Schema impianto fotovoltaico

Il sole come energia pulita

Uno degli obiettivi fondamentali dell’uomo è quello di eliminare le fonti di approvvigionamento energetiche derivanti da combustibili fossili per svariati motivi, primo fra tutti l’inquinamento. E’ noto infatti che la combustione disperde nell'atmosfera grandi quantità di CO2 o peggio ancora sostanze nocive come particolati, ossidi di azoto, etc. L’alternativa a tutto ciò sono le cosiddette energie rinnovabili tra cui spicca quella solare che può essere direttamente utilizzata come energia termica o trasformata in energia elettrica tramite dispositivi fotovoltaici. Tali sistemi presentano vantaggi quali: modularità della tecnologia, manutenzione ridotta, assenza d'inquinamento acustico e visivo, assenza di cattivi odori, semplicità d’utilizzo e un impatto ambientale praticamente inesistente.
La green energy del futuro

CAVO H1Z2Z2-K 1x6 NERO mm² PER PANNELLI SOLARI IMPIANTI FOTOVOLTAICI EX FG21M21 10 METRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,46€


Il pannello, componenti funzionamento

Struttura ed elementi del modulo Un pannello fotovoltaico è costituito da moduli di celle in cui avviene la conversione della radiazione solare in energia elettrica. La cella sfrutta infatti l’interazione della radiazione luminosa con gli elettroni di valenza nei semiconduttori, tra i quali il più usato è il silicio. Una cella fotovoltaica richiede l’intimo contatto, su una grande superficie, di due strati di silicio p ed n. Nella zona di contatto tra i due tipi di silicio, detta "giunzione p-n", si ha la formazione di un forte campo elettrico. Le cariche generano una corrente quando il dispositivo viene connesso ad un carico. La corrente è tanto maggiore quanto maggiore è la quantità di luce incidente. E’ anche vero che non tutta la radiazione luminosa può essere trasformata in energia elettrica, si hanno infatti rendimenti di conversione tra il 12% e il 17% circa.

  • Pannelli solari La sostenibilità ambientale è un concetto sviluppato negli ultimi anni, molto importante e legato all'ambiente in cui viviamo. Prevede l'utilizzo di energia pulita e di fonti rinnovabili al fine di in...
  • Impianti fotovoltaici con pannelli I costi del fotovoltaico dipendono dalla scelta dei pannelli che vengono selezionati per essere installati sulla propria abitazione. Il prezzo iniziale si aggira sui 3000 euro per ogni kW. Occorre ten...
  • Energia solare La salute della Terra è seriamente minacciata dall’’inquinamento ambientale determinato dallo sfruttamento di risorse energetiche fossili non sostenibili e non rinnovabili come il petrolio. Per produr...
  • Impianto di riscaldamento geotermico L’impianto di riscaldamento per la casa è formato da tre componenti fondamentali ovvero il sistema di cattura del calore, la pompa geotermica e il sistema di accumulo. La captazione del calore viene e...

CAVO H1Z2Z2-K 1x4 NERO mm² PER PANNELLI SOLARI IMPIANTI FOTOVOLTAICI EX FG21M21 10 METRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,43€


Schema impianto fotovoltaico e componenti

Schema d'impianto fotovoltaico L’impianto fotovoltaico è l’insieme di vari elementi fondamentali per la produzione e l’utilizzo dell’energia. Uno schema impianto fotovoltaico è costituito essenzialmente dal campo, ovvero l’insieme di tutti i pannelli tenuti insieme in stringhe che forniscono la tensione nominale dell'impianto, da un sistema di inseguimento della massima potenza, che permette di far funzionare il campo in regime di massima potenza erogata, da un sistema di accumulo dell’energia, tipicamente batterie di accumulatori (per sistemi stay-alone) e da un inverter, col compito di trasformare la corrente continua in alternata per il funzionamento degli apparecchi. In alcuni casi si installano anche dispositivi ad inseguimento solare, ovvero movimentabili lungo l'asse verticale e/o orizzontale, che permettono di ottimizzare la resa dell'impianto nelle varie ore della giornata.


Applicazioni e tipologie

Tettoia a pannelli fotovoltaici Lo schema impianto fotovoltaico ha due applicazioni fondamentali: nei sistemi stand-alone, per utenze in cui non è economicamente conveniente l’allaccio alla rete o che sono ubicate in zone poco accessibili o non raggiunte dalla rete, e nei sistemi grid connected, con la possibilità di scambiare energia con la rete locale o nazionale. Quest'ultimo meccanismo è possibile grazie a una coppia di contatori che misurano l'enegia scambiata in ingresso e uscita. Esempi di sistemi stand-alone sono i lampioni d’illuminazione stradale o l’arredo urbano in generale, mentre esempi di quelli grid connected sono i sistemi integrati nell’edilizia che consentono sia di consumare l’energia prodotta sia di immetterla in rete e quindi di vendere quella non utilizzata, un modo per conciliare utilità e guadagno.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO