Mattoni refrattari

Mattoni autobloccanti

I mattoni autobloccanti sono particolari materiali da costruzione dotati di specifiche qualità fisiche. Grazie al materiale di cui sono fatti e alla loro forma i mattoni autobloccanti sono particolarmente adatti alla posa a secco, priva cioè di qualsiasi tipo di legante. I mattoni refrattari sono tra i più comuni mattoni autobloccanti: sono infatti progettati in modo da poter essere posizionati all'interno di fornaci e bruciatori di ogni genere, senza bisogno di un collante per mantenerli in posizione. Questo anche perché difficilmente sarebbe possibile utilizzare un materiale adesivo in grado di resistere a temperature molto elevate. Sono molto diffusi anche i mattoni autobloccanti adatti alle pavimentazioni esterne. Grazie alla possibilità di posizionarli senza uso di collante è possibile dare vita a spazi con pavimentazioni dall'aspetto naturale e piacevole.
Pavimentazione con mattoni autobloccanti

Kamino-Flam 333323 - Pannello in vermiculite, 300 x 200 x 30 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,96€


Mattoni ecologici

Mattoni ecologici Negli ultimi anni l'edilizia sta cercando sempre più dei metodi per ridurre il suo impatto sull'ambiente. In particolare un'ampia ricerca è stata fatta proprio sui materiali da costruzione, recuperando alcune tipologie di mattoni ecologici direttamente dal nostro passato, più o meno prossimo. Tra i mattoni ecologici più diffusi quelli in argilla cruda sono tra i più facili da realizzare e anche più simili ai comuni mattoni ancora in uso. Tali mattoni sono preparati senza cuocere l'impasto di argilla, che viene lasciato asciugare al sole. Sono però disponibili anche mattoni in materiale originale, come ad esempio la paglia pressata, la plastica riciclata, in diverse tipologie di terra battuta. Tutti questi materiali sono totalmente riciclabili, non contengono solventi o collanti che emettono fumi nocivi nel corso degli anni e consentono di costruire rispettando al massimo l'ambiente che ci circonda.

  • Costruzione camino I mattoni refrattari per camino sono realizzati prevalentemente in argilla cui sono aggiunte dosi di silicio e allumina. La miscela di questi elementi, opportunamente compattati per arrivare alla comp...
  • Caminetto con porta in vetro Spesso si pensa ai manufatti prefabbricati come a qualcosa di economico. Per quanto riguarda i caminetti prefabbricati invece in commercio se ne possono trovare veramente molti modelli, più o meno lus...

Set di 5 mattoni refrattari isolanti 230 x 114 x 76 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35€


Come utilizzare i mattoni refrattari

Mattoni refrattari I mattoni refrattari sono una particolare tipologia di mattoni, che possono resistere a temperature altissime senza modificarsi in alcun modo. Oggi questi mattoni sono prodotti utilizzando particolari miscele di argille e caolini, che vengono modellati in mattoni pieni, cotti ad alta temperatura in appositi forni. Un caminetto, o il fondo di un bruciatore, costruito con mattoni refrattari può resistere senza problemi a temperature superiori ai 1000 ° centigradi, anche con utilizzo continuato nel tempo. Tali mattoni si utilizzano generalmente per costruzioni a secco, in modo da evitare l'uso di malta o di altro collante. In commercio si possono trovare anche speciali malte refrattarie, che permettono di dare vita a focolari di ogni forma e dimensione, costruiti totalmente in mattoni refrattari.


Mattoni refrattari: La composizione dei mattoni

Mattoni in cotto I mattoni sono un classico materiale da costruzione. I mattoni classici sono costituiti essenzialmente da miscele di argilla, che vengono impastate con acqua in modo da renderle malleabili. Il composto così creato viene pressato in appositi stampi, per dare vita al singolo mattone, che viene poi cotto ad alta temperatura. I mattoni refrattari sono costituiti da caolino e da altri materiali, come ad esempio l'ossido di alluminio o di magnesio. Il mattone classico è in cotto, una miscela di argilla, e l'impatto ambientale di questo tipo di materiale è dovuto essenzialmente all'energia sfruttata per la cottura. Per questo motivo negli ultimi anni sono sempre più diffusi i mattoni crudi, prodotti con argilla pura pressata e asciugata al sole, o anche con terra battuta. Sono però disponibili in commercio anche mattoni di materiale vario, come ad esempio la paglia, il legno, la canapa, il vetro riciclato. Si tratta di blocchi preparati pressando il materiale, in genere senza aggiunta di collante e senza cottura.



COMMENTI SULL' ARTICOLO