Interruttore magnetotermico

Perchè l'interruttore magnetotermico è indispensabile?

E' facile non rendersi conto di come, ad esempio, un qualsiasi elettrodomestico mal funzionante, potrebbe creare un accumulo di corrente elettrica e conseguenti danni e pericolo. Fenomeni come sovraccarico e cortocircuito, non sono sotto il nostro controllo. E' proprio per questo che dobbiamo essere muniti di un sistema di salvaguardia dell'ambiente in cui viviamo, sia esso domestico o lavorativo. Il dispositivo rileva eventuali problemi di corrente e agisce interrompendone il flusso, mettendo tutto e tutti al sicuro. Negli ultimi anni, è stato registrato un aumento di incidenti come quello sopra citato. Questo è il motivo per cui, i pericoli della corrente elettrica non vanno assolutamente sottovalutati! E' dovere e buona norma, di ogni proprietario di casa e/o edificio lavorativo, munirsi di un dispositivo come l'interruttore magnetotermico, per la salvaguardia dell'immobile stesso e della vita di chi vi soggiorna.
funzionamento interruttore magnetotermico

BTicino FC881C16 Btdin, Interruttore Magnetotermico 1P+N Curva C, In = 16 A

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€
(Risparmi 0,01€)


Principio di Funzionamento del dispositivo

Esempio di interruttore magnetotermico L'interruttore magnetotermico è dotato di due funzioni, ed è quindi, in grado di operare in modo distinto per due divese problematiche: cortocircuito e sovraccarico. La parte magnetica, è quella che protegge le nostre abitazioni dal cortocircuito, ovvero da un picco elevatissimo ed istantaneo di corrente. Questo flusso induce un campo magnetico, che porterà alla mobilitazione di una piccola ancora, e alla conseguente apertura dell'interruttore. La parte termica, è quella che ci protegge dal sovraccarico, ovvero un aumento di intensità della corrente, che supera la soglia massima che l'impianto può tollerare. L'aumento di corrente creerà una dispersione di calore che comporterà la dilatazione di una lamina. Sarà il movimento di quest'ultima a far scattare l'interruttore. In questo caso, l'apertura non è immediata! Questo, perchè, spesso e volentieri, questi aumenti di intensità di corrente sono previsti e momentanei. Lo scatto avviene dopo un certo periodo di tempo. Il ripristino del flusso di corrente è di enorme facilità.Trattasi della semplice pressione di un pulsante, oppure dell'azionamento di una leva.

  • interruttori salvavita L'interruttore differenziale salvavita va inserito a monte del dispositivo da proteggere: si tratta dunque di una protezione di tipo attivo contro i contatti diretti. Un sensore magnetico avverte una ...
  • Esempio di impianto elettrico Un impianto elettrico è composto alcuni componenti assolutamente necessari per far funzionare il circuito e da una dotazione variabile in base alle dimensioni della casa o dell'ufficio. Per quanto rig...
  • Citofono moderno a muro Partendo dal presupposto che in un condominio non è possibile installare il proprio citofono a meno di non avere permessi particolari, faremo riferimento a coloro che abitano in una casa indipendente....
  • Un esempio di presa in serie ad interruttore La presa in serie ad interruttore ha sostanzialmente un'importante funzione di sicurezza. Si tratta, infatti, di una particolare presa a muro che è dotata, appunto, di un interruttore così da permette...

Gewiss GW90027 GW90027 Interruttore Magnetotermico, Automatico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,2€
(Risparmi 4,79€)


Esempi pratici sull'utilità del dispositivo

utilitàù interruttore magnetotermico Qualora non fosse chiaro, riportiamo alcuni esempi banali che ci portano in situazioni di pericolo. Spesso e volentieri, non sono problemi di cui ci si accorge da soli e per tempo. E' facile che la problematica sia "silenziosa". Il sovraccarico, e quindi il superamento del massimo carico di corrente che un cavo elettrico può tollerare, lo si raggiunge collegando alla corrente più elettrodomestici, quali ad esempio: lavatrice, forno, phon, robot da cucina, ecc.. Una situazione del genere potrebbe causare un INCENDIO. Il cortocircuito, ovvero un picco anomalo di corrente, può essere dovuto, ad esempio, ad una presa difettosa, la cui guaina non protegge più in modo sicuro i fili interni. Toccare accidentalmente una presa difettosa, ai nostri occhi integra e innocua, può provocarci FOLGORAZIONE. L'interruttore magnetotermico ci protegge da situazioni che, per noi, sono apparentemente innocue! Riesce a gestire, grazie alla sua doppia funzionalità, le problematiche delle "sovracorrenti" sopra citate. Queste possono compromettere l'integrità delle condutture elettriche e degli apparecchi collegati, e vanno trattate in maniera completamente diversa!


Interruttore magnetotermico: Conclusioni e riflessioni sulla sicurezza

quadro elettrico L'avanzamento della tecnologia, ci ha portati nell'era delle strutture automatizzate, sempre più ricche di apparecchi elettronici, che hanno bisogno, come fonte di energia, della corrente. Quest'ultima è un bene necessario e indispensabile, ma allo stesso tempo pericoloso, se non si adottano determinate accortezze! L'interruttore magnetotermico è uno dei sistemi di protezione più comunemente utilizzati, sia negli ambienti domestici che lavorativi. Ricordiamo che, spesso e volentieri, soltanto il dispositivo riesce a rilevare eventuali malfunzionamenti dell'impianto elettrico. Agisce prima dell'intervento umano, in modo automatico! ridimensionando danni che potrebbero portare ad incidenti di grave entità. E' importante che la corrente elettrica venga interrotta, prima che il surriscaldamento dovuto ad anomalie, diventi ingestibile e arrechi pericolo, a volte, anche di morte. Non possiamo mettere a rischio la nostra vita per la nostra irresponsabilità. La messa in sicurezza delle proprie abitazioni, non deve essere mai messa in secondo piano! Contattare sempre figure competenti per l'installazione.



COMMENTI SULL' ARTICOLO