Malattie orchidee

Orchidee

Le orchidee sono piante caratterizzate da una fioritura vistosa e duratura, ma alcune malattie possono comprometterla. La colpa non è sempre di malattie vere e proprie, a volte si tratta, più semplicemente, di errori nelle tecniche di coltivazione. Le foglie sono opache e poco turgide: l'umidità ambientale è troppo scarsa, spruzzate la pianta con acqua decalcarizzata o aumentate l'acqua presente negli umidificatori sui termosifoni. Se la crescita si blocca e i fiori cadono è sintomo che la pianta ha sete, bisogna aumentare la quantità d'acqua somministrata o aumentare il numero delle innaffiature. Al contrario, un eccesso idrico è la causa che porta alla caduta delle foglie, meglio diradare le innaffiature. Se la pianta presenta ustioni sulle foglie, invece, sicuramente è stata esposta alla luce diretta del sole quando le stesse erano bagnate. Le foglie non andrebbero mai bagnate. Una pianta che non fiorisce sta soffrendo la mancanza di luce, va spostata in un luogo più luminoso; non necessariamente in pieno sole, magari dietro alla tenda di una finestra esposta a sud (il sole diretto dietro ai vetri è pericolosissimo, per le ustioni che può provocare alla pianta).
orchidee malattie

CONCIME LIQUIDO ORCHIDEE OTTIMO SVILUPPO E FIORITURA PREVIENE MALATTIE 3x 1 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,9€


Malattie orchidee: parassiti

orchidee parassiti Come tutte le piante anche le orchidee possono essere soggette a parassitosi. Uno dei parassiti che attacca le orchidee è la cocciniglia. Sono attaccate sia da quella bruna che da quella cotonosa e la loro presenza è evidenziata dalla presenza di macchioline scure sulle foglie. Le cocciniglie brune hanno forma a scudetto, mentre le cotonose sono simili a piccoli batuffoli di cotone. Se l'infestazione non è grave si può cercare di rimuoverle con un batuffolo di cotone impregnato di alcool, ma se il problema persiste si dovrà ricorrere ad un insetticida. Se, invece, sulle foglie è presente una serie diffusa di puntini decolorati, la pianta è stata attaccata dal ragnetto rosso. E' un piccolo acaro, di colore rossastro che punge la foglia per succhiarne la linfa causandone l'accartocciamento e il disseccamento. E' favorito dalla mancanza di umidità, insieme alla presenza della polvere sulle foglie che funge da protettivo. Nebulizzare la pianta con acqua (non calcarea) aiuta a tenerli a bada, ma se l'infestazione è grave serve un insetticida.Quando le foglie diventano appiccicose siamo in presenza dell'afide, un piccolo insetto di colore verde. Servirà un insetticida.

  • Sezioni botaniche di orchidea Le orchidee sono delle piante d'appartamento molto diffuse in Italia, la cui origine però si colloca molto lontano dal nostro Paese, ovvero nelle zone tropicali e sub tropicali di Asia e America. Le o...
  • Orchidee Vanda Le Orchidee Vanda sono piante da fiore originarie del continente asiatico e in particolare dell'India, della Cina, della Malesia e dell'Indonesia; alcune varietà sono coltivate anche in Australia. A q...
  • Ramo di orchidee bianche Per la riproduzione delle orchidee è poco usata la tecnica dei semi, in quanto alcune varietà di questo magnifico fiore rientrano tra le specie protette. Le tecniche più usate dunque sono quelle agami...
  • Orchidea da travasare Un tempo ritenute piante rare e molto pregiate, le orchidee si sono ben ambientate, grazie anche alle nuove varietà, alla vita alle nostre latitudini. Il prezzo, un tempo quasi proibitivo, è diventato...

Orchidee. Cure colturali, generi e specie

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,74€
(Risparmi 0,16€)


Malattie fungine Orchidee

fiori orchidea Sono favoriti da errori di gestione della pianta, come l'eccessiva quantità d'acqua e il posizionamento in zone buie e fredde.

L'Antracnosi causa macchie nere rotondeggianti, depresse, su tutta la parte aerea. intervenite con prodotti chimici e con l'eliminazione fisica delle parti malate.

La necrotizzazione delle foglie con macchie irregolari che col tempo hanno interessato ampie porzioni di foglia è stata causata da Fusarium spp. Prevenitelo, tenendo l'orchidea in ambiente ventilato, dopo è difficile intervenire anche con gli anticrittogamici. Quando il marciume si manifesta su foglie e fiori indica, con ogni probabilità, un attacco di Botrytis spp. La pianta diventa molliccia, le foglie necrotizzano sulle punte e i fiori presentano macchie rotonde con un alone più scuro verso l'esterno.

Se la pianta muore in due settimane, dopo aver presentato macchie scure circondate da un alone giallastro sulle foglie e sugli steli è stata colpita dalla Phytophthora spp. o dal Pythium spp. Entrambi causano il marciume nero. Quando gettate la pianta notate la grave marcescenza delle radici. Sia per queste ultime che per la Botrytis la lotta si effettua con specifici anticrittogamici.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO