Cancello in legno

Consigli per l'installazione di un cancello in legno

Un cancello in legno non è difficile da installare, purché si possieda una certa esperienza nell'ambito del fai da te. Bisogna innanzitutto prendere con attenzione le misure e procurarsi un cancello adatto allo spazio che si ha a disposizione. Generalmente un simile elemento d'arredo viene fissato mediante un sistema a cerniera oppure tramite dei binari. La prima soluzione è l'ideale per i cancelli piccoli, mentre la seconda è di solito usata per le cancellate più ampie. I binari prevedono lo scorrimento della struttura e devono quindi essere applicati con la massima attenzione. Al termine dell'installazione, è preferibile dare sul cancello una mano di vernice trasparente e rinforzante. Si consiglia anche di predisporre un sistema di chiusura quanto più sicuro possibile, come un lucchetto oppure un chiavistello.
Un elegante cancello in legno

CANCELLETTO Cancello in LEGNO Impregnato in autoclave 100X100H CM PAPILLON

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,4€


I tipi di legno più diffusi per i cancelli

Cancello in legno con cerniere Un cancello in legno deve essere fabbricato con materiali robusti, solidi e al contempo facili da lavorare. Frequentemente si utilizza il pino, contraddistinto da una suggestiva colorazione grigia tendente al verdastro. Un'altra tipologia di legno spesso adoperata per la realizzazione dei cancelli è l'iroko, dotato di affascinanti sfumature dorate e anche piuttosto economico. Non di rado un cancello per esterni è costruito in frassino termotrattato, reso più resistente tramite particolari processi termici, oppure in larice: quest'ultimo, a causa della provenienza dell'albero da zone con clima rigido, non risente in maniera eccessiva delle intemperie, dell'umidità e delle precipitazioni. Ultimamente molti preferiscono invece il wengé, celebre per le sue striature nere e violacee e per il suo aspetto esotico.

  • Cancello in legno Per fare dei cancelli in legno fai da te è necessario avere almeno un'idea su come dovrà essere il cancello da realizzare. Infatti, se la sua larghezza è di un metro è bene lasciarlo come unica strutt...
  • Rete per recinzione Attualmente in commercio si trovano diverse tipologie di rete per recinzione. Queste possono appartenere a 3 categorie: a maglia sciolta, elettrosaldate e a pannelli modulari. Le reti a maglia sciolta...
  • Rete Betafence Pantanet Light Chi ha un giardino e vuole definire l’area di sua proprietà e allo stesso tempo impedire il facile ingresso di persone o animali indesiderati, può ricorrere alla rete recinzione. In commercio esiston...
  • Recinzione in legno per giardino Per iniziare a fare una delle tante recinzioni in legno fai da te, è bene controllare all'ufficio tecnico se ci sono delle restrizioni da rispettare. In molti Comuni infatti occorre un permesso. Dopo ...

vidaXL Cancello per Steccato 2 pz 300 x 120 cm Legno Impregnato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 75€


I vantaggi di un cancello in legno

Un piccolo cancello in legno Un cancello in legno offre numerosi vantaggi. Un simile complemento d'arredo costituisce un mezzo di protezione dai tentativi di effrazione e, con i dovuti trattamenti, è resistente e durevole nel tempo. Il legno è del tutto ecologico e rispettoso dell'ambiente: coloro che realizzano simili cancelli si servono esclusivamente di materiali atossici. In più, le strutture di questo genere sono economiche e richiedono una pulizia semplice e veloce. I cancelli fabbricati in legno presentano ovviamente anche dei vantaggi estetici, in quanto il materiale in questione può essere personalizzato con molteplici rifiniture e motivi decorativi ed è apprezzato per il suo aspetto naturale: le sfumature e le venature del legname sono in grado di suscitare sensazioni intime e familiari. Questo tipo di cancello si integra alla perfezione con lo spazio circostante.


Cancello in legno: La pulizia e la manutenzione

La bellezza del legno La pulizia di un cancello in legno non è difficile, qualora si rispettino alcune semplici regole. Per cominciare bisogna spolverare la struttura con un panno asciutto, utilizzando un pennellino per raggiungere gli interstizi ed eventuali rilievi. In alternativa è possibile adoperare un vecchio spazzolino da denti dalle setole morbide. Per lavare il cancello si suggerisce di impiegare del sapone di Marsiglia diluito in acqua tiepida: questo detergente è neutro e delicato e non rischia di rovinare la superficie del legname. Al termine dell'operazione è necessario risciacquare con attenzione e asciugare poi il tutto con un panno in microfibra. Periodicamente è importante sottoporre il legno a un trattamento impregnante, in modo da renderlo più resistente all'umidità. Qualora si notino delle incrinature, è meglio rivolgersi a un professionista per la manutenzione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO