Mobili di antiquariato

L'irresistibile fascino dei mobili di antiquariato

I motivi per cui scegliere dei mobili di antiquariato per arredare la propria casa sono diversi. Il fascino emanato dall'antico è sicuramente una delle spinte più forti all'acquisto di questo genere di articoli. Esiste, inoltre, una componente di prestigio nel possedere dei pezzi rari e unici al mondo, che genera una forte attrazione verso questo tipo di mobilio. Lo splendore del passato sembra rivivere sotto i nostri occhi quando possediamo un prezioso divano o una cassapanca del secolo scorso. Non da ultimo è opportuno considerare la componente della qualità del mobile: in passato, infatti, il legno utilizzato era di altissima qualità e dava vita a elementi robusti e capaci di durare nel tempo e la manifattura era spesso così raffinata da realizzare dei veri e propri gioielli dell'arredo.
Antico divano

Saper vedere il mobile di antiquariato. Dal Rinascimento al déco. Ediz. illustrata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,68€
(Risparmi 12,32€)


Restaurare i mobili di antiquariato

Tavolo d'antiquariato Una casa che presenti tra i suoi arredi dei mobili di antiquariato è notoriamente un luogo dotato di classe, fascino ed eleganza. Spesso sono pezzi che provengono da una fortunata eredità e necessitano di qualche intervento di restauro. Se non dovesse trattarsi di recuperi troppo complessi, per i quali si consiglia di rivolgersi a un esperto, si può optare per una rimessa a nuovo fai-da-te. In base alla tipologia di intervento specifico, sarà opportuno dotarsi degli strumenti fondamentali per operare nell'ambito del restauro. I più utili sono sicuramente guanti, gommalacca, della carta vetrata, spatole, pennelli e infine, un prezioso antitarlo, per assicurare una protezione futura al nostro pezzo di arredo. Una volta in possesso di questi elementi si potrà riportare il proprio mobile in vita.

  • Mobile in legno per il soggiorno I mobili in legno vengono realizzati con numerose essenze e fra le più comuni ci sono sicuramente il castagno, l'abete, il ciliegio e il faggio. Arredare la propria casa con mobili in legno significa ...
  • Arredamento in stile liberty Lo stile liberty è la definizione data in Italia all'art noveau, un movimento sia filosofico che artistico e di arredo che si sviluppò tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento in Europa. Il...
  • Arredi in legno di noce Il legno di noce è uno dei più pregiati al mondo, uno dei più conosciuti, apprezzati e impiegati. In genere le sue caratteristiche e il suo colore cambiano a seconda della natura del terreno e del cli...
  • Poltrona da lettura Le poltrone da lettura attualmente in commercio proposte dai più noti brand del settore sono numerose e hanno forme molto diverse le une dalle altre. Sono dei veri e propri complementi d'arredo che co...

Kit cera d'api "pure gold" di Gilboy's per lucidatura di mobili antichi e vintage (125 ml) - Ideale per l'uso su frassino, faggio, acero, rovere chiaro, pino e qualsiasi finitura in legno stanco ed essiccato.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€


Mobili di antiquariato: Operazioni di restauro di mobili di antiquariato

mobili di antiquariato Per restaurare dei mobili di antiquariato esistono diversi passaggi da effettuare, che vale la pena di conoscere più da vicino, soprattutto in un'ottica di restauro fai-da-te.

Il primo passo è sicuramente quello dell'identificazione del mobile: è infatti, opportuno datarlo per poter capire che tipo di intervento effettuare, a seconda dell'epoca in cui è stato costruito. Come primo intervento si effettua solitamente la sverniciatura, che consiste nell'eliminazione delle vecchie vernici dal mobile. Per eseguire questa operazione è necessario dotarsi di sverniciatore in gel e spugnetta in acciaio, entrambi facilmente reperibili in negozi di bricolage.

Si proceda in seguito con l'antitarlo, da passare con un pennello per poi procedere a imballare il nostro mobile con del nylon per circa una settimana, in modo da assicurarci che si impregni di prodotto.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO