Stufe in muratura

Perché adottare le stufe in muratura in casa

Le stufe in murature sono soluzioni molto pratiche ed efficienti, che vengono utilizzate da secoli per riscaldare le abitazioni: infatti sono state introdotte a partire dal Cinquecento e nel corso del tempo sono state apportate modifiche estetiche e tecniche per migliorarne la bellezza e la resa termica. Nel periodo industriale questi sistemi di riscaldamento vennero gradualmente sostituiti da altri. Soltanto negli ultimi anni le stufe in muratura sono state rivalutate, tanto che si è assistito a una loro notevole diffusione. I motivi di questo cambiamento nel modo di vivere la casa è legato all'aumento dei costi per il riscaldamento tradizionale e a una maggiore attenzione nei confronti dell'ambiente. Infatti le stufe in muratura hanno un'alimentazione a legna e bassi consumi (vanno dai 10 ai 40 chili giornalieri in base alle dimensioni della casa e al clima); in più garantiscono un ottimo comfort ambientale, con un equilibrato tasso d'umidità.
Stufa muratura

Stufe in muratura ad accumulo di calore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,02€
(Risparmi 2,48€)


Come si realizzano efficienti stufe in muratura

Stufa legnaia Per costruire stufe in muratura efficienti e dalla buona resa termica bisogna utilizzare mattoni refrattari: in questo modo il calore viene accumulato e rilasciato gradualmente. Maggiore è il peso e più alta è la resa energetica. Questa tipologia di sistemi di riscaldamento si caratterizza per una camera di combustione priva di griglia: di conseguenza si accende il fuoco su un piano rivestito di lastre in materiale refrattario. Il fumo prodotto dalle stufe in muratura raggiunge gli 800°C e non esce dal comignolo: percorre canali a saliscendi detti giri di fumo e realizzati in mattoni refrattari. In questo modo il calore viene ceduto alla struttura e si aumenta la resa termica della stufa. In alcuni modelli i corpi stufa assomigliano ad armadi e a panche, così da riscaldare i locali del piano superiore in maniera efficace usando un unico fuoco. Per aumentare le prestazioni si consiglia di posizionare l'esemplare tra due pareti.

  • Stufa a legna in ghisa Le stufe a legna possono essere abbinate a un impianto di riscaldamento tradizionale oppure utilizzate come unica fonte di calore per tutta la casa.Per un corretto funzionamento è necessario che la st...
  • Esempio di stufa a gas moderna Le stufe a gas rappresentano la soluzione ideale da adottare quando si vive in una zona che non è raggiunta dal metano e si ha bisogno di riscaldare la propria abitazione. Esistono diverse tipologie e...
  • Termosifoni a colonna cromati Il sistema di riscaldamento tradizionale si basa su un moto di convezione, in questa maniera distribuisce il calore direttamente dalla fonte ai caloriferi impiantati in casa. Il meccanismo è molto sem...
  • Stufa a legna con forno Le moderne stufe a legna con forno hanno una resa termica eccellente e possono essere adoperate per riscaldare una casa di piccole, medie e talvolta grandi dimensioni a seconda della grandezza della c...

TecTake Stufa da terrazzo o Giardino in ghisa caminetto Esterno braciera a Carbone | con attizzatoio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 88,59€


Stufe in muratura: Cosa tenere a mente

Modelli stufe Quando si progettano le stufe in muratura bisogna fare molta attenzione alla realizzazione della canna fumaria: la pressione della struttura, infatti, deve essere inferiore a 0,12 mbar. Si tratta di un accorgimento fondamentale per avere una buona resa termica (temperature di 800-900°C) ed evitare che durante la combustione siano prodotte sostanze tossiche. Il calore perso si accumula nella muratura e diffuso per irraggiamento nell’ambiente in modo lento e graduale. Di conseguenza, anche se le pareti esterne delle stufe in muratura possono raggiungere una temperatura di 70°C, non c'è alcun rischio di ustione per le persone che le toccano. L'ampio range per quanto riguarda la resa dipende dallo spessore della camera di combustione e delle pareti dei condotti. Invece i consumi di legna variano in base all'isolamento termico dell'abitazione, al clima e alla disposizione delle stanze. In ogni caso non è necessario tenere sempre la stufa accesa, perché il calore si irradia per lungo tempo anche quando si spegne il dispositivo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO