Onde elettromagnetiche

Introduzione e storia delle onde elettromagnetiche

La radiazione elettromagnetica è il trasporto di energia nello spazio, o più semplicemente è una radiazione dovuta al movimento degli elettroni che si trovano in un dato campo elettromagnetico. Con l'avvento della fisica e la chimica moderna, con le intuizioni di Avogadro che affermò l'esistenza delle molecole, con la scoperta delle particelle sub atomiche grazie agli esperimenti effettuati sui tubi catodici ed anodici, la meccanica quantistica stravolge la meccanica classica. Fisici come Maxwell Hertz, Morley e molti altri, intuirono che nello spazio viaggiassero delle onde che assumevano andamenti ondulatori. Con gli esperimenti di Hertz si conferma l'esistenza delle onde elettromagnetiche e in seguito vennero fatti esperimenti con l'intento di misurarne la velocità di propagazione nello spazio.
Spettri d'onde elettromagnetiche

KKmoon LCD Rivelatore di Radiazione Elettromagnetica Digitale Metro Dosimetro Tester Contatore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Esempi di onde elettromagnetiche

Propagazione di onda elettromagnetica Un esempio di onda elettromagnetica è la luce. Infatti la luce altro non è che energia che si muove nello spazio in seguito ad una radiazione. Quando si accende una lampadina, la corrente elettrica passa attraverso un filamento di tungsteno, che è un metallo, e l'elevata temperatura che si raggiunge fa sì che si emetta una radiazione luminosa, ovvero che gli elettroni, in questo caso i fotoni, vengono sparati nello spazio in seguito all'eccitamento energetico subito dalla corrente elettrica. Questo causa il salto quantico dell'elettrone e si genera così la radiazione luminosa, cioè vengono prodotte onde elettromagnetiche. La velocità di propagazione delle onde elettromagnetiche non dipende dalla sorgente, dalla direzione o dalla velocità dell'osservatore, bensì dal mezzo di propagazione. Nel vuoto, cioè quel sistema privo di atmosfera e privo di materia, le onde elettromagnetiche, nel caso della luce, hanno una velocità pari a 300'000km/s.

  • Casa con certificato di conformità Il certificato di conformità è un documento che viene rilasciato dallo stesso tecnico che ha installato l'impianto elettrico, termico, idro-sanitario, di condizionamento oppure radiotelevisivo. In que...
  • Radiatori tubolari per riscaldare la casa Per riscaldare la propria casa gli impianti più utilizzati sono i termosifoni. Essi, solitamente, vengono installati in punti strategici di un'abitazione, ovvero dove hanno la possibilità di emanare p...
  • Luce indiretta in salotto La luce indiretta è un vero e proprio complemento d'arredo, può essere colorata, di luce calda o fredda, soffusa o più accesa la scelta dipende solo dal nostro gusto personale e dal nostro arredamento...
  • Telecamera di videosorveglianza Le telecamere di videosorveglianza sono utili per mettere in sicurezza i propri beni e vengono disposte in maniera strategica affinché tutti gli accessi vengano controllati e monitorati costantemente....

Dispositivo EMF protezione anti-radiazioni, protegge dallo stress geopatico in qualsiasi luogo.Neutralizza le onde elettromagnetiche prodotte dai dispositivi|PREMIATO a livello internazionale|QuanThor EMF Protection

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,91€
(Risparmi 40,06€)


Influenza ed effetti sui viventi delle onde elettromagnetiche

Onde elettromagnetiche dello spettro del visibile Le onde elettromagnetiche hanno degli effetti sugli esseri viventi. I fattori che influenzano gli esseri viventi sono due, ovvero la frequenza dell'onda e la modalità di esposizione con la quale l'elemento biologico si trova in contatto con le onde. In base alla frequenza di una determinata onda, si distinguono le onde elettromagnetiche ionizzanti e le onde elettromagnetiche non ionizzanti. Le onde elettromagnetiche ionizzanti sono quelle onde che vanno ad alterare la composizione molecolare, le strutture e i legami molecolari di un determinato sistema biologico. La ionizzazione delle cellule, delle molecole comporta cancerogenicitá e quindi onde di questa categoria sono causa di alcune forme di cancro. Inoltre vanno a determinare le insorgenze di tumori anche il periodo di esposizione a queste onde, anche se queste sono tipi di onde abbastanza potenti da modificare la struttura molecolare di un essere vivente. Per quanto riguarda le onde non ionizzanti, come le onde radio, sono delle onde a basso rischio cancerogeno. Tuttavia vanno a costituire quel che è l'elettrosmog e varie problematiche di natura sanitaria.


Vari tipi di onde elettromagnetiche

Onda eletromagnetica da 380 nanometri, luce viola Le onde elettromagnetiche, a seconda della lunghezza d'onda, vengono percepite dall'occhio umano. Queste onde vanno a costituire lo spettro del visibile. Le onde visibili insieme ad altre onde elettromagnetiche danno vita allo spettro elettromagnetico. Le onde che hanno una lunghezza d'onda compresa tra i 390 e i 760 nanometri sono le onde visibili. I colori stessi sono il risultato dell'interpretazione di alcune onde elettromagnetiche. La luce viola ha un'onda elettromagnetica di lunghezza pari a 380 nanometri. Il blu ha una lunghezza d'onda di 475 nanometri. Il celeste 495 nanometri, il giallo 590 nanometri, l'arancione 620 nanometri, il rosso 750 nanometri. Grazie a questi dati si sono evolute le analisi di molti composti chimici mediante il metodo spettroscopico. La spettroscopia non è altro che la determinazione della natura di elementi chimici in base all'onda elettromagnetica che esse assorbono. A titolo esemplificativo, un dato elemento assorbirà 750 nanometri. Questo dato servirà a classificarlo con un determinato nome e così per tutti gli altri elementi o composti.


Onde elettromagnetiche e impianti elettrici

Al giorno d'oggi le case sono piene zeppe di dispositivi elettronici, informatici ed elettrici. Assodato il fatto che qualsiasi strumento, alimentato da una sorgente elettrica, emette una radiazione elettromagnetica, ovvero si verifica il trasferimento di onde elettromagnetiche nello spazio. Ancora, le onde elettromagnetiche sono oggetto di studi sulla pericolosità e sulla cancerogenicità. Nella società odierna vengono utilizzati parecchi strumenti che emettono radiazioni elettromagnetiche. Basti pensare al forno a microonde con il quale si cuociono o si scaldano cibi di vario genere. Esso, come dal nome, emette microonde. Altri tipi di dispositivi che emettono onde elettromagnetiche sono cellulari, televisori, computer, elettrodomestici, sveglie digitali, comandi computerizzati, sistemi domotici e molti altri ancora.


Precauzioni per non ammalarsi

Salute ed elettromagnetismo Per trovare una soluzione e quindi cercare di diminuire la possibilità di correre il rischio di contrarre malattie di natura cancerogena o comunque causata da onde elettromagnetiche, non bisogna fare altro che cercare di dividere la propria abitazione in due zone, cioè la zona da vivere e la zona per dormire. Infatti se si limitano i dispositivi elettronici ed informatici all'interno della propria abitazione, si abbassano anche le probabilità di ammalarsi di cancro. In effetti è consigliabile stare poco tempo al cellulare, stare il meno possibile a contatto con televisori, consolle, computer, in maniera tale che si eviti il contatto prolungato con le onde emesse da tali dispositivi. Le onde elettromagnetiche per definizione trasportano energia nello spazio. Questa energia, per il primo principio della termodinamica, è una forma di calore. Ora, quando si è in contatto con il calore, si è portati ad aumentare la temperatura corporea. Quando un organo è soggetto ad innalzamento di temperatura, l'organismo umano tende ad abbassarla mediante la circolazione del sangue.




COMMENTI SULL' ARTICOLO