Case a corte

La forma residenziale a corte

Lo studio della forma residenziale a corte permette anche un approfondimento dell’evoluzione e dell'espansione della città urbana. La residenza a corte, più che essere una tipologia edilizia è più che altro un tipo urbano, quindi si colloca a metà strada tra la categoria architettonica e quella urbanistica. Infatti quando si affronta il tema della forma residenziale a corte si parla della forma degli spazi stessi e della loro organizzazione, ma anche di argomenti prettamente architettonici, come le colonne o le finestre. Inoltre l'argomento è anche inevitabilmente legato alla forma delle strade e all’altezza delle facciate, e quindi all'organizzazione dello spazio pubblico e allo stesso tempo privato. La forma a corte era presente anche nel passato, ad esempio la troviamo nelle tipologie edilizie greche ed elleniche, ma anche nelle città di origine romana, fino alle città medievali e ai centri di colonizzazione spagnola in America.
Casa a corte

Abollria Vestito Donna Casual a Manica Corta Abito Estivo a Linea A Pigiama Vestiti da Casa Camicia da Notte Tunica Casual Taglie Forti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Caratteristiche della casa a corte

Casa a corte Le caratteristiche della casa a corte riprendono alcuni elementi del palazzo in stile settecentesco. Ad esempio un elemento tipico è la posizione della scala, in posizione laterale, ma anche la posizione dell'atrio centrale che collega la strada esterna con il cortile. La casa a corte occupa dimensioni abbastanza grandi, infatti solitamente riempie una porzione sostanziosa dell'isolato stesso. Generalmente la casa a corte è di circa 4 piani. Si possono verificare soluzioni differenti: la casa a corte di testata, che presenta i suoi tre fronti direttamente sulla strada, mentre il quarto prospetto è limitato da un muro di confine con un altro edificio; la casa a corte chiusa, con due fronti che si affacciano sulla strada e con la corte che si trova centrale rispetto all'intera costruzione.

    Corto Maltese. La casa dorata di Samarcanda

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€
    (Risparmi 2,1€)


    Vantaggi e svantaggi delle case a corte

    Casa con corte La casa a corte è una tipologia edilizia antica, tipica della vita contadina. La casa a corte odierna è un'evoluzione di questa, che oggi è riuscita ad adattarsi alle nuove abitudini e ai moderni stili di vita della società. Uno dei vantaggi della casa a corte, è la possibilità di avere maggiore privacy nei confronti dell'esterno; allo stesso tempo però, il complesso può ospitare numerosi abitanti e spesso l'atrio e il cortile interno possono diventare luogo di aggregazione tra varie famiglie. Un altro vantaggio è il maggiore isolamento acustico presente nel lato interno del cortile della corte. Tra gli svantaggi troviamo il soleggiamento, che può variare, ed essere favorevole o meno, a seconda della posizione dell'abitazione. Collegato a questo svantaggio vi è anche il difetto della presenza di ombra, che viene gettata dalle unità abitative adiacenti.


    Case a corte: Le case a corte nel Salento

    Casa antica rurale Le case a corte del Salento sono tipiche abitazioni rurali, caratterizzate da un cortile interno, sul quale si affacciavano le unità abitative. Lo spazio comune era un luogo di aggregazione, ma all'occorrenza anche di lavoro, di deposito, di gioco. Nell'antichità la casa a corte era caratterizzata da una abitazione singola, ma con il tempo diventa plurifamiliare. Questa tipologia veniva usata per facilitare i rapporti tra la famiglia, ma anche per utilizzare lo stesso appezzamento di terreno del lotto. Nel Salento sono diffuse più che altro le case a "corte chiusa", costituite quindi da un unico portone di ingresso. Ne si trovano ancora oggi nella zona di Lecce, nei pressi di Nardò, Gallipoli e Leverano. Nella zona della Grecia Salentina, a Martano, si possono ancora trovare tipologie di case a corte simili a quelle greche, con la presenza del pozzo nel cortile e dei magazzini e delle stalle attorno allo spazio comune.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO