Coleotteri

Malattie delle piante

Il giardino è da sempre, per chi lo possiede, il personale angolo di Paradiso. Inspirare il profumo dei fiori appena sbocciati, la passeggiata tra i frutteti per cogliere un frutto o il semplice riposo sotto l'ombra di una quercia, sono quei momenti di relax a cui una persona non vorrebbe mai rinunciare. Cosa accadrebbe però alla vostra pausa dal caos, se le foglie fossero ingiallite e i frutti rovinati perché vittime di una delle tante malattie delle piante ? Il Paradiso diventerebbe l'Inferno e sareste costretti a capire quale dei tanti nemici ha sferrato il suo attacco. Il rigoglioso giardino può subire diversi assalti, sia parassitari sia per la scarsa igiene delle piante. Tra i parassiti più insistenti, perché numerosi nella sua specie, vi sono i Coleotteri. I Coleotteri sono insetti parassitari con corazza rigida, esistenti in tutto il mondo e quindi persistenti, ma non impossibili da allontanare. Ci vuole solamente impegno e attenzione.
Coleottero foglia

Guida ai coleotteri d'Europa. Ediz. illustrata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,2€
(Risparmi 4,8€)


I danni causati dai Coleotteri

Esempio foglia danneggiata da parassiti Al primo posto, per devastazione del giardino, ci sono i parassiti poiché sono la maggiore causa delle malattie delle piante. Tra loro possiamo trovare i piccoli pidocchi, le mosche e altri insetti ancora ma, in campo di predominanza distruttiva e numerica troviamo l’Ordine dei Coleotteri. I Coleotteri solitamente escono con l'alzamento delle temperature e sono facilmente riconoscibili grazie alle loro forme particolari e i colori vivaci. La loro presenza martirizza il vostro giardino riducendo la brillantezza dei suoi colori. I danni causati da questo tipo di insetti, infatti, sono subito visibili, non solo esteticamente con macchie scure, foglie secche, bucherellate e frutta toccata, ma anche nel sapore dei vostri prodotti. Inoltre, nel peggiore dei casi, possono spingersi fino alle viscere del terreno causando la morte della pianta.

  • Cocciniglia vista in laboratorio I parassiti delle piante grasse sono tutti quegli esseri viventi che sotto determinate condizioni intaccano la pianta stessa compromettendone la salute. Questi possono appartenere a differenti tipolog...
  • Totrice verde Le tortrici sono il nome con cui si indica la grande famiglia di insetti Lepidotteri Tortricidi: sono farfalle di piccole dimensioni e ne sono state scoperte più di 1000 generi e oltre 10.000 specie. ...
  • Antiparassitario limone Agli antiparassitari naturali si deve ricorrere se si osserva che la pianta mostra segni di malattie o necrosi all'apparenza inspiegabili. Con un'attenta valutazione però si possono notare delle diffe...
  • Infestazione afidi verdi Gli afidi delle piante succhiano la linfa degli esemplari a cui sono attaccati, soprattutto quelli ornamentali e quelli da frutto. Se ne nutrono perforando in profondità il fogliame e i germogli e pro...

Coleotteri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 0€


Come combattere i Coleotteri?

Esempio danni I Coleotteri in età adulta sono ben riconoscibili, ma dovete avvicinarvi e controllare anche le foglie per verificare se ci sono le loro uova dai colori sgargianti, visto che sono anch'esse molto pericolose per le piante. Nel caso in cui trovaste delle uova parassitarie sul fogliame, il consiglio è di eliminarle con del cotone o semplicemente con la mano. Dopo le foglie controllate anche gli steli, i tronchi e soprattutto il terreno, perché è da lì che nascono i peggiori danni. Nel caso in cui ne scorgeste, eliminatele insieme a una parte di terra. Nel caso l’invasione di Coleotteri in fase larvale fosse estesa, si consiglia l’utilizzo di rimedi naturali come il piretro. Per i Coleotteri in età adulta ci sono insetticidi appositi, ovviamente è sempre meglio non abusarne perché hanno proprietà urticanti.


Come prevenirne l’invasione

Coleottero Prevenire la loro temibile invasione è possibile principalmente nelle coltivazioni. Utilizzando alcune accortezze potete evitare che i Coleotteri femmina depongano le uova nel terreno durante il periodo invernale. Usare concimi organici maturi ad esempio è uno di questi, visto che li trovano sgradevoli. Inoltre, è consigliato coprire il terreno in prossimità delle radici con un telo o con della paglia, proprio per evitare che vengano deposte le uova. Un altro rimedio da poter utilizzare sono le piante repellenti non fitotossiche, tipo il Piretro e il Tanaceto, che sono entrambe adatte a infastidire i Coleotteri. L'importante è che vengano utilizzate in modo corretto e ponderato. Con questi piccoli accorgimenti potrete stare un po’ più tranquilli e godervi in serenità il vostro angolo di Paradiso.




COMMENTI SULL' ARTICOLO