Manutenzione della caldaia

Libretto d'impianto

La caldaia non è un elettrodomestico da discount. Un impianto di riscaldamento è un sistema che prevede il rispetto di precise normative di sicurezza. La caldaia, a legna, a gas, a pellet od altra alimentazione, dev'essere munita di regolare libretto d'impianto. In questo caso non si parla soltanto della caldaia ma dell'impianto di riscaldamento in generale. La caldaia, infatti, è costruita per funzionare insieme agli altri componenti: le tubazioni dell'acqua, i radiatori e tutto il resto. Una ditta autorizzata installerà la nostra caldaia rilasciando il certificato di conformità, in cui sarà dettagliatamente elencata tutta la componentistica e l'idoneità dell'apparecchio a lavorare in quel preciso ambiente dove viene collocata, con quel preciso impianto di riscaldamento. Non potranno essere apportate modifiche alla caldaia e nemmeno all'impianto, se non ad opera del costruttore stesso o della ditta autorizzata ad intervenire. Sul libretto d'impianto sarà riportato anche il piano per la manutenzione ordinaria e la pulizia.
Verifica fumi caldaia

2200W elettrico Battiscopa Convector Heater - Riscaldamento Radiatore Tre-costi, lega di alluminio Bagno di riscaldamento, regolabile temperatura del termostato, sincronizzazione di appuntamento Inter

Prezzo: in offerta su Amazon a: 371,49€


Manutenzione della caldaia

caldaia manutenzione Annualmente il caldaista verificherà i fumi della caldaia con un apposito strumento. Durante l'operazione di manutenzione della caldaia produrrà una sorta di scontrino dove saranno riportati i valori dei nostri fumi. La revisione verrà completata da una verifica generale di corretto funzionamento. Ovviamente non può farla chiunque la manutenzione periodica e non si può ricorrere al fai da te. Potremmo essere anche capaci di verificare il corretto funzionamento ma non siamo autorizzati ad intervenire né sulla caldaia né sull'impianto, altrimenti tutte le garanzie cesseranno di essere valide e correremo anche un rischio assolutamente da evitare. La cifra che il caldaista chiederà per il lavoro ordinario programmato si aggira intorno ai 100€. Dovremo farci rilasciare lo scontrino che in genere viene allegato al libretto d'impianto col timbro e la firma della ditta verificatrice, a disposizione di un eventuale controllo per dimostrare che abbiamo effettuato la manutenzione ordinaria di prassi. Al di là delle conseguenze in termini di multe (provinciali o comunali), va considerato che una caldaia a cui non viene fatta la manutenzione è un apparecchio che non ha garanzie.

  • Cucina a legna dalle linee rustiche Le cucine a legna, o termocucine, presentano molteplici vantaggi poiché servono a cucinare i cibi, sui fuochi o nel forno, a riscaldare casa e a produrre acqua calda sanitaria come delle vere e propri...
  • Stufa a legna in ghisa Le stufe a legna possono essere abbinate a un impianto di riscaldamento tradizionale oppure utilizzate come unica fonte di calore per tutta la casa.Per un corretto funzionamento è necessario che la st...
  • Esempio di stufa a gas moderna Le stufe a gas rappresentano la soluzione ideale da adottare quando si vive in una zona che non è raggiunta dal metano e si ha bisogno di riscaldare la propria abitazione. Esistono diverse tipologie e...
  • Elegante caminetto Il camino è stato il primo sistema installato all'interno di un'abitazione, quale ne fosse la tipologia, per riscaldare l'ambiente e, spesso, anche per cucinare. Ancora oggi, specialmente nelle case d...

Philips GC8652/80 Ferro da stiro con caldaia PerfectCare Aqua ECO a risparmio energetico, tecnologia OptimalTEMP, fino a 6.3bar di pressione, colpo vapore 340gr, serbatoio 2.5L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 249,99€


Interventi straordinari

manutenzione straordinaria caldaia I circa 100€ per la manutenzione ordinaria programmata possono diventare di più nel caso in cui si debba sostituire un componente per la normale usura o per un malfunzionamento. Tutta la componentistica dovrà essere originale ed il montaggio verrà effettuato esclusivamente da personale autorizzato. Sul libretto d'impianto verranno certificati gli interventi, compresa la sostituzione di accessori. Se necessario potranno essere apportate modifiche all'impianto, come l'aggiunta di ulteriori radiatori o l'espansione su un'altra stanza che precedentemente era priva di riscaldamento. Anche in questa situazione sarà soltanto la ditta autorizzata ad effettuare i lavori. Dovremo consultarla per progettare l'intervento straordinario. L'installatore verificherà l'idoneità della nostra caldaia con le nuove esigenze, valuterà se ci conviene sostituirla con una più moderna e completerà il lavoro rilasciandoci un nuovo libretto d'impianto o segnalando sul vecchio tutte le modifiche e le migliorie apportate.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO