Isolante termoacustico

Migliorare il comfort con l'isolante termoacustico

Il comfort di un'abitazione dipende da tanti fattori che concorrono, tutti assieme, a creare un ambiente sano che mantenga le giuste temperature nelle diverse stagioni, sia quanto più isolato dai rumori provenienti dall'esterno e, nel caso di abitazioni multifamiliari, dagli appartamenti confinanti. Le problematiche relative all'isolamento, sia termico che acustico, vengono positivamente risolte ricorrendo alla coibentazione con apposito isolante termoacustico, proposto sul mercato sottoforma di pannelli e rotoli. Per produrli vengono usati sia materiali vegetali che minerali. Il ricorso ai pannelli di origine naturale è determinato da fattori legati all'ecosostenibilità e dal fatto che gli isolanti di questo tipo garantiscono miglior traspirabilità e alti valori di fonoassorbimento.
Pannello isolante termoacustico

Isolante termoacustico: LANTIRUMORE ISOLCELL densità 80kg/m3 SP.40 mm 15 lastre

Prezzo: in offerta su Amazon a: 145€


Proprietà delle lane minerali

Rotoli di lana di roccia Per l'isolamento termoacustico dei sottotetti non abitati e dei muri perimetrali esterni e interni sono particolarmente indicate la lana di roccia e la lana di vetro. Quest'ultima viene usata anche per l'isolamento di edifici non residenziali, come ospedali e industrie. Sia la lana di vetro che quella di roccia hanno caratteristiche fisiche e chimiche eccezionali, che le rendono materia prima importantissima per la produzione di isolanti. Con un punto di fusione sopra i 1000°, queste lane minerali sono resistenti al fuoco, inerti, ossia non vengono attaccate dai microorganismi e isolano ottimamente sia dal punto di vista termico che da quello acustico. Quest'ultima capacità è determinata dal fatto che sono materiali porosi, quindi in grado di assorbire e ridurre la potenza dell'energia sonora. Inoltre, non hanno un prezzo elevato, resistono all'umidità, sono biodegradabili e riciclabili.

  • Barriera di isolamento per assorbire i suoni Oggi giorno la lana di roccia sta diventando uno dei materiali più diffusi in commercio, utilizzabile sia per semplici progetti fai da te che per interventi su ampi spazi industriali. La lana di rocci...
  • Progetto di una struttura con isolatori sismici Gli isolatori sismici consentono ad una struttura di non cadere nel caso in cui si verifichino delle scosse di terremoto. Sono particolarmente utilizzati in quei territori in cui si verificano più fre...
  • Come realizzare il cappotto termico Il cappotto termico è una tecnica di coibentazione che interessa le pareti di un edificio e che viene impiegato molto spesso durante gli interventi per migliorare le prestazioni energetiche di un immo...
  • Intonaco termico L'intonaco termico è un prodotto edile dalla composizione particolare usato per rifinire sia le pareti esterne che quelle interne di un immobile per realizzare una soluzione isolante. In questo modo s...

21 pannelli 1200xx1000 mm ISOLANTE TERMOACUSTICO:LANTIRUMORE CLIMAGIPS SP. 40 mm lastra di cartongesso preaccoppiato su di un lato con polistirene espanso estruso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 430,5€


Isolante termoacustico: Isolanti vegetali

pannelli per isolamento termoacustico Per le loro caratteristiche di porosità anche i materiali vegetali sono ottimi per la realizzazione dell'isolante termoacustico. Tra questi spiccano il sughero e le fibre di legno, che si ottengono unendo gli scarti di lavorazione del legno con tessuti naturali quali lana, linoleum, canapa, juta e fibra di cocco. Anche questi sono disponibili in pannelli o rotoli e trovano la loro collocazione ideale all'interno di tetti e solai e nel rivestimento delle pareti interne delle abitazioni.

L'assorbimento acustico dei materiali porosi garantisce ottimi risultati sia con i rumori dall'esterno, come quelli del traffico, che dall'interno, come lo scalpiccio sul pavimento negli edifici a più piani.

In commercio si trovano anche pannelli sintetici in polistirene e poliuretano espanso. La loro capacità fonoassorbente è limitata ma sono facili da posare ed hanno un costo contenuto rispetto a quelli naturali. Sono indicati soprattutto per l’isolamento delle intercapedini, del tetto e dei solai.



COMMENTI SULL' ARTICOLO