Restauro infissi

Restauro infissi: caratteristiche

Porte e finestre sono elementi indispensabili per proteggere l'interno dell'immobile dai danni provocati dagli agenti atmosferici. Per preservarne nel tempo l'efficienza però, occorre predisporre una manutenzione periodica che permetta di rimediare ai danni che quegli stessi agenti atmosferici causano sulla loro superficie. La distanza di tempo tra un intervento e l'altro potrà variare in funzione della zona climatica e del materiale con cui sono costruiti gli infissi. Porte e finestre in legno, ad esempio, richiederanno un'attenzione maggiore rispetto a quelle costruite in alluminio, perché il legno è un materiale che tende a deteriorarsi con maggiore facilità. Inoltre, essendo un materiale vivo, è più soggetto ad alterazioni nella forma e nelle dimensioni ed occorre prevenire i danni derivanti da rigonfiamenti ed imbarcamento.
Finestra legno

Olio di lino cotto puro 1lt tripla cottura protegge legno infissi restauro 70327

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,49€


Restauro infissi: manutenzione periodica

Smontaggio finestra I principali interventi di manutenzione periodica da effettuare sugli infissi possono riassumersi in: pulizia, ingrassaggio e ritocco delle parti verniciate. La pulizia dovrebbe essere eseguita ogni tre mesi, aiutandosi con acqua, detergente neutro ed una spazzola a setole morbide. Provvedere alla rimozione delle sostanze acide depositate sugli infissi dagli agenti atmosferici aiuta a preservarne intatte le caratteristiche. Le operazioni di pulizia dovranno interessare anche i vari componenti di ferramenta degli infissi, ossia cerniere e maniglia. Una volta lavate le superfici andranno asciugate con un panno morbido. Ogni sei mesi sarà poi opportuno effettuare un attento controllo degli infissi, per individuare eventuali danni provocati da acqua e raggi solari. In caso di necessità occorre provvedere ad una leggera scartatura effettuata con carta vetrata a grana fine ed una successiva stesura della vernice di fondo. Almeno una volta l'anno occorre infine controllare tutti gli ingranaggi, per assicurarsi che non si presentino fuori registro. In caso di malfunzionamenti andranno risistemati. Nella stessa occasione provvedere alla loro lubrificazione con del grasso.

  • Porta interna con design particolare Le porte interne sono un elemento clue di un'abitazione, dove devono creare armonia e fondersi perfettamente con l'ambiente. La scelta va effettuata tenendo conto di molti fattori, dallo stile delle s...
  • Finestra in alluminio Le finestre in alluminio, tra tutti i serramenti, sono quelle più adatte alle esigenze del design contemporaneo. Duttile e malleabile, l'alluminio consente infatti di ottenere tutti i più ricercati ef...
  • porta in legno Mettendo insieme costo porte e spese varie di trasporto, installazione ecc. ecc. quanto sarà la cifra complessiva che dovrai affrontare per sostituire i vecchi infissi di casa? Per quanto riguarda il ...
  • guarnizione per finestra Le guarnizioni per le finestre devono impedire a vento e umidità di entrare all'interno dell'abitazione ma al contempo devono permettere di avere una buona areazione per evitare spiacevoli fenomeni di...

Kit lucidatura 04 - Diametro 100 per lucidare e pulire alluminio acciao inox ottone bronzo rame cromo cromature argento ossidato graffiato pasta e disco abrasiva abrasivo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 55€


Manutenzione straordinaria

Restauro finestra Con il trascorrere degli anni, anche se è stata eseguita una regolare manutenzione periodica, gli infissi (soprattutto quelli in legno) avranno inevitabilmente necessità di un'operazione di restauro. Questa dovrà comprendere lo smontaggio degli infissi, la sverniciatura con appositi prodotti, la pulitura della superficie con una spatola e la stesura a pennello di un velo di impregnante. Per togliere la vernice dagli infissi sarà sufficiente applicare uno sverniciatore specifico per il legno, disponibile nei migliori centri fai da te. Prima dell'applicazione verificare che non vi siano parti danneggiate dagli agenti atmosferici (zone visivamente più scure delle altre) o interessate dalla presenza di tarli. Nel primo caso intervenire con punteruolo e martello per asportare le parti marce. In caso di presenza di tarli utilizzare antitarli specifici per il legno. Con dello stucco è possibile infine rimediare alla presenza di fessiture o spacchi. Un'ultima passata con olio di lino cotto darà all'infisso una protezione completa contro i danni derivanti dai raggi UV prevenendo la formazione di muffe. Dare infine due mani di vernice e rimontare l'infisso.




COMMENTI SULL' ARTICOLO