Zinnia

Che cos'è la zinnia

La zinnia è una pianta erbacea che viene coltivata semplicemente a scopo ornamentale. Questa si caratterizza per la presenza di steli molto lunghi che tutti insieme formano dei cespugli, la loro altezza oscilla tra i 30 cm e i 150. Le foglie della zinnia hanno una forma ovata di colore verde ed al tatto risultano essere molto ruvide. I fiori che nascono dalla zinnia possono avere forme diverse e possono essere di colore arancione, giallo, viola, lilla o bianco. Si può dire che i fiori della zinnia assomigliano a delle margherite ma risultano essere molto più folte e non emanano alcun profumo. Tra le tante varietà di zinnie quelle maggiormente coltivate sono la zinnia violacea e la zinnia angustifolia. La sua coltivazione è molto semplice in quanto non sono richieste particolari cure e la sua crescita è abbastanza rapida.
Varietà di zinnia rosa

Fiore - Kings Semi - Confezione Multicolore - Zinnia Dalia Fioritura Mix

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,46€


Coltivazione esposizione e ventilazione della zinnia

Cespuglio di zinnie La coltivazione della zinnia è a dir poco semplice, infatti la sua crescita inizia direttamente dai semi e quando è la pianta stessa a produrre i semi, se rimangono sul terreno, potranno crescere altre piantine l'anno successivo. La semina della zinnia avviene tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera, mettendo i germogli in un luogo sicuro, per poi mettere la piantina a dimora nel mese di maggio. Se la semina della zinnia avviene direttamente in un ambiente esterno, il periodo consigliato per la sua coltivazione è quello che va da aprile fino a fine maggio. Affinché la zinnia cresca bene è necessario che sia posizionata in un ambiente abbastanza luminoso ma anche ben ventilato così da evitare possibili ristagni di aria umida che potrebbero dar vita a malattie fungine.

  • Sedum burrito Le piante grasse pendenti sono specie vegetali impiegate a scopo ornamentale. Per la loro particolare conformazione, queste piante si prestano ad essere coltivate in vari tipi di recipienti pensili, c...
  • Ticchiolatura pianta rosa La ticchiolatura, nota anche come macchia nera, è una malattia crittogamica di origine fungina che colpisce piante ornamentali e alberi da frutto, in particolate la rosa, il salice, il pioppo, il melo...
  • Alberi di baobab Fra gli alberi giganti più noti c'è sicuramente un cipresso secolare, noto anche con il nome di Árbol del Tule o cipresso di Montezuma. Secondo le misurazioni effettuate dal comitato Unesco, questa pi...

Sementi da fiore di qualità in bustina per uso amatoriale (ZINNIA DOPPIA FIOR DI DHALIA IN MISCUGLIO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 2,4€


Temperature e concimazione

Zinnia bicolore Essendo una pianta erbacea, la zinnia è capace di tollerare il freddo ma anche quelle estati particolarmente afose. La zinnia non necessita di particolari innaffiature, riesce ad adattarsi anche a condizioni di particolare siccità che però non si protraggano troppo nel tempo. Per la loro innaffiatura si consiglia poca acqua, lasciando che il terreno secchi completamente tra una innaffiata e l'altra. Il terreno ideale per la coltivazione della zinnia è quello che comprende una buona quantità di humus e fertilizzanti calcarei. Invece per quanto riguarda la concimazione delle zinnie questa deve avvenire una volta al mese impiegando un concime che sia ricco di azoto, microelementi, potassio e fosforo. Inoltre è fortemente consigliato non utilizzare grandi quantità di concime, in quanto una concimazione eccessiva potrebbe bruciare la pianta.


Zinnia: Potatura e malattie

Zinnia rosa Per quanto riguarda la potatura della zinnia questa tende a rimuovere la crescita esagerata di foglie e steli. Inoltre è necessario potare anche quei fiori e steli appassiti così da stimolare la produzione di ulteriori fiori. Come tutte le piante anche la zinnia è soggetta a parassiti e malattie. Uno dei parassiti che colpisce maggiormente le piante di zinnia è la cocciniglia farinosa che indebolisce la pianta succhiandone la linfa. La cocciniglia farinosa si presenta come un ammasso granuloso che può essere rimosso sia manualmente o quando non è possibile, tramite l'utilizzo di appositi insetticidi. Per evitare questi attacchi parassitari è fortemente consigliato trattare la pianta prima dell'arrivo della stagione primaverile. Infine le zinnie sono soggette anche all'attacco di muffe come l'oidio, che può essere debellato solo tramite l'intervento di appositi prodotti fitosanitari.



COMMENTI SULL' ARTICOLO