Frazionare un appartamento

Cosa fare per frazionare un appartamento

Si parla di frazionare un appartamento quando si decide di dividere un immobile in due o più unità distinte e autonome. Per procedere in tal senso, è necessario essere in possesso dell’autorizzazione del Comune di riferimento e, una volta effettuati i lavori, comunicare la variazione apportata all’immobile presso gli uffici del Catasto o Agenzia del Territorio. In caso il frazionamento preveda un cambio di proprietà, bisognerà anche far redigere un rogito al Notaio. A seguito dell'entrata in vigore di alcune norme contenute nel decreto sblocca Italia, frazionare un appartamento non comporta più alcun significativo esborso di oneri e imposte da dare al Comune; pertanto questo tipo di intervento edilizio straordinario si rivela una interessante occasione sia per aumentare il valore dei propri beni possedendo due case anziché una, sia per razionalizzare spazi inutilizzati creando degli ambienti abitativi vicini ma indipendenti l’uno rispetto all’altro, che possono essere venduti o affittati singolarmente producendo reddito.
Frazionare appartamento

PIXLEMON Cartello polionda cm 120x80 VENDESI Terreno EDIFICABILE TEL.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,85€


Quale documentazione deve essere presentata per frazionare un appartamento

Frazionamento immobile La parte più delicata, quando si sceglie di frazionare un appartamento, è ottemperare in maniera puntuale agli obblighi previsti dalla legge e dai piani regolatori del Comune dove si trova l’immobile, presentando un progetto che rispetti i requisiti minimi perché l’intervento di frazionamento sia autorizzato. A questo scopo, sarà indispensabile affidarsi ad un professionista, ingegnere od architetto, che svolga i vari adempimenti previsti. Anzitutto, bisognerà estrapolare la documentazione relativa all’abitazione originaria presso il Comune ed il Catasto (conformità urbanistica e catastale). Una volta in possesso di questi atti, si potrà consegnare la pratica (CILA) al Comune, che provvederà a protocollarla. Con l’autorizzazione comunale in mano, ci si potrà recare presso gli uffici dell’Agenzia del Territorio per effettuare la voltura catastale dell’appartamento frazionato, sancendo definitivamente l’avvenuta costituzione di due o più unità abitative separate dotate di un nuovo subalterno. Per non incorrere in spiacevoli inconvenienti, sarà opportuno prendere visione anche del regolamento condominiale e chiedere una delibera assembleare che approvi i lavori e un aggiornamento delle tabelle millesimali.

  • piante catastali Il catasto tavolare si differenzia da quello ordinario poiché il primo riguarda soltanto alcuni comuni italiani che lo hanno adottato durante la prima guerra mondiale. Si basa essenzialmente su quattr...
  • Edificio da sanare Secondo la legge introdotta il primo luglio 2010 dal governo Monti la compravendita di un immobile è valida solo se lo stato di fatto della costruzione edile corrisponde alla planimetria catastale: in...
  • Esempio di punti fiduciali catastali I punti fiduciali catastali sono fondamentali nelle operazioni di aggiornamento catastale, sia per quanto riguarda le particelle e le mappe che il frazionamento. Infatti costituiscono riferimenti inam...
  • Esempio di Sister Sister agenzia del territorio è una piattaforma dell'Agenzia delle Entrate presente sul sito web dell'ente: si tratta di una sezione che permette la consultazione online delle banche dati ipotecaria e...

ECM-60-B2-o Specchio convesso da traffico in policarbonato, di colore nero, diametro 60 cm, per la sicurezza in strada e per i negozi, con staffa di fissaggio regolabile per palo da 60 mm.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 48,99€


Frazionare un appartamento: Come si esegue

Appartamenti Quando si sceglie di frazionare un appartamento bisogna sottostare ad una serie di requisiti perché la nuova unità abitativa possa essere accatastata senza problemi come abitazione civile. Tali caratteristiche riguardano i metri quadrati minimi affinché si possa parlare di casa e una serie di requisiti di natura strutturale, come la presenza di finestre e di servizi igienico-sanitari. A questi aspetti tecnici, vanno ad affiancarsi le necessità stilistiche e arredative derivanti dalla creazione di due ambienti confortevoli organizzati sfruttando al meglio lo spazio. Se non si vuole intervenire aprendo sul pianerottolo condominiale una seconda porta d’accesso, si potrà utilizzare, ad esempio, l’ingresso come se si trattasse di un disimpegno in comune attraverso cui accedere alle diverse unità abitative. In alternativa, si potrà frazionare un appartamento distribuito su più piani sfruttando la disposizione delle scale e creando porte d'accesso. Frazionare un appartamento porta diversi, evidenti, vantaggi: l’unica nota negativa che vale la pena di menzionare è che la divisione in più unità abitative costringerebbe il proprietario a eleggere come prima casa – con le conseguenti agevolazioni – solamente uno degli appartamenti così divisi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO