Pitturare la casa

Pitturare la casa: prime considerazioni da fare

Nella scelta dei colori da utilizzare per le pareti di casa bisogna tener conto di alcuni fattori importanti. Il primo fra questi è l'arredamento che si trova in ogni stanza. In base a quello si può decidere se optare per una tinta che ne assecondi la linea, o se invece fare una scelta in netto contrasto che ne possa così mettere in risalto lo stile. Oltre alla mobilia, c'è da considerare anche la grandezza delle singole stanze: uno spazio troppo piccolo ha bisogno di luce, mentre un ambiente già spazioso con tutta probabilità ha già una luminosità sufficiente. A questo aspetto contribuisce anche l'orientamento della casa: le zone esposte a nord necessiteranno di colori che offrano maggior chiarore, mentre quelle esposte a sud avranno bisogno di toni che smorzino l'effetto diretto dei raggi solari.
primo step: valutare bene ogni stanza

Paint Runner l’Originale, Visto in TV. Il Geniale Rullo da Pittura con Serbatoio Integrato, Antigocciolamento, Non Sporca, Facile da usare. Compresi nel Kit, il Rullo di Precisione e il Pennello Angolare

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,5€


Colori caldi, freddi o stanze bicolore?

scelta del colore giusto Dato per scontato che nelle zone più buie sono preferibili le tinte più calde e più chiare, mentre negli ambienti più luminosi si possono usare anche colori più freddi, è bene prendere in considerazione anche altri aspetti. Fondamentale è l'impatto che la tonalità di una parete possa avere sullo stato d'animo o sull'umore della persona. C'è che si affida alla cromoterapia nella scelta della pittura per casa, ritenendo che questa possa essere determinante per il benessere della propria persona. Per questo sono in genere consigliati colori caldi e pieni di energia per la zona giorno, mentre le tonalità più fredde e rilassanti sono l'ideale per bagno e camera. Molto diffusa è la scelta delle stanze bicolore: in genere viene usato un colore neutro, chiaro, per tutte le pareti ad eccezione di una, che viene invece pitturata in contrasto con le altre.

  • Tinteggiare casa Tinteggiare la casa è un'operazione che si può effettuare in modo semplice e anche abbastanza rapido, anche se questa caratteristica dipende fortemente dalle dimensioni degli ambienti. Conviene sempre...
  • Pittura lavabile per interni La pittura lavabile è una vernice muraria particolarmente consigliata quando si tinteggiano gli ambienti interni. Infatti si tratta di uno dei prodotti più adatti per questa destinazione d'uso, in qua...
  • pittura al quarzo per esterni Le pitture al quarzo sono composte da resina sintetica ed acqua cui sono stati aggiunti piccoli cristalli di quarzo, di dimensioni e consistenza simili alla farina. Sono vernici dalle caratteristiche ...
  • esempio pitture acriliche Pitturare casa con le pitture acriliche può essere semplice, ma l'utilizzo di pitture acriliche comporta sia dei vantaggi che degli svantaggi. Queste pitture sono diverse dalle altre tipologie di pitt...

Kit in 6 pezzi con pennelli a rullo per pitturare e decorare le mura di casa; multifunzione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,66€


Il metodo tradizionale: pitturare casa con il pennello

pitturare casa con il pennello Una volta scelti i colori, si tratta di mettersi all'opera. La prima cosa da fare è svuotare la stanza, rimuovendo quanti più oggetti possibile, e proteggere tutto quanto vi resti dentro, coprendo ogni cosa in modo da non macchiare niente con la vernice. La pittura con il pennello è il metodo più antico, ancora il più diffuso, forse non il meno stancante, ma almeno fra i più semplici da mettere in pratica. Con più passaggi di colore, è consigliato un minimo di due mani, si arriva ad ottenere un buon risultato finale, con una copertura sufficientemente liscia, senza eccessive tracce delle pennellate. È fondamentale procedere per linee dritte, orizzontali o verticali che siano, senza soffermarsi troppo sul muro, per evitare che si formino dei grumi di vernice. L'ideale è iniziare con la pittura del soffitto, per poi passare al resto delle pareti della stanza.


L'antagonista del pennello: pitturare casa con il rullo

pitturare casa con il rullo Il rullo ha pian piano preso sempre più spazio nel fai da te per la pittura delle pareti di casa. Il motivo principale di questo suo successo è dato dal fatto che si tratta di un metodo meno stancante rispetto all'uso del pennello; la pressione da fare sul muro al passaggio della vernice è infatti minore. Altra caratteristica che favorisce il l'utilizzo del rullo è la presenza di aste che facilitano la pittura anche nelle zone più alte senza dover necessariamente ricorrere all'uso di scale o trabattelli per raggiungerle. Come con il pennello, è necessario dare più mani di vernice per arrivare ad un buon risultato. La copertura finale è più che soddisfacente e lascia la parete sufficientemente liscia e priva dei segni del passaggio del colore. Esistono in commercio vari modelli di rullo, dalla superficie più o meno spugnosa, per far fronte a tutte le possibili esigenze.


L'innovazione: pittura rapida con la pistola a spruzzo

Questo strumento sta rivoluzionando il mercato e diventando sempre più diffuso anche nel fai da te, quando si tratta di pitturare le pareti di casa. Grazie infatti alla sua praticità d'uso, la pistola a spruzzo si rivela l'attrezzo l'ideale per chi volesse ottenere ottimi risultati, guadagnando in tempo e risparmiando fatica. Con questo metodo, inoltre, è garantita una copertura totale e perfetta di tutta la superficie da dipingere. La distribuzione della vernice sulla parete è omogenea, regolare e liscia, molto più uniforme rispetto alla pittura con pennello o rullo. L'unico svantaggio della pistola a spruzzo consiste nel rischio di macchiare anche la zona circostante rispetto a quella da colorare. Il suo getto colpisce qualunque cosa si trovi a tiro: è consigliabile quindi coprire e proteggere bene ogni oggetto che non possa essere rimosso dal suo raggio di azione.


Alcune tecniche speciali

Rullo decorato Esistono delle tecniche particolari di pittura che donano effetti molto belli e decorativi sulle pareti di una stanza. In genere si parte da una tinta di base, spesso neutra, su cui si agisce secondo il metodo scelto. Il più comune quando si tratta di pitturare la casa è senza dubbio la spugnatura: si tratta di utilizzare una spugna imbevuta del colore scelto e poi passarla sulla parete creando un bellissimo gioco di luci e ombre. Altrettanto semplice è la tecnica dello straccio arrotolato, che consiste nell'arrotolare, appunto, un straccio e, una volta passato nella vernice, usarlo per picchiettare il muro. Lo spatolato è un'altro modo per abbellire una parete con effetti particolari: meno semplice delle altre due, si fa con una spatola dagli angoli smussati. In genere queste particolari decorazioni si fanno solo su una parete per non appesantire troppo l'occhio.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO