Stufe in ceramica

Caratteristiche delle stufe in ceramica

Le stufe in ceramica sfruttano in genere combustibili naturali come la legna o la cosiddetta biomassa legnosa, ovvero i materiali di scarto dell'attività agricola e agroalimentare e della potatura delle foreste. Sono stufe ad accumulo: ciò significa che immagazzinano il calore derivato dai processi di combustione e lo trasmettono gradualmente all'ambiente, riscaldando quest'ultimo con efficienza anche per un'intera giornata. Si tratta di un meccanismo molto antico, utilizzato dall'uomo da millenni. La copertura in ceramica è ricavata amalgamando argilla e sabbia con acqua, feldspato, ossido di alluminio, ossido di ferro e frammenti di quarzo. Esistono diversi tipi di ceramica, tutti esteticamente gradevoli ed eleganti: tra questi vanno menzionati il gres, a pasta compatta, e la maiolica, a pasta porosa.
stufa in ceramica

Vinco 71406 Stufa a gas con pannello infrarossi, 4200 Watt, Grigio scuro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67€


I vantaggi delle stufe in ceramica

stufa in ceramica classica Le stufe in ceramica sono l'ideale per il riscaldamento delle abitazioni: con due o tre cariche al giorno possono trasmettere un piacevole calore anche per diverse ore. Sfruttano combustibili economici, ecologici e rispettosi dell'ambiente, non inquinano e non emettono fumi fastidiosi grazie al loro braciere chiuso ermeticamente. Queste stufe si basano sull'irraggiamento, non sulla convenzione: per questo motivo non provocano la diffusione di polvere e non disseccano eccessivamente l'aria. La loro manutenzione è semplice, così come la pulizia quotidiana cui vanno sottoposte. Non bisogna, inoltre, tralasciare i vantaggi estetici. Le stufe con rivestimento in ceramica sono eleganti e gradevoli a vedersi, diventano un vero e proprio oggetto d'arredamento e possono essere personalizzate con appositi pigmenti colorati.

  • Stufa a legna in ghisa Le stufe a legna possono essere abbinate a un impianto di riscaldamento tradizionale oppure utilizzate come unica fonte di calore per tutta la casa.Per un corretto funzionamento è necessario che la st...
  • Esempio di stufa a gas moderna Le stufe a gas rappresentano la soluzione ideale da adottare quando si vive in una zona che non è raggiunta dal metano e si ha bisogno di riscaldare la propria abitazione. Esistono diverse tipologie e...
  • Termosifoni a colonna cromati Il sistema di riscaldamento tradizionale si basa su un moto di convezione, in questa maniera distribuisce il calore direttamente dalla fonte ai caloriferi impiantati in casa. Il meccanismo è molto sem...
  • Moderna stufa in maiolica a legna Le stufe a legna in maiolica vengono dette anche stufe ad accumulo e vengono realizzate in materiale refrattario rivestito di maiolica. Queste stufe riscaldano l'aria per irraggiamento in maniera unif...

Stufa a legna carbone acciaio Kir 9/12 Kw vetro ceramico piastra cottura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 239,9€


Come funzionano le stufe in ceramica?

Stufa in ceramica grigia Le stufe in ceramica si basano su un particolare meccanismo di accumulo di calore: ciò è possibile grazie ai materiali con cui esse sono fabbricate, i quali si contraddistinguono per una notevole capacità termica. Queste stufe possiedono una camera di combustione spaziosa, in grado di contenere un'elevata quantità di legname. Quest'ultimo è sottoposto ad una corrente d'aria che determina la produzione dei cosiddetti gas di pirolisi; terminata questa fase, dalla parte superiore della camera di combustione arriva un'ulteriore corrente d'aria che causa l'incendio dei suddetti gas e provoca un aumento del calore prodotto. Esso è rilasciato nell'ambiente in maniera lenta ma decisamente efficace. Naturalmente quanto più calore viene accumulato, tanto più tempo trascorrerà tra una carica e l'altra.


Stufe in ceramica: Pulizia e manutenzione

pulizia stufe in ceramica La manutenzione delle stufe in ceramica non è complicata né costosa. Per l'eliminazione della polvere dal rivestimento è sufficiente utilizzare un comune spolverino oppure un panno morbido lievemente bagnato. Per la ceramica è necessario adoperare un detergente non aggressivo e che non formi schiume corrosive, le quali potrebbero danneggiare i pigmenti colorati del materiale. Si consiglia di evitare anche le spazzole dalle setole dure. Dopo ogni utilizzo, in aggiunta, è essenziale rimuovere la cenere dal braciere attraverso una paletta o un aspiracenere acquistabile in appositi negozi: naturalmente prima di svolgere questa operazione bisogna aspettare che la stufa si raffreddi. Una volta all'anno è fondamentale ripulire la canna fumaria con l'aiuto di un esperto e nel pieno rispetto di tutte le norme per la sicurezza.



COMMENTI SULL' ARTICOLO