Coltivazione timo

Coltivazione timo

Della pianta di timo ce ne sono circa 300 tipi diversi, tra rari e comuni oppure noti e di facile coltivazione. La piantina del timo è un piccolo cespuglio che regala una forte profumazione e da sempre viene apprezzato per le sue qualità. Infatti è una pianticella che veniva coltivata ed usata anche in passato. Il timo può avere il profumo di limone e fiorire in modo uniforme anche allo stato selvatico. Si possono ricordare la varietà del timo maggiore, quella del timo limone o magari il timo serpillo. Per tutte le varie tipologie di timo valgono delle semplici regole da portare a termine per la sua coltivazione che si presenta alquanto semplice. E allora, molto sole, terreno drenato e inverni miti, anche se come pianta può superare temperature sotto lo zero. A lungo andare però il grande freddo e le stagioni troppo umide potrebbero rovinare la piantina. Il timo selvatico invece lo si trova nei terreni asciutti e come il timo che si coltiva in casa non vuole un terreno eccessivamente fertile. Infatti, la ricchezza della terra in cui viene coltivato non fa altro che aumentare l'aspetto verde togliendo gusto e profumo.
Timo in vaso

Cannamela Timo Foglie - Pacco da 6 x 24 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,14€


Innaffiatura, semina e potatura del timo

Rametti di timo Per coltivare bene la semplice e graziosa piantina di timo è meglio innaffiarlo con moderazione perché data la natura del terreno che predilige occorrono poche innaffiature abbondanti. Altro accorgimento è quello di verificare che il terreno sia asciutto prima di innaffiarlo ancora. Per quel che riguarda la potatura, questa si dimostra molto utile per togliere le foglie secche e per spuntare i rametti ribelli. Per la semina invece si utilizzano le piantine più grandi oppure si seminano i semini del timo a giugno in contenitori con terra umida, posizionandoli poi all'ombra. Ed infine ecco il risultato, le giovani piantine fanno capolino dopo circa 20 giorni. In seguito, è sempre possibile trapiantare in terra il nuovo timo l'anno seguente verso maggio, rendendo il terreno il più soffice possibile. Altro risultato eccellente si ottiene per talea. La semina può essere fatta in semenzaio tra marzo e aprile, per permettere alle piantine di svilupparsi al meglio.

  • Erbe aromatiche coltivazione Molte piante aromatiche sono relativamente semplici da coltivare in vaso, e d'inverno vivono bene in casa. Erbe come timo, basilico, salvia, menta, maggiorana o rosmarino sono facili da coltivare ed u...
  • Salvia fiore La salvia officinalis è una pianta estremamente facile da coltivare, sia in terra che in vaso. Non richiede particolari cure, e cresce benissimo anche se trascurata. L'unico errore da evitare è di bag...
  • Origano pianta Questa aromatica piantina risulta abitualmente impiegata in ambito gastronomico, anche se trova utilizzo nell'industria farmaceutica e in erboristeria. La Coltivazione origano può avvenire indifferent...
  • Cespuglio rosmarino Parlando di rosmarino coltivazione, è possibile dire che questa operazione è diffusa nei Paesi mediterranei con un clima secco e caldo. Si trova nei litorali e nelle macchie, ma visto il considerevole...

TIMO LINALOLO olio essenziale BIOLOGICO (bio) 100% puro e naturale 5ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,8€


Timo in vaso e timo maggiore

coltivare timo in vaso Il timo si può coltivare anche sul balcone in un vaso, per averlo a disposizione come pianta aromatica. Non vuole tante cure, ma solo sole e riparo con poca acqua. In inverno invece è consigliato spostarlo all'interno in un luogo coperto. E' comunque una piantina molto resistente che può rigermogliare in primavera anche se secca. Una varietà molto diffusa di timo è proprio il timo maggiore che è una Laminacea. E' inoltre una pianta aromatica perenne larga e alta anche 30 centimetri. I suoi steli portano foglie piccole verdi e la sua fioritura si ottiene da maggio a giugno. Il timo maggiore viene di solito impollinato dalle api, da cui prende la caratteristica di essere mellifero. E' una pianticella usata in cucina per dare sapore alle pietanze, oltre ad essere benefica per le sue proprietà. Infatti è utile consumare il timo per le sue sostanze antitumorali. Da usare quindi in abbondanza per arrosti, stufati e selvaggina perché benefico e dal gradevole sapore e profumo.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO