Ferro battuto

Il ferro battuto, un'arte per tutti

Sono passati i tempi in cui le pregiate lavorazioni in ferro battuto erano prerogativa della gente facoltosa: con l'evoluzione tecnologica e gli strumenti sempre più avanzati a disposizione degli appassionati di fai da te, costruire manufatti in ferro non è più un'attività riservata ai maestri del settore. Certo, i lavori più difficili richiedono esperienza e rimangono una loro prerogativa ma oggi, grazie alla diffusione di macchinari come la saldatrice ad elettrodi e all'accessibilità ai semilavorati, anche i non esperti possono creare con le proprie mani cancelli, testiere di letti o pensiline. Basta infatti recarsi presso apposite esposizioni o dai maggiori rivenditori di ferro per trovare tutti i componenti possibili, dalle semplici punte ai decori sagomati, dai fregi ai riccioli. Una volta acquistati gli elementi, li si dovrà assemblare saldandoli con una saldatrice hobbistica o, nei casi più semplici, montare attraverso particolari congiunzioni fissate con bulloni e dadi. Insomma, a patto di volersi impegnare un po', tutti si possono permettere degli arredi in ferro battuto che oltretutto, in quanto autoprodotti, sembreranno ancora più belli!
pezzo di ferro battuto

Songmics Scaffale Scaffalatura Libreria Mensola a 3 ripiani pieghevole in ferro metallico stile rustico LSN03B

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,99€


Le fasi della lavorazione

lavorazione del ferro battuto Se i lavori più semplici possono essere eseguiti un po' da tutti, la vera e propria lavorazione del ferro battuto è certamente più complessa. Il processo si divide in particolare in tre fasi. Innanzitutto, ci si prepara realizzando uno schizzo in 3d, una sorta di modello che dovrà guidare il lavoro. In secondo luogo, si procede al taglio del materiale e alla forgiatura a caldo, da effettuarsi alla temperatura di 1000 gradi centigradi. Questo calore elevato permette infatti di dare la forma voluta al materiale, tramite battiture manuali o col martello pneumatico. Ovviamente, la forgiatura di maggior pregio è quella realizzata a mano, distinguibile da superfici disomogenee, meno regolari e lisce di quelle dei manufatti prodotti industrialmente. La terza fase è poi quella della finitura, che può essere anticata, con effetto ottenuto tramite il passaggio di una pagliuzza in ferro, oppure verniciata o a cera. Per i prodotti in ferro destinati all'esterno sono inoltre previsti ulteriori passaggi volti ad aumentarne la resistenza, ossia la sabbiatura e la zincatura.

  • Letto ferro battuto Il ferro battuto viene utilizzato per la produzione di molti oggetti in cui ci imbattiamo quotidianamente: dal letto al cancello, dalla ringhiera al passamano delle scale. Per conservarsi al meglio il...
  • Lavorazione ferro battuto La storia c'insegna come la lavorazione del ferro sia stata da sempre una delle grandi invenzioni dell'Uomo. Oltre all'intelligenza, la Natura gli ha donato anche il senso artistico e del bello con cu...
  • Ringhiera in ferro battuto Le ringhiere in ferro battuto possono essere utilizzate sia negli ambienti interni sia in quelli esterni. Il materiale adoperato per la loro fabbricazione viene sottoposto a particolari processi di pr...
  • Eleganti finestre in ferro Le finestre in ferro sono elementi al tempo stesso decorativi e funzionali, che possono assumere forme molto diverse tra loro a seconda del modello e dello stile dell’abitazione. Le soluzioni più semp...

Songmics Portafiori 4 Ripiani Decorativa in Ferro Verniciato Fioriere per Balcone Giardino GFS103B

Prezzo: in offerta su Amazon a: 37,99€


Il ferro battuto nell'arredamento d'interni

letto in ferro battuto Gli arredi in ferro battuto sono davvero infiniti: le case sono davvero piene di accessori e mobili in ferro lavorati industrialmente o artigianalmente, che vanno dalle sedie ai tavolini, dai lampadari alle scale, dai letti padronali ai lettini, fino alle strutture a castello. Solitamente, quando si pensa al ferro battuto, viene in mente un'antica lavorazione, con alle spalle migliaia di anni. Ebbene, spesso gli stessi complementi d'arredo conservano questo sapore antico, che si nota nei fregi delle gambe delle poltroncine o ancora nelle linee sinuose e nelle ricche decorazioni delle testiere dei letti o delle specchiere. Non a caso, i mobili e tutti i manufatti in ferro battuto sono perlopiù riservati a case arredate in stile classico: nelle stanze più tradizionali ed eleganti che rimandano a quelle delle antiche residenze nobili ma anche nelle meno pretenziose camere country e shabby chic, il ferro battuto è indiscutibilmente protagonista. Lo si ritrova perlopiù nella sua sfumatura tradizionale ma talvolta anche verniciato in bianco ed abbinato al legno, per regalare un'atmosfera romantica d'altri tempi e una raffinatezza davvero senza pari.


Il ferro battuto nell'outdoor

panchina in ferro battuto Il ferro battuto non è solo un elemento clue dell'interior design. Anche gli esterni lo vedono protagonista, con i giardini che quando presentano arredi in ferro acquistano subito un'aria più elegante e raffinata. Si pensi ai tanti gazebi che riempiono di stile le aree verdi, agli esclusivi set di tavolini e sedie collocati sulle terrazze o alle delicate fioriere finemente lavorate. Ma il ferro battuto dà forma anche a tantissimi cancelli che, soprattutto se arricchiti da greche e volute particolari, danno immediatamente all'abitazione un tono elitario ed esclusivo. Per non parlare delle scale da esterno e delle loro trame bucoliche a foglie e fiori, che non di rado si direbbero essere degne di una reggia. D'altra parte, esistono anche arredi più discreti, come quelli in cui il ferro, invece che all'altrettanto esclusivo cristallo, si abbina al legno. Altri manufatti comuni sono poi le pensiline poste sopra agli ingressi ed ancora le grate, decisamente ingentilite dalle lavorazioni. Infine, originali e forse un po' eccentrici ma molto d’effetto sono gli animali e le altre sculture che popolano i giardini, assimilabili a vere e proprie opere d'arte.


Il ferro battuto nell'era del minimalismo

Se da una parte il ferro battuto può far pensare ad un'estetica passata, dall'altra sempre più spesso questo materiale viene ripreso e rivisitato in chiave moderna e contemporanea.

Basta infatti abbandonare le linee sinuose e lussureggianti e l'eccesso di decorazioni per trovarsi di fronte ad arredi attuali e molto in voga, che presentano tutta la sobrietà richiesta dalle tendenze recenti.

Dai cancelli che da tondeggianti si fanno squadrati, alle scale sempre più essenziali ed avveniristiche, la nuova identità del ferro battuto è sotto gli occhi di tutti.

Anche i tavolini lasciano la loro allure aristocratica per riscoprirsi incredibilmente asciutti e minimali, con un tocco di esclusività dato solo dalla finitura glossy della superficie d'appoggio.

I lampadari non sono da meno: le forme sontuose e regali cedono il passo, con gli innovativi modelli che incontrano il mood postindustriale del metallo cromato insieme al rigore delle forme cilindriche e rettangolari.

Insomma, ad un ferro battuto che conserva la nobiltà del passato se ne affianca sempre più spesso uno più nuovo e rivolto al futuro, che interpreta alla perfezione lo spirito del ventunesimo secolo.


Ferro battuto: Come eseguire la manutenzione

Il ferro battuto è estremamente resistente ma per mantenersi al meglio ha bisogno di essere curato con attenzione.

La pulizia ordinaria, fortunatamente, è davvero molto semplice: per eseguirla basta fabbricarsi da sé un detergente ad hoc, dissolvendo in una base d'acqua un po' di sapone ed ammoniaca.

Se invece si vuole procedere alla lucidatura le alternative sono due: o si pennella la superficie con un olio apposito o si fa una velatura a base di gommalacca.

Quando poi l'oggetto è intaccato dalla ruggine si rende necessaria la pulizia straordinaria, che prevede un ammollo di un'intera notte, cui seguirà una spazzolatura energica, da effettuarsi con una spazzola di ottone.

Infine, nel caso il ferro presenti graffi evidenti o serie ammaccature, bisognerà affidarsi alla manutenzione periodica.

Ancora una volta, si spazzolerà con forza il manufatto per eliminare la ruggine già formata. Una volta preparata la superficie, bisognerà cospargerla con abbondante antiruggine ed infine con della vernice adatta ai materiali ferrosi.

Seguendo queste indicazioni il ferro si manterrà sempre in ottimo stato e continuerà ad abbellire la casa per ancora molto tempo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO