Pannelli a pavimento

Che cosa sono i pannelli a pavimento

I pannelli a pavimento sono elementi fondamentali per realizzare il riscaldamento radiante: in pratica sono composti da tubazioni incorporate e non visibili in quanto nascoste da un rivestimento di finitura. Si tratta di un sistema molto antico (nell'antica Roma era impiegato negli edifici termali tramite intercapedini sotto i pavimenti), che si è diffuso i Italia negli anni Settanta. Dopo un periodo di abbandono, è tornato in auge circa 15 anni fa grazie all'impiego dei sistemi fotovoltaici e alle caldaie di ultima generazione. Infatti i panelli a pavimento sono ideali per sfruttare al meglio le potenzialità di questi impianti. Per avere prestazioni di alto livello si consiglia di adottare come materiale di rifinitura le piastrelle in gres porcellanato e in cotto, perché trasmettono meglio il calore. Risultati minori si hanno con il legno e si devono preferire le cosiddette essenze stabili, ad esempio il rovere e i legni esotici, come l'iroko, il doussié e il teak.
Esempio di pannelli a pavimento

Pannello 'Attenzione Pavimento Bagnato' In Plastica. Dicitura In Lingua Italiana/Inglese. Indicazione Su Entrambi I Lati.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,7€


I vantaggi dell'uso dei pannelli a pavimento

Realizzare riscaldamento radiante Il difetto principale del tradizionale riscaldamento è rappresentato da una temperatura dell'acqua troppo elevata: di conseguenza si hanno alti consumi. Inoltre le caldaie tradizionali non hanno buone prestazioni se funzionano a bassa temperatura. Per questo l'uso dei pannelli a pavimento abbinato a una caldaia a condensazione consente di limitare e di ottimizzare i consumi. Infatti questi modelli recuperano calore dai fumi di combustione, possono funzionare a temperature più basse e mettono in circolo acqua tra i 25 e i 40°C. Al tempo stesso è possibile collegare i pannelli a pavimento con l'impianto fotovoltaico e sfruttare l'acqua riscaldata in inverno. Impiegare in casa il riscaldamento radiante vuol dire avere un maggiore comfort ambientale, in quanto si ha una distribuzione uniforme e una temperatura costante su tutto il pavimento. In più i minori consumi sono dati anche dalle basse temperature d'esercizio.

  • esempio di un sistema radiante a pavimento I sistemi radianti sfruttano il calore o il fresco proveniente da tubazioni posizionate dietro la superficie dell'ambiente che si desidera scaldare. In queste tubazioni circola dell'acqua calda a bass...
  • Riscaldamento radiante a pavimento Esistono vari modi per ottenere un efficiente impianto di riscaldamento a pavimento che è uno dei più efficienti in assoluto per ottenere un ambiente e un'abitazione adeguatamente riscaldati. Il siste...

Cavalletto di legno da pavimento con doppio pannello di lavagna 1150x650mm RO BURN

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53€


Le prestazioni del riscaldamento radiante a pavimento

Pavimento con pannelli radianti I pannelli a pavimento sono la forma più comune di riscaldamento radiante: questo sistema si basa sulla messa in posa di elementi modulari riscaldanti che coprono estese superfici. In questo modo non vi sono punti lontano dalle fonti di calore, come avviene invece con i classici termosifoni. I pannelli a pavimento trasmettono il calore più convezione che per radiazione diretta: nel primo caso l'aria calda sostituisce quella fredda attraverso un movimento naturale. Al tempo stesso si mette in circolazione una quantità di polvere e pulviscoli decisamente inferiore rispetto al tradizionale sistema basato sui termosifoni. Tra l'altro l'impianto radiante a pavimento consente di raffreddare in maniera efficiente la casa durante i mesi estivi, in quanto l'acqua che circola nelle tubazioni può avere anche una temperatura di 14-18°C. Infine si ha un consumo energetico inferiori del 30% rispetto alla media, quindi i maggiori costi di installazione vengono ammortizzati in poco tempo.


Pannelli a pavimento: Eventuali controindicazioni dei pannelli a pavimento

Riscaldamento con pavimento radiante Se si decide di adottare i pannelli a pavimento bisogna tenere a mente che la loro installazione può presentare alcuni inconvenienti. In primo luogo necessitano di manodopera specializzata per la posa e i costi per sostituire una tubazione rotta sono notevoli, in quanto è necessario rifare l'intero pavimento. Inoltre, a differenza dei termosifoni, il riscaldamento radiante non può essere regolato e per raggiungere prestazioni efficienti deve funzionare 24h su 24. Di conseguenza si ha un buon risparmio energetico solo se la casa è abitata per tutto il giorno. Infine la scelta dei pannelli a pavimento va considerata attentamente nel caso di ristrutturazioni: infatti aggiungono al 7–10 cm allo spessore del pavimento e quindi si possono avere difficoltà con la chiusura e l'apertura delle porte. Per questo si hanno risultati migliori con impianti realizzati durante la fase costruttiva; in alternativa si adottano pannelli ribassati o a secco, perché necessitano di minore spazio.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO