Il piano della sicurezza

Cos’è il piano della sicurezza

Il piano della sicurezza, conosciuto anche come PSC (piano di sicurezza e coordinamento) non è altro che un documento con cui si vanno ad organizzare e valutare tutte le attività che vengono effettuate all’interno di un cantiere edile. Questo strumento serve quindi ad analizzare tutte i lavori che devono essere effettuati in maniera tale che la sicurezza dei professionisti coinvolti sia mantenuta in ogni momento. All’interno di questo trattato vengono toccati molti argomenti come la prevenzione dei rischi che sia l’azienda che il singolo lavoratore devono adottare con mezzi di diversa tipologia per garantire la protezione del singolo e della collettività. La creazione di questo strumento naturalmente viene curata da un esperto del settore che si deve necessariamente preoccupare di allegare tutti quei documenti previsti dalla legge.
Cantiere edile

Edilizia sostenibile. 68 progetti bioclimatici. Analisi e parametri energetici. Ediz. illustrata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€
(Risparmi 5€)


Importanza del piano della sicurezza

Caschi da lavoro Il piano della sicurezza solitamente viene redatto e presentato antecedentemente all’inizio dei lavori o dell’opera di costruzione, ossia prima della presentazione dell’offerta da parte dell’azienda edile per aggiudicarsi l’appalto messo a disposizione dell’ente del caso. Questo documento deve essere necessariamente creato da un Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione o in alternativa da quello che coordina la sicurezza in fase di esecuzione. Viene presentato prima della gara d’appalto perché costituisce un elemento fondamentale della gara stessa, dal momento che definisce tutte le metodologie d’intervento, l’assegnazione delle mansioni alle rispettive aziende o ai professionisti che hanno ottenuto il permesso di operare nel cantiere edile. Una volta aggiudicato l’appalto, il piano della sicurezza deve essere applicato dal coordinatore precedentemente citato, diventando il punto di riferimento per lo svolgimento dei lavori, che devono avvenire in totale sicurezza.

  • Operaio con accessori di sicurezza Il piano della sicurezza e del coordinamento è parte integrante del Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro (abbreviato in TUSL), di cui i requisiti minimi sono ben esplicati nell’allegato XV del Decre...
  • Scala moderna Le scale non rappresentano altro che una mera struttura edilizia, presente in qualsivoglia costruzione. Tuttavia, essendo una parte molto fragile in evenienze di emergenza come un terremoto o un incen...
  • Zona urbana costiera La zona censuaria è una porzione di territorio che presenta le stesse caratteristiche ambientali, sociali ed economiche. La suddivisione in zone censuarie nasce dall’esigenza degli organi statali di m...
  • Mappa di Genova Il catasto moderno è stato costituito nel 1931, a seguito dell'unificazione del territorio italiano. L'Italia nel corso della storia è stata suddivisa in vari regni i quali avevano ognuno un proprio a...

Tecnica delle costruzioni. Basi della progettazione. Elementi intelaiati in acciaio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,29€
(Risparmi 6,41€)


Creazione di un piano della sicurezza

Strumenti per la sicurezza in cantiere Secondo le normative stabilite dalla legge, il piano della sicurezza deve contenere obbligatoriamente determinate informazioni, che sono:- Identificazione e descrizione dell’opera da realizzare;- Indicazione di tutti i ruoli all’interno del cantiere con la conseguente spartizione di tutte le mansioni di responsabilità, come i coordinatori della sicurezza, il responsabile dei lavori, i professionisti coinvolti, i datori di lavoro;- Valutazione dei rischi che si possono avere durante lo svolgimento dei lavori, con l’analisi e la progettazione delle procedure operative e delle misure preventive per evitare incidenti;- Indicazione delle misure di coordinamento concernenti l’utilizzo di tutte quelle aree comuni che possono servire ai lavoratori o alle imprese coinvolte;- Durata e costo dei lavori, con l’organizzazione di tutti i servizi di emergenza, come i piani di evacuazione e l’arrivo dei soccorsi;Inoltre devono essere indicate anche tutte le modalità di recinzione del cantiere, gli accessi al luogo di lavoro , le fonti energetiche, i servizi igienico sanitari, gli impianti di terra, zone di carico e scarico o smaltimento e stoccaggio rifiuti o sostanze altamente infiammabili o con pericolo di esplosione.


Il piano della sicurezza: Obblighi del datore di lavoro

Valutazione rischi cantiere Una volta stabilito che il piano di sicurezza fornisce tutti gli strumenti per poter scegliere in maniera accurata i materiali, organizzare al meglio i lavori e tutti gli interventi previsti, le scelte strutturali per lo svolgimento dell’opera edilizia, scelte architettoniche di varia tipologia e la previsioni di interferenze, il datore di lavoro ha degli obblighi da rispettare; In primis deve essere sempre verificata la professionalità o nello specifico l’idoneità a livello tecnico dell’azienda che viene scelta per poter portare a compimento una determinata mansione, valutandone tutti gli aspetti fondamentali. Successivamente, il datore di lavoro dovrà anche fornire tutte le informazioni inerenti alla sicurezza e sui rischi nella messa in opera del progetto, illustrando ogni misura adottata per quanto concerne la prevenzione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO