Impianti termici a pavimento

Gli impianti termici a pavimento

Gli impianti termici a pavimento sono un sistema di riscaldamento alternativo ai classici radiatori, alla stufa o al caminetto. Si può scegliere un impianto di questo tipo sia in una nuova abitazione che per ristrutturare un edificio già esistente sostituendo il riscaldamento o aggiungendo un'ulteriore fonte di calore. La posa in opera è abbastanza semplice e può essere affidata ad una delle tante ditte specializzate che operano in questo settore e che garantiscono il rilascio del certificato di conformità, assicurando eventualmente le manutenzioni ordinarie, straordinarie e la riparazione nel caso di guasto. Prima di procedere con il lavoro è opportuno far stilare uno studio di fattibilità, ricevendo una consulenza completa su quali saranno i risparmi e i costi di realizzazione dell'impianto, considerando sempre il prezzo chiavi in mano per evitare sorprese sulla somma finale.
Impianto riscaldamento pavimento

Telecomando Intelligente Touch Panel Telecomando Alimentazione A Risparmio Energetico Riscaldatore Rapido, Home Office Riscaldatore Elettrico Induzione Del Corpo Umano Riscaldamento A Risparmio Energe

Prezzo: in offerta su Amazon a: 273,49€


Vantaggi degli impianti termici a pavimento

Tubazioni pavimento Gli impianti termici a pavimento offrono molti vantaggi, sia in termini economici che per quanto riguarda la qualità dell'aria dell'ambiente interno. I termosifoni di vecchia generazione generano moti convettivi dell'aria, ovvero innescano un meccanismo per cui l'aria calda, seccandosi, diventa più leggera e si solleva conseguentemente verso l'alto. Tutto ciò avviene in modo non uniforme, causando correnti d'aria secca che possono provocare fastidi respiratori. Proprio per questo motivo nelle case vengono installati gli umidificatori che, tuttavia, non sempre sono così efficaci. Inoltre dietro i radiatori si forma della polvere che viene veicolata nell'aria proprio da queste correnti. Gli impianti termici a pavimento, invece, non provocano questo tipo di movimenti dell'aria e riscaldano l'ambiente in maniera totalmente uniforme. Peraltro la caratteristica più apprezzabile dal punto di vista della salute è che mantengono i piedi caldi e la testa al fresco, la condizione ideale per il corpo umano. Anche con 2°C in meno si ha la medesima sensazione di temperatura che si avrebbe con i sistemi classici a radiatori.

  • Riscaldamento radiante a pavimento Esistono vari modi per ottenere un efficiente impianto di riscaldamento a pavimento che è uno dei più efficienti in assoluto per ottenere un ambiente e un'abitazione adeguatamente riscaldati. Il siste...
  • esempio di un impianto a pavimento ad acqua L'impianto di riscaldamento a pavimento viene realizzato con delle lastre di polistirene espanso su cui vengono fatte passare delle serpentine, solitamente in rame, in cui scorre l'acqua. Il tutto vie...
  • sistemare caldaia in garage Prima di procedere con l'installazione della caldaia in garage occorre verificare che questo locale abbia tutte le caratteristiche stabilite dalle norme vigenti in materia. La guida a cui fare riferim...
  • Bagno radiatori design Il radiatore è un elemento che non può mancare in una casa e soprattutto nel bagno. Difatti, un radiatore aiuta a mantenere la temperatura desiderata tramite l'utilizzo dell'acqua calda, inviata al te...

Scambiatore di calore in acciao inox Hrale 20 dischi max. 44 kw Scambiatore termico lamellare

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47,85€


Impianti termici a pavimento: Posa in opera e costi

Benessere casa Bisogna necessariamente porre attenzione ai materiali con cui sono realizzati i principali elementi costruttivi degli impianti termici a pavimento. Le tubazioni devono essere poste in maniera corretta e, soprattutto, devono essere resistenti alla corrosione e all'usura in generale poiché sostituirle sarebbe un problema non indifferente. Al di sopra delle tubazioni ci sono i pannelli isolanti e il pannello di pvc che protegge il pavimento dall'umidità. Ultimo ma non per importanza il massetto, che fungerà da elemento vero e proprio di riscaldamento. L'impianto verrà collegato alla caldaia che produrrà acqua con una temperatura compresa tra 30°C e 40°C da far circolare nelle tubazioni. Il risparmio energetico previsto, se correttamente installato, va indicativamente dal 25% al 30% rispetto ai sistemi classici. I costi di realizzazione, invece, sono più alti del 40-50% rispetto ai radiatori, ma con il tempo i maggiori costi di posa in opera vengono ammortizzati dal risparmio in bolletta. Ovviamente sulle nuove costruzioni il costo di realizzazione incide meno e i vantaggi economici sono ancora maggiori.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO