Piastrelle da giardino

Scegliere le piastrelle da giardino in base alle esigenze

La scelta delle piastrelle da giardino dipende innanzitutto dalla destinazione d’uso. La prima cosa da fare, quindi, consiste nella progettazione dell’area da pavimentare e nella scelta dei materiali. Se vogliamo realizzare, ad esempio, un’area pranzo, occorrerà prima di tutto misurare la dimensione del tavolo tenendo conto anche delle sedie e dello spazio necessario per muoversi intorno al tavolo. Nella scelta dei materiali, poi, bisognerà indirizzarsi su piastrelle che si possono pulire facilmente. Se invece vogliamo realizzare un’area per una casetta degli attrezzi, sarà necessario, anche in questo caso, misurare il perimetro della casetta e scegliere materiali resistenti all’acqua e durevoli nel tempo. I negozi specializzati del materiale fai da te offrono un’ampia scelta di piastrelle da esterno, semplici o ricercate, dalle più costose alle più economiche. Il budget a disposizione rientra, anch'esso, tra le prime cose da considerare.
Piastrelle da giardino su prato erboso

Piastrelle Flessibili in Plastica 55,5 x 55,5 cm da Interno, Esterno e Giardino, Verdi, Drenanti e Autobloccanti PEZZI 4

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,99€


Piastrelle da giardino per creare un'area relax

Piastrelle da giardino irregolari tagliate a mano La classica pavimentazione da giardino è quella realizzata per posizionare un gazebo con tavoli, sedie e divanetti. Specialmente se il giardino è molto grande, la realizzazione di un spazio dove potere pranzare, organizzare cene all’aperto, giocare con i propri figli o semplicemente leggere un buon libro, permette di creare un’area all’aperto personalizzata, in grado di abbellire il giardino e di conseguenza di aumentare l’utilizzo che ne viene fatto. Se invece si dispone di un giardino di ridotte dimensioni, può essere utile pavimentare alcune zone in modo da non calpestare l’erba e mantenere l’area verde più ordinata e bella da vedere. Le piastrelle da giardino, a seconda del materiale e della forma, consentono di realizzare pavimenti da esterno che non solo rendono più pratica la manutenzione del giardino stesso, ma consentono di sfruttare il giardino come una vera e propria stanza all’aperto.

  • piastrelle Le piastrelle si differenziano le une dalle altre non solo per i decori che presentano ma anche per le caratteristiche tecniche che le diversificano. Tali caratteristiche sono codificate mediante norm...
  • Piastrelle colorate per gradini Quando si deve arredare o ristrutturare una casa bisogna effettuare molte scelte, tra cui quella dei rivestimenti di pavimenti e scale. Queste ultime rappresentano una sfida ma nel contempo una grande...
  • Piastrelle in gres porcellanato Il gres porcellanato è un materiale molto compatto caratterizzato da un'elevata resistenza.Le mattonelle in gres porcellanato vengono ottenute mediante un processo di sinterizzazione delle argille di ...
  • Tipologia di piastrelle Fra le varie tipologie di piastrelle più adoperate ci sono senza dubbio quelle realizzate in gres porcellanato. Il gres porcellanato è un materiale particolarmente resistente e duraturo, non si macchi...

Toomax Z662RE52 Floory Set 10 Pavimentazioni, 40-H, 40X40X4, Verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,98€
(Risparmi 10,01€)


Come eseguire la posa delle piastrelle da giardino su sabbia

Realizzazione di pavimentazione per patio La posa fai da te delle piastrelle da giardino è un’operazione abbastanza semplice ma è consigliabile procedere in modo accurato e con la giusta strumentazione per non incorrere in inconvenienti e problemi tali da incidere negativamente sulla resa finale. Innanzitutto è necessario procedere delineando l’area precisa da pavimentare praticando, ad esempio, dei solchi nel terreno. Una volta definita l’area si procede alla pulizia della superficie eliminando erbacce e radici per poi effettuare uno scavo di 10 o 15 cm a seconda del tipo di rivestimento scelto e del fondo utilizzato. Se l’area è destinata al solo calpestio di persone, la posa sul letto di sabbia rappresenta la soluzione più semplice. Dopo avere riempito lo scavo di sabbia è necessario compattarla e livellarla con una staggia di alluminio o di legno. A questo punto si può procedere con la posa delle piastrelle da giardino, una di fianco all’altra. Le fughe vengono successivamente riempite con una miscela di terriccio e sabbia arricchita con semi di erba da prato per uniformare la pavimentazione e favorire la crescita di erba tra una piastrella e l’altra.


Come eseguire la posa delle piastrelle da giardino su fondo in massetto

Pavimentazione di un'area di giardino con piastrelle in pietra naturale Se sull’area da pavimentare vi devono circolare anche autoveicoli sarà necessario realizzare un massetto. In questo caso lo scavo sarà riempito con della malta adesiva e sarà necessaria una mannara dentata per livellare la superficie. Terminato il livellamento del terreno si procede con la posa delle piastrelle. Le fughe tra una piastrella e l’altra andranno riempite con un miscela di sabbia, acqua e cemento distribuita con un scopa e successivamente spianata con una piastra vibrante. Qualsiasi sia la scelta del fondo occorre sempre tenere in considerazione una minima pendenza per la gestione dell’acqua piovana, soprattutto in assenza di tombini o scarichi. La pendenza deve puntare al lato opposto a quello del muro perimetrale della casa per evitare il fenomeno dell’umidità di risalita che può danneggiare i muri di casa. A tal proposito si consiglia di proteggere le murature con un’apposita guaina.


Varietà e caratteristiche dei materiali delle piastrelle da giardino

Per pavimentare il giardino è possibile scegliere tra un vasta gamma di piastrelle con caratteristiche differenti a seconda del materiale e dell’estetica. Tutte però devono rispettare determinati requisiti e cioè devono essere impermeabili, antigelo, resistenti ai carichi, alle macchie e alla muffa, e agli agenti atmosferici. La resa visiva risulterà migliore se si scelgono materiali in armonia con gli ambienti interni e non troppo differenti tra di loro. La scelta delle piastrelle da giardino non può prescindere dalle condizioni climatiche. Se l’area è esposta a frequenti gelate, occorrerà scegliere materiali con elevata resistenza temperature rigide, mentre in zone piovose sarà necessario scegliere piastrelle a basso assorbimento idrico. Le caratteristiche dei materiali sono comunque sempre indicate nelle schede tecniche e nei cataloghi dei prodotti tramite pittogrammi intuitivi per cui è possibile scegliere il tipo di piastrella più opportuno.


Modelli in calcestruzzo, gres porcellanto e cotto

Piastrelle calcestruzzo Il calcestruzzo è composto da cemento con l’aggiunta di graniglie colorate. Rappresenta un’ottima scelta per la pavimentazione di esterni e può riprodurre l’aspetto delle pietre naturali, della roccia, dei mattoni o del legno, rimanendo inalterato nel tempo. Viene trattato con materiali che lo rendono antipolvere, antiscivolo ed antiassorbimento. Il gres porcellanato è un materiale molto resistente alle abrasioni, ai graffi, agli urti e agli agenti chimici. Tra le altre caratteristiche è anche ingelivo e viene utilizzato per ambienti interni ed esterni con la stessa resa funzionale e visiva. È adatto, per esempio, se si ha l’esigenza di posare un pavimento esterno per un’area pranzo che sia facilmente lavabile. Anche il cotto è un materiale che viene spesso utilizzato per pavimentare giardini, terrazzi e balconi. Conferisce agli ambienti esterni un stile più rustico ma occorre verificare che sia garantito ingelivo per evitare che le piastrelle si rompano a causa delle rigide temperature.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO