Piano cottura in vetroceramica

Piano cottura in vetroceramica

Un piano cottura in vetroceramica è disponibile in varie tipologie ed è, in ogni caso, un'autentica garanzia di sicurezza per la propria cucina. La vetroceramica, materiale utilizzato per la sua realizzazione, è ottenuta tramite un particolare procedimento al quale viene sottoposto il vetro: la tecnica in questione consiste nel far aumentare il numero dei cristalli nella massa vetrosa, in modo da accentuare la resistenza di quest'ultima. Il processo, per l'appunto, prende il nome di cristallizzazione controllata. Il prezzo di un simile piano cottura varia a seconda delle dimensioni e della tipologia: quelli elettrici sono generalmente più economici rispetto a quelli a gas, poiché i primi possono raggiungere un costo massimo di 400-500 euro, i secondi anche di 1500 euro. Il prezzo sale se aumenta il numero dei fuochi.
Piano cottura in vetroceramica

Bosch PKE611B17E Piano di Cottura Elettrico Incorporato in Vetroceramica, Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 254,07€
(Risparmi 3,98€)


I principali vantaggi

piano cottura vetroceramica Un piano cottura in vetroceramica è, innanzitutto, estremamente resistente al calore: il materiale utilizzato per la sua fabbricazione, infatti, può sopportare temperature anche di 800-900 °C. Questo tipo di piano cottura possiede anche un'elevata resistenza meccanica, agli urti e alle collisioni. Un ulteriore vantaggio consiste nell'aspetto del materiale in questione: esso è dotato di raffinata eleganza e di un design affascinante, adatto sia alle cucine più moderne sia a quelle dall'arredamento classico. Un piano cottura costruito in vetroceramica assicura, in aggiunta, una notevole sicurezza durante le operazioni culinarie anche se è riscaldato a gas, poiché le fuoriuscite di quest'ultimo sono bloccate tramite appositi dispositivi. Non bisogna dimenticare che tali elementi garantiscono una cottura uniforme di tutti i cibi.

  • Piano cottura a gas Il piano cottura da incasso è l'elemento fondamentale della cucina, tra quelli che andrebbero scelti con maggiore attenzione. Negli ultimi decenni in Italia si è passati da un piano cottura collegato ...
  • Moderno piano cottura 2 fuochi Il piano cottura costituisce una componente essenziale dell'arredo cucina. Il piano a due fuochi, soprattutto in ambito domestico, è usato per la cottura di modeste quantità di pietanze. Le sue ridott...
  • Piano cottura a tre fuochi orizzontale Nel sistemare e rinnovare la cucina, bisogna sempre tenere a mente che il suo cuore sono i fornelli: un piano cottura ordinato e funzionale è lo specchio di una cucina ben organizzata. Un piano di lav...
  • Cappa cucina La cappa della cucina ha un ruolo fondamentale per il riciclo dell'aria durante le varie fasi di cottura. Fritture e pentole che contengono acqua bollente provocano odori e vapori che, oltre a invader...

Klarstein Virtuosa Piano Cottura in Vetroceramica 3 Zone (5300 Watt totali, 9 livelli di temperatura regolabili, allarme sonoro, timer, spegnimento automatico)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 189,99€
(Risparmi 125€)


Tipologie

vetroceramica per piano cottura Un piano cottura in vetroceramica può essere elettrico, a gas oppure a induzione. Nel primo caso il riscaldamento avviene tramite lampade alogene oppure attraverso apposite resistenze elettriche. Simili strumenti sono contraddistinti da una spia luminosa, la quale rimane accesa finché la temperatura del piano cottura non si abbassa al di sotto di un determinato livello. L'alimentazione a gas si caratterizza per una cottura più lenta rispetto a quella elettrica ma, al contempo, per un minore spreco di calore; per di più i piani riscaldati con questo sistema possiedono un dispositivo che impedisce le perdite di gas. Infine, un piano cottura a induzione riscalda direttamente le pentole grazie alla formazione di un campo magnetico: per interrompere il processo è sufficiente rimuovere il contenitore.


Pulizia

pulire piano cottura in vetroceramica La pulizia di un piano cottura in vetroceramica è molto più semplice rispetto a quella di altre tipologie di fornelli: l'importante è non adoperare detergenti aggressivi, i quali potrebbero danneggiare la superficie del materiale. Si suggerisce di utilizzare per la pulizia quotidiana dell'aceto diluito in acqua e distribuito con un panno morbido. In alternativa, esistono in commercio dei prodotti appositi per la vetroceramica, acquistabili presso i negozi specializzati. Si raccomanda di evitare pentole che possano graffiare il piano e di rimuovere accuratamente ogni macchia: in caso contrario, infatti, i residui potrebbero bruciarsi durante la cottura successiva. Per rimuovere le incrostazioni più ostinate è possibile impiegare un apposito raschietto per vetro, talvolta fornito insieme al piano cottura stesso.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO