Coltivare l'orto

Il terreno adatto per coltivare l'orto

Per coltivare l'orto si deve progettare preventivamente la collocazione migliore delle giovani piantine o dei semi. Inoltre bisogna considerare le precedenti coltivazioni, facendo in modo di non rimettere le piante della medesima famiglia nello stesso posto per più stagioni successive. Il terreno va preparato con un'energica operazione di vangatura e di zappatura, cercando di rompere tutte le zolle più dure e rendendo più friabile possibile il substrato, così da far sviluppare bene la parte radicale. La concimazione verrà effettuata precedendo la semina di alcune settimane, in modo che la terra riesca ad assorbire completamente le sostanze nutrienti e le piantine non entrino in contatto diretto col fertilizzante. Dopo aver ricoperto con altra terra si attenderà il momento giusto, per la semina o per il trapianto.
Coltivare orto

Gardigo 66983 - Disabituante Repellente ad Ultrasuoni Anti-Formiche con raggio di 25 m², Grigio, 60 x 60 x 50 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


L'irrigazione nella coltivazione dell'orto

Raccolta ortaggi Una delle questioni più importanti per coltivare l'orto con buoni risultati produttivi è l'approvvigionamento idrico. Le verdure hanno bisogno di discreti quantitativi d'acqua anche durante la stagione estiva. Il vantaggio maggiore sarebbe avere a disposizione un canale di irrigazione naturale, dove sistemare una pompa e collegare l'impianto. In alternativa si può ricorrere all'acqua di casa, magari studiando un sistema di raccolta di quella piovana per minimizzare gli sprechi. Le annaffiature dovranno essere regolari senza esagerare e senza creare pericolosi ristagni idrici che potrebbero generare muffe e marciumi nelle piante. La terra dovrà assicurare il giusto drenaggio, assorbendo completamente le precipitazioni atmosferiche anche quando sono particolarmente intense. Le ore migliori per irrigare sono la sera dopo il tramonto e al mattino presto, quando i raggi del sole non sono diretti.

  • Piantine zucchine Ci sono vari posti dove poter Piantare zucchine, si possono interrare sia in orto che in vasi sistemati fuori terrazzi e balconi. Lo zucchino o zucchina, (può essere chiamato sia maschile che femminil...
  • Varietà fagioli Il fagiolo è una pianta di appartenenza alla famiglia delle leguminose, coltivata sin dai tempi antichi nell'America centrale, (principalmente nel Perù), fu importata in Europa dopo la scoperta dell'A...
  • Peperoni rossi Il peperone è un ortaggio di cui esistono numerose varietà, tutte facilmente coltivabili in un orto domestico. Innanzitutto i peperoni possono essere a frutto grande o piccolo, cioè quelli che si chia...
  • Insalate biologiche Per avere un orto biologico che produca buone quantità di verdure e ortaggi prelibati, è necessario scegliere il terreno giusto. Prima di tutto bisognerà progettare l'orto cercando di capire quale sia...

Cibocrudo Bacche di Goji Crude - 125 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,1€


La collocazione delle piante

Erbe aromatiche Per coltivare l'orto in maniera corretta è importante andare a seminare o trapiantare le verdure e gli ortaggi nella giusta posizione. Sarebbe consigliato, ad esempio, mettere le specie rampicanti dietro alla coltivazione, in modo che non facciano ombra alle altre varietà frapponendosi tra la luce solare. Inoltre bisognerà valutare la giusta rotazione, conoscendo magari alcune piante con altre, che così si gioveranno a vicenda della loro vicinanza. È il caso di alcune erbe aromatiche che fungono da antiparassitario naturale tenendo lontani gli insetti da un'altra pianta grazie agli odori che sprigionano. Il basilico vicino ai pomodori ad esempio aiuta a tenere a bada il ragnetto rosso. Un'altra importante considerazione da fare prima di procedere con la semina o con il trapianto è l'esposizione, cercando una zona più o meno soggetta all'irraggiamento diretto a seconda delle esigenze della pianta da coltivare.


Coltivare l'orto: Il clima adatto

Piante rampicanti Per avere un orto produttivo e ottenere verdure prelibate sarebbe meglio rispettare il ciclo naturale delle stagioni, preferendo le specie che maggiormente si adattano alla zona di coltivazione. Ci sono alcune verdure che crescono anche senza particolari interventi da parte dell'uomo, semplicemente cercando di limitare le avversità e rimuovendo periodicamente le malerbe. In una zona montana del nord, per esempio, sarebbe sconsigliato cimentarsi nella coltivazione degli agrumi, cosa che invece al sud è molto più facile. Per combattere le malattie e i parassiti è possibile ricorrere a metodi naturali, come i decotti di erbe, da aggiungere all'acqua di irrigazione. Anche l'aglio, il basilico, il rosmarino o il peperoncino possono tenere lontani alcuni insetti che non tollerano odori forti. Oppure si possono comprare antiparassitari chimici, il cui utilizzo andrebbe limitato all'effettiva necessità. Coltivare l'orto significa anche e soprattutto produrre verdure e ortaggi naturali e sani.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO