Camelia malattie

La più comune tra le Camelia malattie

Quella che senza dubbio è la più comune tra le Camelia malattie, è conosciuta col nome di apoplessia. Si tratta di una malattia causata da un fungo che riesce a penetrare nella pianta attraverso tagli presenti sul tronco o sulle foglie. Un chiaro segno che la Camelia è stata colpita da apoplessia è l’avvizzimento delle foglie appartenenti ad un unico ramo. Inoltre, sovente, le foglie presentano anche piccoli forellini contornati da un cerchio nero. Può portare alla morte della pianta anche molto tempo dopo rispetto ai primi danni avvistati. Ovviamente è possibile prevenirla trattando la pianta con dei fungicidi, ma nel caso la Camelia sia già stata attaccata dal fungo bisognerà immediatamente potare le parti che sembrano colpite dalla malattia. Sui tagli praticati dovrà poi essere applicata una crema cicatrizzante, in modo che altri parassiti non debilitino ulteriormente la salute dall’esemplare.
Apoplessia camelia

Zestlife Estratto di tè verde (1000mg - 90 compresse) * NEW introduttivo prodotto Offerta Speciale * alto contenuto di antiossidanti ; Perdita di peso;

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,36€
(Risparmi 4,61€)


Tra le Camelia malattie c’è il marciume radicale

Bocciolo camelia Il marciume radicale è una tra le Camelia malattie più subdole. Molto spesso viene infatti scambiata per apoplessia e quindi curata nel modo sbagliato, portando immancabilmente alla morte della pianta. Il marciume radicale è causato da una grave mancanza di ossigeno da parte delle radici e si sviluppa in una vera e propria infezione a carico di tutta la Camelia. La malattia insorge quando l’intero apparato radicale viene coperto con uno strato di terra non adatta, che quindi impedisce alle radici di respirare. Sono proprio i sintomi i fattori che maggiormente possono trarre in inganno. Compariranno infatti foglie avvizzite con macchie brune proprio come nell’apoplessia ed una defogliazione eccessiva. Sarà quindi doveroso controllare i petali dei fiori: se anche appena sbocciati presenteranno delle macchie brune, allora il marciume radicale sarà già in atto. Per prevenire la malattia sarà sufficiente piantare la Camelia non troppo in profondità, creando un substrato di corteccia. La fase iniziale del marciume può essere curata con un fungicida specifico, mentre in fase avanzata la malattia porterà alla morte della pianta.

  • Bonsai di camelia fiorito I bonsai di camelia sono particolarmente ambiti per le loro prospere fioriture. Sia il tronco che i rami sono facili da modellare e assumono senza soffrire qualsiasi forma gli si voglia imprimere. La...
  • Pianta di Camellia fiorita La camelia è un tipo di pianta che appartiene alla famiglia delle Theaceae il cui genere comprende 250 specie, anche se le più comuni risultano essere una cinquantina, prima fra tutte la Camellia sine...
  • Camelia fiori La Camelia è una pianta ideale anche per tutti coloro che non hanno il pollice verde. La Camelia coltivazione, infatti, è molto semplice, soprattutto grazie all’adattabilità della pianta. Innanzitutto...
  • Camelia fiore La camelia è un fiore molto popolare, il suo nome si deve al gesuita G. J. Kamel che introdusse la coltivazione delle camelie nel diciassettesimo secolo, importandole dal Giappone La camelia, che appa...

Jiangtao Massager del Piede Massager Personale di Legno Massager di Legno del Grande Massaggiatore di Fila di Cinque Piedi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,89€


Infestazione da acari

Acari foglia Molto spesso le Camelie sono attaccate dagli acari. Si tratta di piccoli insetti che si nutrono della linfa della pianta indebolendone la struttura e rendendola incapace di dar vita a nuove foglie o fiori. La presenza degli acari si denota da piccole macchie di color ruggine che compaiono sulle foglie. Una cura tempestiva debellerà in fretta il problema e riporterà la Camelia al suo splendore. Tutti i consorzi agrari ben forniti dispongono di anti acari adatti allo scopo, ma se si preferisce utilizzare qualcosa di più naturale è possibile preparare a casa il prodotto idoneo. Il decotto di aglio, infatti, è uno tra i rimedi più efficaci in caso di acari. Basterà semplicemente mettere un’intera testa d’aglio suddivisa a spicchi in 500 ml di acqua fredda e portare il tutto ad ebollizione. Trascorsi cinque minuti si toglierà la pentola dal fuoco, si farà raffreddare il decotto ed una volta filtrato potrà essere nebulizzato su tutta la pianta. Infine non bisogna scordare che una Camelia sottoposta ad antiparassitario non dovrà essere esposta alla pioggia per almeno tre giorni consecutivi.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO