La malta bastarda

Caratteristiche della malta bastarda

La malta bastarda viene realizzata attraverso la miscelazione di calce e cemento. Questo particolare impasto permette di ottenere un prodotto molto resistente e di facile lavorazione, indicato per opere murarie che prevedano il collegamento di murature oppure per la realizzazione di fondo di intonaco per pareti interne ed esterne. La sua grande resistenza meccanica rende la malta bastarda ideale anche per opere murarie che interessano le pareti portanti. Alla soluzione legante a base di calce e cemento viene aggiunto l'inerte, che consente di mantenere il passaggio dell'anidride carbonica ed evitare il ritiro volumetrico che causerebbe la formazione di cavillature. Una particolare caratteristica della malta bastarda, che la rende spesso preferita rispetto alle altre, è la migliore aderenza al laterizio.
Posa in opera della malta

Parexgroup LA2818 - 2818 malta bastarda 5kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,95€


Come si prepara la malta bastarda

Preparazione della malta bastarda Per la preparazione della malta bastarda occorrono una betoniera, del cemento, della sabbia, calce idraulica ed acqua. Il cemento ha tra le proprie caratteristiche quella di aumentare l'impermeabilità e la resistenza del composto, mentre la calce idraulica aumenta i tempi di presa rendendo l'impasto più agevole da lavorare. La sabbia viene utilizzata come inerte, e dovrà essere asciutta e pulita. La quantità dei singoli componenti da miscelare prevede, per ogni metro cubo di sabbia, 150 Kg di cemento e 225 Kg di calce idraulica. L'aggiunta di acqua dovrà avvenire in maniera proporzionale alla consistenza plastica necessaria per la lavorazione del prodotto. In commercio si trovano anche composti premiscelati, ai quali occorre aggiungere solo l'acqua. L'impasto deve essere preparato al momento dell'utilizzo e steso prima che avvenga il fenomeno di presa. Da evitare l'esposizione del composto a temperature troppo rigide o particolarmente afose per prevenire essiccamenti in tempi brevi.

  • Mattoni forati di diverse grandezze I mattoni vengono utilizzati per le costruzioni di qualsiasi tipologia di edificio o struttura. Essi hanno caratteristiche differenti in base alla loro destinazione. Sono formati principalmente da una...
  • Serie di pozzetti in cemento I pozzetti in cemento sono elementi di raccordo: ciò significa che vengono spesso utilizzati per connettere tra loro le tubature ed i cavi degli impianti. Il materiale adoperato per la loro realizzazi...
  • Malta cementizia per muratura La malta cementizia è usata come legante per realizzare opere murarie sia per esterno che per interno, viene utilizzata per la sua ottima resistenza meccanica e per l'elevata impermeabilità. In commer...
  • Esempio di lamiere coibentate Quando si decide di costruire un immobile oppure di rifare il tetto della propria casa si hanno a disposizione diverse soluzioni per quanto riguarda la copertura. Sempre più diffusi e apprezzati sono ...

La Malta Bastarda

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Disposizioni legislative sulla malta

posa malta bastarda Con Decreto Ministeriale del 20 novembre 1987, il Ministero dei Lavori Pubblici ha stabilito alcuni importanti punti che riguardano la preparazione della malta. In particolare il decreto sancisce l'obbligo di utilizzare acqua limpida, priva di sostanze nocive come solfati o cloruri in quantità dannosa, sabbia priva di materiali organici e calce che possieda i requisiti e le caratteristiche tecniche stabilite dal precedente decreto 595/65. Viene contemplata la possibilità di utilizzare malte bastarde premiscelate e pronte all'uso, purché le stesse siano accompagnate da dichiarazione di conformità da parte del produttore, che attesti il tipo di malta, oltre che la qualità di leganti ed eventuali additivi. In alcuni casi viene richiesto al fornitore anche di certificare attraverso prove ufficiali, la resistenza meccanica della malta stessa.


La malta bastarda: Perchè scegliere la malta bastarda

Cantiere edile Come abbiamo visto, la malta bastarda che viene spesso utilizzata in muratura è composta da cemento, calce, sabbia ed acqua. Ma perché viene spesso preferita ad altri tipi di malte? Indubbiamente la sua facilità di lavorazione e i rapidi tempi di presa offrono numerosi vantaggi. Oltre a questi però, vi sono anche scelte legate alla maggiore resistenza meccanica data dalla presenza di cemento, che la rende perfetta per realizzare quelle opere che dovranno sopportare grandi sollecitazioni, come muretti e massetti. La calce dona al composto il pregio di presentare nell'opera eseguita meno problemi di ritiro durante la fase di indurimento rispetto ad un intervento edile realizzato con malta ottenuta con solo cemento. Occorre precisare che la fase di presa e quella di indurimento sono due passaggi ben distinti: la prima avviene in poche ore ed assicura il mantenimento di una determinata forma (ad esempio mattoni sovrapposti tra loro), mentre la seconda può richiedere fino ad un anno di tempo e dona all'opera realizzata la dovuta resistenza alle sollecitazioni meccaniche.



COMMENTI SULL' ARTICOLO