando ogni comune poteva stilarne di proprie.



COMMENTI SULL' ARTICOLO