Piante arbustive

Caratteristiche principali e classificazione delle piante arbustive

Le piante arbustive fanno parte delle specie perenni e legnose. Esse si possono classificare in due tipologie, ovvero un tipo spogliante a foglia caduca e un tipo perenne a foglia persistente. Quando si va a scegliere l'arbusto da collocare nel proprio giardino si deve pensare principalmente alla tonalitÓ cromatica che si vuole realizzare e se la pianta dovrÓ svolgere una particolare funzione, come contenere viali o tracciare sentieri. Un aspetto positivo delle piante arbustive Ŕ che in ogni periodo dell'anno si possono avere piante in fioritura favorendo combinazioni diverse di colori e profumi. La fioritura pu˛ essere breve o lunga in base alla specie. Per quanto concerne le dimensioni della pianta dipenderanno molto dallo spazio che si ha all'interno del proprio giardino e dal tipo di collocazione che si intende riservare. Questa varietÓ di pianta, inoltre, non richiede molti interventi di manutenzione; bisogna prestare maggiori cure pi¨ che altro nella fase giovanile con qualche intervento di potatura.
Agrifoglio pianta

Yiqing Garden AA- Piante arbustive secche Artificiali, Grande Hotel a Terra Lobby Decorazione Accessori Casa Paesaggio Ornamenti vegetali 0626 (Size : S)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 239,39€


Come coltivare e curare le piante arbustive

Trasferimento pianta arbustiva Le piante arbustive sono piante molto resistenti che si adattano con facilitÓ ad ogni tipo di clima e di terreno, purchÚ abbiano una buona esposizione alla luce. La messa a dimora pu˛ avvenire da ottobre e fino a metÓ maggio. ╚ assolutamente sconsigliato piantare questa tipologia di pianta quando il terreno Ŕ gelato o impregnato d'acqua. Nella preparazione del terreno la concimazione di fondo dovrÓ essere costituita da letame a cui, nella fase di piantagione, potrÓ essere aggiunto del composto chimico granulare arricchito da fosforo. Quando si piantano le arbustive in campo aperto bisogna rispettare delle distanze adeguate. Per esempio per le piante grandi meno di un metro bisogna piantarle distanti fra loro almeno 60-80 centimetri, mentre quelle da 1,80 metri in su devono essere distante 120-150 centimetri circa. Se invece si desidera piantarle in vaso bisogna scegliere un vaso profondo e bucherellato per permettere il drenaggio dell'acqua e mescolare insieme terra da giardino e terriccio universale che si pu˛ reperire facilmente nei negozi di articoli da giardino.

  • aiuola da giardino Le aiuole giardino sono elementi decorativi molto apprezzati: per mettere a punto la soluzione bisogna tenere conto delle dimensioni dello spazio verde esterno, le piante che si vogliono adottare, l'e...
  • Come progettare giardino Progettare il giardino vuol dire avere uno spazio di grande bellezza e armonia in cui trascorrere i giorni di primavera ed estate svolgendo un gran numero di attivitÓ. Vi sono vari fattori da consider...
  • Bordure aiuole Le bordure per aiuole sono elementi decorativi e funzionali che rendono ancora pi¨ belle le aree fiorite del proprio giardino. Infatti delimitano visivamente e fisicamente lo spazio riservato alla cre...
  • Aiuola pietra Le aiuole in pietra sono spazi del giardino delimitati da muretti composti da questo materiale. La loro funzione principale Ŕ quella di ospitare al loro interno un gruppo di piante ornamentali atte ad...

Involucri di protezione per alberi,tessuto non tessuto antigelo invernale Warm Worth coperta di brina,protezione per tronco d'albero a prova di inverno Piante arbustive Protezione antigelo bendaggi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,39€


Piante arbustive: Messa a dimora

Radici pianta Per preparare il terreno per l'impianto di arbusti a radici nude Ŕ necessario per prima cosa estirpare le altre piante infestanti. Inoltre la messa a dimora di tali piante richiede uno scavo dai 40 ai 60 centimetri circa di profonditÓ. ╚ fondamentale assicurarsi di rimuovere tutte le pietre nella buca, le quali potrebbero ostacolare la crescita ed il corretto ancoraggio della radice al suolo. Prima di procedere all'impianto vero e proprio Ŕ consigliabile rimuovere le radici rotte ed immergere l'intero apparato radicale in un miscuglio costituito da acqua e terra morbida. Dopo aver ricoperto interamente le radici con della terra soffice, annaffiarle abbondantemente. Il flusso dell'acqua attorno all'apparato radicale favorirÓ l'assestamento naturale della terra attorno alla pianta, garantendone una solida stabilitÓ al terreno. ╚ importante non interrare troppo a fondo la radice, il colletto infatti dovrÓ essere mantenuto fuori dalla terra.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO