Il mosaico

Come nasce il mosaico

Il mosaico ha origini antichissime: l'idea nasce sin dall'antichità come semplice accostamento di pietre dai colori diversi secondo una logica cromatica e diventa col tempo una tecnica sempre più raffinata in grado di riprodurre non solo motivi geometrici, ma anche di rappresentare vere e proprie scene, insomma di costruire immagini. Il disegno prendeva vita dai tasselli (o tessere) di grandezze diverse che venivano tagliati e poi assemblati in modo da creare l'immagine desiderata sulla base predisposta. I materiali utilizzati nell'antichità variavano dal marmo alle pietre di diversi colori, consentendo di produrre disegni colorati arricchiti da punti luce. Interi pavimenti potevano essere rivestiti con il mosaico e ancora oggi possiamo ammirare le antiche opere in chiese e musei italiani. Utilizzando lo stesso principio strutturale, oggi il mosaico viene scelto nelle moderne costruzioni e ristrutturazioni di ambienti privati, sia interni che esterni e conferisce ai rivestimenti quel tocco classico e particolare sempre attuale.
Un mosaico antico

RAYHER HOBBY 1453049, Set tessere per mosaico, tasselli in vetro, piastrelle ideali per decorazioni e fai da te, 1x1 cm, ca. 1300 pz., colori assortiti.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,49€


Quando scegliere il mosaico

Un moderno mosaico da esterno Il mosaico, ieri come oggi, è un elemento decorativo di impatto, che cattura l'attenzione spezzando la monocromia di pavimento e pareti. Nell'antichità si rivestivano di mosaico anche grandi superfici, come le pavimentazioni delle chiese, mentre oggi chi sceglie di utilizzare questa tecnica, lo fa inserendo l'immagine del mosaico come punto caratterizzato in una copertura di contorno realizzata con altri materiali. A terra, il mosaico può essere usato per attirare l'attenzione su un punto centrale del giardino oppure per coprire piccoli sentieri nel prato; sempre sull'erba, di grande impatto sono i disegni colorati che creano nel prato un punto perfetto su cui collocare gli arredi del giardino. In casa, il mosaico posto sul pavimento rende l'ambiente più elegante o eccentrico, a seconda del disegno scelto e non sono da sottovalutare i decori che si possono realizzare con tessere più grandi dei classici tasselli. Anche le pareti si possono decorare con questa tecnica. Tra gli ambienti più indicati per il mosaico spicca il bagno, le cui pareti sono di solito rivestite da mattonelle e dove l'ambiente doccia consente di liberare la fantasia nel disegno.

  • Esempio di mosaico Il rivestimento realizzato mediante la messa in posa del mosaico rappresenta una soluzione originale e innovativa che ben si adatta a qualsiasi tipo di ambiente. È particolarmente adatto alle cucine e...
  • decori con piastrelle a mosaico Le piastrelle a mosaico sono gli elementi più diffusi per rivestire e decorare i vari ambienti di casa: infatti possono essere applicate a qualunque tipologia di supporto e si integrano alla perfezion...
  • Mosaico cucine Il mosaico è un tipo di rivestimento molto versatile che può essere applicato su qualsiasi superficie, in qualsiasi ambiente. Queste piccolissime piastrelle si trovano in commercio facilmente e ve ne ...
  • Bagno mosaico Il rivestimento con piastrelle bagno mosaico nonostante abbia origini molto antiche è ancora oggi di tendenza. La stanza da bagno è il luogo dove ci si rilassa e si ha bisogno di staccare la spina dal...

Rayher set tessere per Mosaico, morbide, piastrelle, tasselli ideali per decorazioni e fai da te, multicolori, 13,5 x 13,5 x 6,5 cm, 515 pz.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,71€


La posa del mosaico

Composizione con le tessere Esistono diverse tecniche per realizzare il mosaico e tutte partono dal disegno: figure geometriche e disegni semplici possono essere realizzati direttamente sul supporto su cui si desidera realizzare il mosaico, incollandovi sopra le tessere secondo il disegno prescelto. Per decori più complessi, si può utilizzare la tecnica diretta, lavorando direttamente sulla porzione di muro o pavimento che si intende decorare. La superficie viene ricoperta di uno strato di malta o calce, coprendo una parte alla volta per non far seccare il collante. Il disegno può essere tracciato direttamente sulla calce, per poi apporvi sopra le tessere. Il metodo indiretto invece, prevede che le tessere vengano attaccate su un foglio di carta da spolvero dalla parte del lato lucido, seguendo il disegno. Successivamente si stenderà la malta sulla superficie da rivestire e vi si poserà sopra il foglio dalla parte in cui si trova il retro delle tessere, facendo aderire bene al supporto e poi rimuovendo la carta quando tutte le tessere sono attaccate. In media, la posa del mosaico richiede circa una settimana per un metro quadrato.


Cura del mosaico a casa

Pulire con molta acqua Durante la fase di posa indiretta, è importante utilizzare colla solubile in acqua, che potrà essere rimossa a lavoro ultimato. Le pulizie che potrebbero essere necessarie dopo la posa, vanno effettuate con appositi prodotti in grado di eliminare i residui di calce e malta dal pavimento o dalle pareti. Questi prodotti vanno diluiti in acqua. Una volta finito, il mosaico non richiede particolari trattamenti per la pulizia che normalmente si effettua su pavimenti e mattonelle, ma è preferibile pulire i decori (specialmente quelli sulle pareti della doccia) con semplice acqua e sapone neutro. Va evitato l'utilizzo di oli, cere o prodotti a base di acidi, che potrebbero rovinare lo smalto delle tessere. Dopo aver passato il prodotto, è necessario togliere i residui passando più volte un panno bagnato, fino alla completa pulizia.


Il mosaico in piscina

Il mosaico può coprire anche grandi superfici, e regalare incredibili sfumature di colore attraverso la vicinanza con l'acqua: è il caso dei rivestimenti delle vasche o delle piscine, dove le pareti e il fondo opportunamente rivestiti donano all'acqua il caratteristico colore azzurro-blu. In questi casi il rivestimento è appositamente realizzato con i toni marini e più che riprodurre un disegno unico (cosa che è comunque possibile fare sfruttando la tecnica del mosaico) tende a ricoprire l'intera superficie facendo sì che l'acqua risulti blu intenso, o azzurro chiaro, o anche un misto di entrambi i colori. Questo tipico mosaico per piscine è realizzato con lastre più grandi, su cui sono riprodotti i tipici tasselli più piccoli del mosaico. Sempre puntando su colori chiari e brillanti, si può realizzare un mosaico decorativo attirando l'attenzione su un punto in particolare della piscina. Anche il bordo della vasca può essere decorato con mosaico, utilizzando mattonelle o lastre di dimensioni più grandi.


Arredare casa

Decorazione camera letto La decorazione di singoli oggetti con la tecnica del mosaico trova spazio nel mondo dell'arte così come negli arredi e negli oggetti che usiamo nel quotidiano: dalle più piccole cornici, agli specchi, molti sono gli oggetti che è possibile rivestire con il mosaico, tra cui anche i tavoli da giardino. Per arricchire l'arredamento del giardino è infatti possibile riprodurre disegni a mosaico utilizzando come base di supporto il piano del tavolo e rivestendo magari i bordi con una cornice in legno. Le piccolissime dimensioni delle tessere in commercio (e la loro leggerezza) rendono realizzabile anche la decorazione di vasi, lampade in vetro, pannelli in legno che grazie alle tessere si arricchiscono di colore e luminosità. Le tessere del mosaico sono disponibili anche in legno. Per realizzare le decorazioni musive, di qualsiasi tipo e dimensione, occorre quindi scegliere il materiale e avere a disposizione colla, carta, malta, cemento, pinze.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO