Installazione citofono

Come installare il citofono a casa propria

Partendo dal presupposto che in un condominio non è possibile installare il proprio citofono a meno di non avere permessi particolari, faremo riferimento a coloro che abitano in una casa indipendente. L’installazione del citofono non richiede competenze complesse, ma una base di esperienza e manualità ottima per portare a buon fine le attività di fai da te. Partiamo dagli attrezzi che vi serviranno: matita e righello, un metro, uno scalpello e una mazzuola, un cacciavite e un trapano per muro, il secchio per preparare la malta e la cazzuola, e infine un frattazzo. Per installare il citofono (o videocitofono) avrete bisogno delle sue due unità, della guaina e dei cavi, di viti e tasselli e infine della malta cementizia. La guaina e i cavi vanno misurati sulla base della distanza delle due unità, intesa come la scanalatura che si realizzerà tra le pareti.
Citofono moderno a muro

Orno 1 della casa di famiglia citofono per installazione a parete, 1 pezzi, or della libertà RL 901

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,21€


I primi passaggi per installare il proprio citofono

ricevitore citofono moderno La prima cosa da fare è decidere la posizione delle due unità, quella esterna con la pulsantiera e quella interna con la cornetta, oltre alla posizione del trasformatore, in caso non fosse già stato inserito all’interno della cornetta. A questo punto bisogna calcolare un’altezza di circa 1,5-1,6 metri dal pavimento e segnare la posizione, e successivamente calcolare il percorso per collegare le unità nel modo più breve e comodo, segnandolo sulle pareti con una matita. Se non si dispone di un costoso scanalatore elettrico, si può realizzare il condotto, ovvero la scanalatura, con scalpello e mazzola: la sua grandezza dovrà tenere conto dello spessore della guaina che andrà sistemata con i relativi cavi. Una volta inserita, la guaina va fermata ogni 70-80 centimetri con chiodi a due a due sui fianchi del tubo, uno di fronte all’altro.

  • Uomo che parla al citofono Installare un videocitofono senza fili è diventata un'operazione semplicissima, in quanto non necessita di tecnici specializzati: infatti basterà seguire passo per passo tutte le indicazioni riportate...
  • Esempio di impianto elettrico Un impianto elettrico è composto alcuni componenti assolutamente necessari per far funzionare il circuito e da una dotazione variabile in base alle dimensioni della casa o dell'ufficio. Per quanto rig...
  • Un esempio di presa in serie ad interruttore La presa in serie ad interruttore ha sostanzialmente un'importante funzione di sicurezza. Si tratta, infatti, di una particolare presa a muro che è dotata, appunto, di un interruttore così da permette...
  • impianto elettrico In gran parte delle case italiane è installato un sistema monofase per fornire l'energia elettrica all'immobile: di conseguenza vi è una fase neutra e una di alimentazione. Di conseguenza molti interv...

Citofono Virtuale Completo - Nessuna Installazione Elettrica - Attivazione Immediata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,29€


Installazione citofono: Gli ultimi passaggi per installare il citofono

Il prossimo passaggio riguarda l’utilizzo della malta: prediligete una malta a presa rapida e una buona malta per intonaci. La prima va messa in prossimità dei chiodi, che man mano vanno rimossi, per fissare definitivamente la guaina col solo ausilio della malta. La scanalatura va chiusa: per questo serve la malta per intonaci; successivamente la porzione di muro va stuccata, carteggiata e tinteggiata come il resto della parete. Le unità del citofono vanno finalmente fissate al muro, nella posizione precedentemente decisa. Se le unità sono esterne, vanno fissate con viti e tasselli; se invece sono da incasso bisogna prima disegnare i vani e poi scavarli nel muro, in modo da contenerle, e infine fissarle con malta cementizia. il passo finale consiste nel tagliare i cavi lasciando 10-15 centimetri alle due estremità e, seguendo le istruzioni, collegarli con le due unità.



COMMENTI SULL' ARTICOLO